Google+

Ucraina, i filorussi: «Abbiamo rapito 4 osservatori Ocse». Intanto Poroshenko cerca di aprire un canale con la Russia

maggio 29, 2014 Chiara Rizzo

Il presidente ucraino: «Putin potrebbe mettere fine ai combattimenti, voglio dialogare con lui». Ma assicura il pugno duro contro gli insorti: «Terroristi che conducono una guerra contro il nostro paese»

Un uomo copre il corpo di una donna uccisa durante gli scontri a Donetsk

La situazione nelle regioni orientali dell’Ucraina continua a peggiorare. Viasceslav Ponomariov, il sindaco “popolare” di Sloviansk, una delle città in mano ai filorussi che qui sono la maggioranza, ha annunciato pubblicamente: «Il gruppo di quattro persone sparito a sud di Donetsk, sappiamo dove si trova e stanno tutti bene. Li avevamo avvertiti che non sarebbero dovuti andare da nessun parte per un po’ di tempo, però queste persone sono risultate un po’ troppo zelanti, non ci hanno ascoltato e sono stati arrestati».

200 OSSERVATORI CIVILI. I quattro sono di nazionalità estone, turca, svizzera e danese e secondo il leader dei ribelli potrebbero essere liberati nelle prossime ore: «Nessuno li ha “arrestati”, li abbiamo fermati. Quando chiariremo chi sono, dove andavano e a far cosa, li lasceremo andare» ha spiegato il sindaco popolare. La missione dell’Ocse in Ucraina è iniziata a marzo, e oggi impiega 280 persone, di cui 200 osservatori civili da 41 paesi diversi, Italia compresa. Un altro gruppo di osservatori “rapito” in precedenza dai filorussi, e che comprendeva un’italiana, ha fatto normalmente ritorno a Donetsk mercoledì 28 maggio.

L’INCONTRO OBAMA-POROSCHENKO. Intanto il quotidiano russo Kommersant ha rivelato che l’incontro – di cui in realtà si parlava già da giorni – tra il neo-presidente dell’Ucraina Petro Poroshenko e il presidente Usa Barack Obama si terrà il prossimo 3 giugno a Varsavia, durante il viaggio europeo di Obama, che è stato anche il primo leader a contattare Poroshenko e a promettergli aiuto nel tentativo di un processo di pace.

POROSHENKO: «VOGLIO DIALOGARE CON PUTIN». La convinzione infatti di tentare un pragmatico canale di rappacificazione con Mosca è stato uno dei motivi principali che hanno portato alla vittoria di Poroshenko, forte sostenitore di questa linea. In un’intervista a Repubblica di oggi, 29 maggio, il presidente ucraino spiega: «Non dubito che Putin con la sua influenza potrebbe porre fine ai combattimenti. L’esempio migliore sono stati gli osservatori Ocse di Donetsk, liberati dopo il suo intervento. Voglio dialogare con Putin e condurre negoziati con lui per stabilizzare la situazione. Ma dobbiamo usare ogni strumento per mantenere la Russia sotto pressione, incluse altre sanzioni. È in gioco la sicurezza globale».

«I FILORUSSI? TERRORISTI». Poroshenko nell’intervista attacca anche duramente i filorussi («Non permettiamo più che questi terroristi sequestrino e uccidano, che occupino edifici e violino le leggi») e assicura anche: «Porremo fine a quest’orrore, è una guerra vera condotta contro il nostro paese. Vogliamo arrestare i leader separatisti e tradurli davanti alla giustizia. Se uomini armati sparano contro i nostri soldati, è chiaro che i nostri soldati devono difendersi».

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana