Google+

Siria. Ribelli attaccano il monastero dove è stata eretta la statua di Gesù che ha fermato la guerra per tre giorni

novembre 25, 2013 Leone Grotti

La Chiesa greco-ortodossa ha anche espresso preoccupazione per il villaggio di Deir Atieh, attaccato dagli islamisti che hanno preso in ostaggio i cristiani

I ribelli islamisti in Siria hanno lanciato un’offensiva a nord di Damasco contro Deir Atieh, villaggio di 25 mila persone abitato da molti cristiani. Lo scorso 22 novembre, come riporta Fides, i miliziani si sono fatti strada con due attentati suicidi, hanno preso in ostaggio i malati dell’ospedale e devastato il museo che conteneva migliaia di reperti archeologici.

CRISTIANI IMPRIGIONATI. La Chiesa greco-ortodossa ha manifestato preoccupazione per la sorte dei cristiani: le chiese della città, come anche le moschee, sono state prese di mira e molti civili sono stati usati come scudi umani. Ai cristiani è stato impedito di fuggire dal villaggio e sono tuttora prigionieri nelle loro case. Un prete greco-ortodosso è riuscito a lasciare Deir Atieh solo fingendosi sposato.

statua-gesù-siria3STATUA DI GESÙ. L’offensiva al villaggio rientra in un attacco più generale alle postazioni sulle montagne di Qalamoun, dopo che l’esercito di Assad è riuscito a riprendere la città strategica di Qara. I ribelli hanno cercato di conquistare il monastero Cherubim, dove lo scorso 14 ottobre è stata eretta una statua di Gesù salvatore alta 39 metri. Per permettere di issare la statua, ribelli ed esercito avevano accettato una tregua di tre giorni ma ora gli islamisti sembrano aver cambiato idea.

«ASSALTO RESPINTO». I ribelli hanno attaccato al grido di “Allahu Akbar” il monastero a Saidnaya, difeso da un appostamento dell’esercito con alcuni soldati e un carro armato. Secondo un soldato lealista l’assalto non è andato a buon fine: «La situazione è tranquilla ora, ci hanno attaccato per due giorni, appostando anche diversi cecchini ma li abbiamo respinti».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.

La terza generazione della Volkswagen Touareg si butta nella mischia dei SUV premium forte di numerosi accessori hi-tech. Disponibile per ora solo con motore 3.0 V6 TDI, ha prezzi che partono da 61.000 euro

L'articolo Prova Volkswagen Touareg 2018 proviene da RED Live.