Google+

Un’Ombretta sul gruppo di Dini dopo le liti balcaniche del governo

giugno 16, 1999 Damato Francesco

Terrazze romane

Povera Ombretta, detta “la Barbie” o, più italianamente, “la bambola del Parlamento”, per il modo sempre accurato di pettinarsi, di vestirsi, di camminare e anche di parlare. Approdata alla presidenza del gruppo diniano di Rinnovamento italiano dalle sponde opposte del centro-destra, in particolare dal Ccd, la senatrice Ombretta Fumagalli Carulli rischia di pagare cara la guerra di Serbia. Le polemiche che sono seguite nella multiforme maggioranza di governo al conflitto nei Balcani hanno infatti messo in pericolo il suo ruolo, diciamo così, istituzionale. Che le consente di avere segreteria, macchina, autista e soprattutto visibilità. Restano indimenticabili i suoi capelli rigorosamente composti fra le teste del “vertice” del centro-sinistra che designò in ottobre Massimo D’Alema alla presidenza del Consiglio. Gli equilibri politici si spostavano a sinistra ma le forcine di Ombretta li trattenevano al centro. Ora il gruppo da lei presieduto al Senato, sottratto nei mesi scorsi alla dissoluzione dall’arrivo di alcuni cossighiani, è tornato sotto il livello regolamentare dei dieci senatori a causa del divorzio consumatosi tra Cossiga e Dini per la guerra di Serbia. È un gruppo nuovamente abusivo, in attesa di scioglimento o di nuove ma improbabili nozze salvifiche, per rimanere nei confini del diritto canonico che la senatrice insegna all’Università.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Se siete appassionati di motori e curiosare tra le anteprime – ne sono state annunciate ben 150 – è sicura fonte di piacere, il momento è (quasi) arrivato. Cominciate a cerchiare in agenda una data compresa tra il 9 e il 12 novembre (il 7 e l’8 sono giornate dedicate a operatori e stampa) e […]

L'articolo EICMA 2017, cosa c’è da fare e vedere proviene da RED Live.

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download