Google+

Stalin, Pol Pot, Mao, Mugabe: non c’è statua di dittatore che la Corea del Nord non abbia costruito (a pagamento)

marzo 26, 2014 Leone Grotti

Il regime nordcoreano fa affari d’oro con i dittatori: ha appena completato due statue di bronzo di Mugabe da inviare allo Zimbabwe per 5 milioni di dollari

La Corea del Nord ha tanti difetti: è uno Stato repressivo governato da un regime stalinista, non esiste alcun tipo di libertà, basta avere un dvd sudcoreano o una Bibbia per essere spediti nei campi di concentramento. Però il paese ha anche delle eccellenze uniche al mondo: come ad esempio la capacità di realizzare bronzi giganteschi di dittatori.

STATUE DI MUGABE. Pyongyang ha appena completato due enormi statue in bronzo di Robert Mugabe, dittatore dello Zimbabwe, commissionate dal paese africano per il suo 90esimo compleanno. Come riporta Yonhap, Il giorno ufficiale è già passato ma la Corea del Nord non è in ritardo perché lo Zimbabwe ha previsto un anno di celebrazioni. Le statue, pagate profumatamente 5 milioni di dollari, sono in costruzione dal 2009 e saranno spedite via mare: la più grande nella capitale Harare, la più piccola nel villaggio natale del dittatore Zvimba.
Pyongyang aveva già costruito per il paese africano una statua di Joshua Nkomo, grande nemico di Mugabe, ma che alla morte nel 1999 fu definito “eroe nazionale”. La sua statua, terminata dal regime nordcoreano nel 2013, è oggi visibile nel Parlamento dello Zimbabwe.

STALIN E MAO. La Corea del Nord è famosa per la sua abilità nella costruzione di statue di dittatori ed è tra i pochi paesi disposti a celebrare personaggi che hanno massacrato il proprio popolo: negli anni ’60 Pyongyang ha realizzato un centinaio di statue di Stalin, diverse per il regime cambogiano di Pol Pot e almeno 10 tra i Mao Zedong ancora venerati in Cina.

I DITTATORI KIM. Sul fronte interno, sono tutte “made in Pyongyang” le circa 34 mila statue del “presidente eterno” Kim Il-sung che si stagliano all’orizzonte un po’ ovunque nel paese e le almeno 900 con l’effigie del “Caro leader” Kim Jong-il. Fa eccezione al mercato dittatoriale, la statua che nel 2010 Abdoulaye Wade, ex presidente del Senegal, ha commissionato per festeggiare il “rinascimento africano”. Costo dell’operazione: 27 milioni di dollari.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana