Google+

Un divano e un film da condividere con sconosciuti: più che l’amicizia vince la tristezza

gennaio 21, 2013 Paola D'Antuono

thecouchers.com è un sito in cui gli utenti possono segnalare la loro disponibilità a invitare “nuovi amici” a vedere un film. Ma chissà a chi piacerà questo concetto di amicizia 2.0

“Ciao, So cosa stai pensando. Stai pensando che è una fredda notte d’inverno e la cosa migliore da fare sarebbe quella di guardare un film sul divano, eh? Sì, ci sto pensando anch’io, un bel film sul divano… Ora hai la possibilità di farlo, e di condividere l’esperienza con nuovi amici, un modo per stare assieme e godersi un buon film. Puoi proporre qualcosa da guardare e offrire un posto sul tuo divano, o cercare qualcuno che lo faccia vicino a te. è tutto gratis!” Questa è la mail, con oggetto “film stasera?”, che molti cinefili milanesi, iscritti chissà a quali newsletter o eventi strani, stanno ricevendo in questi giorni.

DIVANO. Errori di ortografia a parte, il messaggio incuriosisce e spinge in automatico a cliccare sul link che compare in fondo al testo e che rimanda al sito thecouchers.com. Una schermata bianca invita a iscriversi per invitare persone sconosciute a guardare un film sul divano di casa propria allo scopo di fare nuove amicizie. Certo, il fatto che siano perfetti sconosciuti non conta, siamo nell’era del 2.0, i nostri migliori amici sono proprio le persone che non conosciamo ma che followiamo e laikiamo, come si dice poco elegantemente oggi.

QUASI AMICI. Ma da qui a decidere di invitare perfetti sconosciuti a casa per guardare insieme un film, ce ne passa. Per una serie di motivi. Punto primo: a volte guardare un film da soli può essere molto piacevole. In secondo luogo, generalmente le persone normali hanno almeno un paio di amici con cui passare le serate. Se c’è poi qualcuno che proprio non ha amici, per i motivi più svariati, non è detto che debba rischiare grosso pur di non sentirsi solo. Molti sono pronti a obiettare che il divano in condivisione è una realtà consolidata da anni, specialmente tra i viaggiatori, che usano i divani degli altri per girare il mondo, che l’organizzazione è estremamente sicura e monitorato e via così. Sarà anche vero e, anche se molti di noi non hanno alcuna intenzione di dormire a casa di sconosciuti e, peggio ancora, invitare sconosciuti al grido de “w la libertà e la condivisione”, è anche vero che viaggiare a pochi euro può avere un senso, conoscere persone davanti a una prima tv Sky sicuramente ne ha meno. Per un semplice motivo: che senso ha invitare uno sconosciuto a guardare un film? Quando lo sconosciuto diventerà amico? Prima dell’inizio, nell’intervallo, alla fine, durante? Nel dubbio, meglio uscire con gli amici o guardare un film con Fido.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana