Google+

Salta lo spettacolo di beneficenza di Siani a Pompei: gli “imbucati” scacciano il pubblico pagante

agosto 1, 2013 Chiara Rizzo

Uno spettacolo di beneficenza per l’area archeologica dell’attore è stato mandato a monte dai biglietti omaggio. Il pubblico è stato rimborsato, e il comico ha donato 20mila euro

Povera Pompei, bellissima e disonorata. Dalla lava, dall’incuria del tempo, e ora anche da “imbucati” e soliti raccomandati, che hanno mandato a monte una bella iniziativa del comico Alessandro Siani. Il protagonista di Benvenuti a Sud, di origine napoletana, aveva offerto la sera di domenica 28 luglio uno spettacolo di beneficenza all’area archeologica di Pompei. Siani ha organizzato lo show rinunciando al cachet e devolvendo l’intero incasso dei biglietti, 20 mila euro, sia per il restauro dell’area (15 mila euro), sia come benefit economico ai dipendenti (5 mila euro). Queste almeno sarebbero state le buone intenzioni del comico.

SIANI DONA 20MILA EURO. Invece al momento di andare sul palco, Siani si è trovato davanti ad una brutta sorpresa. I biglietti venduti erano stati 1.600, per altrettanti posti: ma davanti al palco realizzato nell’area archeologica si sono presentate 2000 persone. I 400 in più erano per lo più politici, amici e familiari, con biglietto omaggio, che – per giunta – hanno occupato parte dei posti del pubblico pagante in prima fila, “spedendo” i proprietari di legittimi biglietti nelle retrovie o lasciandoli in piedi. Tafferugli e proteste sono seguite per ore. Siani, intorno ha mezzanotte, è salito sul palco e per sdrammatizzare ha fatto sedere qualcuna delle persone paganti rimaste senza posto direttamente sul palco.

«A Pompei – ha scherzato – vengono in un anno un milione e 300 mila spettatori? E sono venuti tutti qui stasera». Poi ha aggiunto indicando qualcuno in prima fila: «Tu solo hai preso dieci posti. ‘Iamme, per il rispetto che ho per queste persone, venite qui, ho messo delle sedie sul palco».
Siani ha immediatamente concluso lo spettacolo: «Talmente ci tenevo a venire qui a Pompei, che vi giuro non ho preso cachet. Ci tenevo, perché quando vado in giro parlano tutti parlano male del Sud. E in parte hanno ragione, guardate cos’è successo qui. Però tra di voi in tanti hanno fatto anche sacrifici per acquistare il biglietto. Domani chiamate questo numero e vi verrà rimborsato». Così è stato: a tutti gli spettatori paganti è stato restituito il costo del biglietto, oppure offerta la possibilità di scegliere un altro show di Siani a Napoli. L’attore ha mantenuto anche la parola nei confronti di Sovrintendenza e dipendenti dell’area e ha versato di tasca propria i 20 mila euro per Pompei.

RESPONSABILITA’ E POLEMICHE. Immediate sono state le polemiche nei confronti degli imbucati. «Come si è comportata l’organizzazione lo abbiamo visto» ha detto Siani, spiegando che non c’era stato overbooking, ma appunto solo un eccesso di biglietti omaggi. Chi li ha dati? Mistero. L’organizzazione, la società di eventi GO2, ha rilasciato un comunicato stampa, scusandosi per l’annullamento a causa dei biglietti regalati. La Sovrintendenza ha rilasciato un altro comunicato spiegando: «Siamo dispiaciuti, comportamenti incivili hanno rovinato lo spettacolo di Siani. Ma la Sovrintendenza non ha colpa: la gestione dei biglietti è stata curata dagli organizzatori. La Sovrintendenza aveva solo stabilito prima dell’evento il numero di posti a disposizione, ma non sappiamo niente di biglietti omaggio o a pagamento». Chi ha elargito a pioggia gli omaggi non lo si è ancora capito. Il sindaco di Pompei Claudio D’Alessio – che definisce «vergognoso» l’accaduto, ma che pure quella serata era entrato con biglietti omaggio per sé e i figli – ha detto: «Non saprei chi ha dato i biglietti. Io quella sera, all’ingresso, sono stato informato che non c’era abbastanza posto, e dopo circa un quarto d’ora sono andato via per evitare brutte figure». A Repubblica il sindaco avrebbe confermato tuttavia che anche gli assessori della sua giunta avevano ricevuto biglietti omaggio.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Peppe says:

    “Ha mezzanotte” … Rabbrividisco!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

Al Motor Bike Expo di Verona, dal 18 al 21 gennaio, Metzeler si presenta con una limited edition del suo pneumatico più custom: si chiama Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall

L'articolo Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall: più colore al custom proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download