Google+

Papa Francesco: «Se vuoi entrare nella Chiesa, che sia per amore. Non è una casa da affittare, ma per vivere»

giugno 5, 2014 Redazione

Ci sono tanti cristiani che «stanno con un piede fuori e uno dentro. Sono gli «uniformisti, gli alternativisti e i vantaggiosi». Ma la Chiesa «non è una casa da affittare, è una casa per vivere»

Papa Francesco, questa mattina nell’omelia alla Messa a casa Santa Marta, ha ripreso le parole di Cristo ai discepoli: «Non ci siano divisioni e liti». Il Pontefice ha incentrato la sua riflessione sulla necessità che nella Chiesa ci sia unità. Purtroppo ci sono «tanti che dicono di essere nella Chiesa», ma, in realtà, «sono con un piede dentro e l’altro che ancora non è entrato». Per questa gente, che sta in una posizione di mezzo «la Chiesa non è la loro casa, non la sentono come propria. Per loro è un affitto».

UNIFORMISTI. Il Papa, «martirizzando un po’ la lingua italiana», ha elencato tre atteggiamenti. Nel primo gruppo ci sono i cristiani «uniformisti». Sono quelli «rigidi. Non hanno quella libertà che dà lo Spirito Santo. E fanno confusione fra quello che Gesù ha predicato nel Vangelo con la loro dottrina, la loro dottrina di uguaglianza. E Gesù mai ha voluto che la sua Chiesa fosse così rigida. Mai. E questi, per tale atteggiamento, non entrano nella Chiesa. Si dicono cristiani, si dicono cattolici, ma il loro atteggiamento rigido li allontana dalla Chiesa».

ALTERNAVISTI. Il secondo gruppo,  gli «alternativisti», «è fatto di quelli che hanno sempre hanno una propria idea, che non vogliono che sia come quella della Chiesa, hanno un’alternativa». Un’alternativa che, però, poi si rivela essere un’«ideologia. E così la loro appartenenza alla Chiesa è parziale. Anche questi hanno un piede fuori della Chiesa. Anche per questi la Chiesa non è casa loro, non è propria. Affittano la Chiesa. Al principio della predicazione evangelica ce n’erano! Pensiamo agli gnostici, che l’Apostolo Giovanni bastona tanto forte, no? Non condividono quel sentire proprio della Chiesa».

VANTAGGIOSI. Nel terzo gruppo ci sono i «vantaggiosi», quelli che «cercano i vantaggi, e vanno alla Chiesa, ma per vantaggio personale, e finiscono facendo affari nella Chiesa». Sono «gli affaristi. Li conosciamo bene! Ma dal principio ce n’erano. Pensiamo a Simone il Mago, pensiamo ad Anania e a Saffira. Questi approfittavano della Chiesa per il proprio profitto. E li abbiamo visti nelle comunità parrocchiali o diocesane, nelle congregazioni religiose, alcuni benefattori della Chiesa, tanti, eh! Si pavoneggiavano di essere proprio benefattori e alla fine, dietro il tavolo, facevano i loro affari. E questi, anche, non sentono la Chiesa come madre, come propria. E Gesù dice: “No! La Chiesa non è rigida, una, sola: la Chiesa è libera!”».

PER AMORE. «Se tu vuoi entrare nella Chiesa – ha detto papa Francesco -, che sia per amore», per dare «tutto il cuore e non per fare affari a tuo profitto». La Chiesa «non è una casa da affittare, è una casa per vivere». Ma l’unità della Chiesa non avviene per un nostro sforzo, ma grazie allo «Spirito Santo che fa l’armonia nella Chiesa. L’unità nella Chiesa è armonia». Tutti «siamo diversi, non siamo uguali, grazie a Dio», altrimenti «sarebbe un inferno!». E «tutti siamo chiamati alla docilità allo Spirito Santo». Proprio questa docilità, ha detto il Papa, è «la virtù che ci salverà»

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Shiva101 scrive:

    Non bisogna essere rigidi, nè alternativi nè avere un’idea porpria… e allora come si deve essere?

    Come si fa ad accettare dogmi assoluti (inventati dai papi precedenti) senza essere rigidi??

    In finale vuole diluire il piu possibile la rigidita della dottrina cattolica sperando che nessuno se ne accorga.

  2. Sandra scrive:

    Stendiamo un velo pietoso sulla “bagarre linguistica” di Bergoglio una roba allucinante ma qualcuno se ne accorge nella Chiesa?
    Io collocherei Bergoglio tra gli alternativisti con questo epiteto ha perfettamente inquadrato se stesso

    «è fatto di quelli che hanno sempre hanno una propria idea, che non vogliono che sia come quella della Chiesa, hanno un’alternativa». Un’alternativa che, però, poi si rivela essere un’«ideologia

    Questo è il Bergoglio pensiero

    • filomena scrive:

      Questo papa non ti piace, abbiamo capito. Non parla bene l’italiano ma è straniero e poi scusa quello precedente non parlava meglio: cavi frateli e soreli benveghnuti nella vigna del signore…

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana