Google+

Paritarie Bologna. Il Comitato referendario vuole i bus per andare a votare. Tanto paga il Comune (110mila euro)

maggio 8, 2013 Redazione

I promotori del referendum chiedono che si mettano a disposizione dei cittadini degli autobus per portarli a votare. Una cosa inaudita

Vogliono le navette per andare a votare. Il comitato articolo 33, che ha promosso il referendum sulle scuole paritarie di Bologna, ha chiesto che il Comune metta a disposizione dei cittadini degli autobus per portarli ai seggi. Una cosa inaudita. I referendari lamentano che i 199 seggi appontati in città per il referendum del 26 maggio siano pochi. Non solo. Essi sarebbero anche irraggiungibili per «accogliere i potenziali aventi diritto di voto». I cittadini sarebbero «costretti a percorrere anche sei chilometri per raggiungere il proprio seggio. Il diritto di voto è ostacolato e reso disagevole in modo inaccettabile». Quindi? Quindi paga il Comune: accomodatevi sull’autobus.

110.000 EURO. Valentina Castaldini, esponente locale Pdl, usa il sarcasmo per commentare la richiesta: «Possiamo fare stampare le schede direttamente con una crocetta sulla “A”, così magari si mettono tranquilli…. A giorni arriverà a casa di tutti i cittadini una lettera con tutte le informazioni per votare, per una spesa di 110.000 euro. Una cosa che non si fa neanche per le elezioni politiche. Mi auguro che questa richiesta delle navette faccia aprire gli occhi sul livello di mentalità statalista: questi sono fuori dal mondo». Castaldini ha ricordato che «dopo che abbiamo speso 600.000 euro per un capriccio siamo alla follia. Faccio notare che per le persone che hanno problemi a raggiungere i seggi un servizio c’è sempre stato».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Giorgia says:

    Vorrei dire a Valentina Castaldini che la spesa non sarebbe stata necessaria se il referundum fosse stato accorpato alle elezioni politiche di febbraio come era stato richiesto dal Comitato refrendario e disatteso dal Sindaco.

  2. Sofia Sarti says:

    Forse i referendari vogliono spendere con il referendum il milione di euro che non vogliono dare alle paritarie

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download