Google+

Il papa emerito Benedetto XVI scrive a Odifreddi su Repubblica (e lo demolisce)

settembre 24, 2013 Benedetto XVI

Oggi Repubblica ha pubblicato una lettera di Joseph Ratzinger a Piergiorgio Odifreddi, matematico ateo e autore di “Caro Papa, ti scrivo”

Tratto dalla Repubblica. La missiva, come spiega oggi Piergiorgio Odifreddi, gli è stata consegnata il 3 settembre ed è datata 30 agosto. Consta di 11 fitte pagine di protocollo. Sul quotidiano ne sono stati pubblicati alcuni stralci. La versione integrale sarà pubblicata sul prossimo volume del matematico.

Ill. mo Signor Professore Odifreddi, (…) vorrei ringraziarLa per aver cercato fin nel dettaglio di confrontarsi con il mio libro e così con la mia fede; proprio questo è in gran parte ciò che avevo inteso nel mio discorso alla Curia Romana in occasione del Natale 2009. Devo ringraziare anche per il modo leale in cui ha trattato il mio testo, cercando sinceramente di rendergli giustizia.

Il mio giudizio circa il Suo libro nel suo insieme è, però, in se stesso piuttosto contrastante. Ne ho letto alcune parti con godimento e profitto. In altre parti, invece, mi sono meravigliato di una certa aggressività e dell’avventatezza dell’argomentazione. (…)

Più volte, Ella mi fa notare che la teologia sarebbe fantascienza. A tale riguardo, mi meraviglio che Lei, tuttavia, ritenga il mio libro degno di una discussione così dettagliata. Mi permetta di proporre in merito a tale questione quattro punti:

1. È corretto affermare che “scienza” nel senso più stretto della parola lo è solo la matematica, mentre ho imparato da Lei che anche qui occorrerebbe distinguere ancora tra l’aritmetica e la geometria. In tutte le materie specifiche la scientificità ha ogni volta la propria forma, secondo la particolarità del suo oggetto. L’essenziale è che applichi un metodo verificabile, escluda l’arbitrio e garantisca la razionalità nelle rispettive diverse modalità.

2. Ella dovrebbe per lo meno riconoscere che, nell’ambito storico e in quello del pensiero filosofico, la teologia ha prodotto risultati durevoli.

3. Una funzione importante della teologia è quella di mantenere la religione legata alla ragione e la ragione alla religione. Ambedue le funzioni sono di essenziale importanza per l’umanità. Nel mio dialogo con Habermas ho mostrato che esistono patologie della religione e – non meno pericolose – patologie della ragione. Entrambe hanno bisogno l’una dell’altra, e tenerle continuamente connesse è un importante compito della teologia.

4. La fantascienza esiste, d’altronde, nell’ambito di molte scienze. Ciò che Lei espone sulle teorie circa l’inizio e la fine del mondo in Heisenberg, Schrödinger ecc., lo designerei come fantascienza nel senso buono: sono visioni ed anticipazioni, per giungere ad una vera conoscenza, ma sono, appunto, soltanto immaginazioni con cui cerchiamo di avvicinarci alla realtà. Esiste, del resto, la fantascienza in grande stile proprio anche all’interno della teoria dell’evoluzione. Il gene egoista di Richard Dawkins è un esempio classico di fantascienza. Il grande Jacques Monod ha scritto delle frasi che egli stesso avrà inserito nella sua opera sicuramente solo come fantascienza. Cito: “La comparsa dei Vertebrati tetrapodi… trae proprio origine dal fatto che un pesce primitivo “scelse” di andare ad esplorare la terra, sulla quale era però incapace di spostarsi se non saltellando in modo maldestro e creando così, come conseguenza di una modificazione di comportamento, la pressione selettiva grazie alla quale si sarebbero sviluppati gli arti robusti dei tetrapodi. Tra i discendenti di questo audace esploratore, di questo Magellano dell’evoluzione, alcuni possono correre a una velocità superiore ai 70 chilometri orari…” (citato secondo l’edizione italiana Il caso e la necessità, Milano 2001, pagg. 117 e sgg.).

In tutte le tematiche discusse finora si tratta di un dialogo serio, per il quale io – come ho già detto ripetutamente  –  sono grato. Le cose stanno diversamente nel capitolo sul sacerdote e sulla morale cattolica, e ancora diversamente nei capitoli su Gesù. Quanto a ciò che Lei dice dell’abuso morale di minorenni da parte di sacerdoti, posso  –  come Lei sa  –  prenderne atto solo con profonda costernazione. Mai ho cercato di mascherare queste cose. Che il potere del male penetri fino a tal punto nel mondo interiore della fede è per noi una sofferenza che, da una parte, dobbiamo sopportare, mentre, dall’altra, dobbiamo al tempo stesso, fare tutto il possibile affinché casi del genere non si ripetano. Non è neppure motivo di conforto sapere che, secondo le ricerche dei sociologi, la percentuale dei sacerdoti rei di questi crimini non è più alta di quella presente in altre categorie professionali assimilabili. In ogni caso, non si dovrebbe presentare ostentatamente questa deviazione come se si trattasse di un sudiciume specifico del cattolicesimo.

Se non è lecito tacere sul male nella Chiesa, non si deve però, tacere neppure della grande scia luminosa di bontà e di purezza, che la fede cristiana ha tracciato lungo i secoli. Bisogna ricordare le figure grandi e pure che la fede ha prodotto  –  da Benedetto di Norcia e sua sorella Scolastica, a Francesco e Chiara d’Assisi, a Teresa d’Avila e Giovanni della Croce, ai grandi Santi della carità come Vincenzo de Paoli e Camillo de Lellis fino a Madre Teresa di Calcutta e alle grandi e nobili figure della Torino dell’Ottocento. È vero anche oggi che la fede spinge molte persone all’amore disinteressato, al servizio per gli altri, alla sincerità e alla giustizia. (…)

Ciò che Lei dice sulla figura di Gesù non è degno del Suo rango scientifico. Se Lei pone la questione come se di Gesù, in fondo, non si sapesse niente e di Lui, come figura storica, nulla fosse accertabile, allora posso soltanto invitarLa in modo deciso a rendersi un po’ più competente da un punto di vista storico. Le raccomando per questo soprattutto i quattro volumi che Martin Hengel (esegeta dalla Facoltà teologica protestante di Tübingen) ha pubblicato insieme con Maria Schwemer: è un esempio eccellente di precisione storica e di amplissima informazione storica. Di fronte a questo, ciò che Lei dice su Gesù è un parlare avventato che non dovrebbe ripetere. Che nell’esegesi siano state scritte anche molte cose di scarsa serietà è, purtroppo, un fatto incontestabile. Il seminario americano su Gesù che Lei cita alle pagine 105 e sgg. conferma soltanto un’altra volta ciò che Albert Schweitzer aveva notato riguardo alla Leben-Jesu-Forschung (Ricerca sulla vita di Gesù) e cioè che il cosiddetto “Gesù storico” è per lo più lo specchio delle idee degli autori. Tali forme mal riuscite di lavoro storico, però, non compromettono affatto l’importanza della ricerca storica seria, che ci ha portato a conoscenze vere e sicure circa l’annuncio e la figura di Gesù.

(…) Inoltre devo respingere con forza la Sua affermazione (pag. 126) secondo cui avrei presentato l’esegesi storico-critica come uno strumento dell’anticristo. Trattando il racconto delle tentazioni di Gesù, ho soltanto ripreso la tesi di Soloviev, secondo cui l’esegesi storico-critica può essere usata anche dall’anticristo – il che è un fatto incontestabile. Al tempo stesso, però, sempre – e in particolare nella premessa al primo volume del mio libro su Gesù di Nazaret – ho chiarito in modo evidente che l’esegesi storico-critica è necessaria per una fede che non propone miti con immagini storiche, ma reclama una storicità vera e perciò deve presentare la realtà storica delle sue affermazioni anche in modo scientifico. Per questo non è neppure corretto che Lei dica che io mi sarei interessato solo della metastoria: tutt’al contrario, tutti i miei sforzi hanno l’obiettivo di mostrare che il Gesù descritto nei Vangeli è anche il reale Gesù storico; che si tratta di storia realmente avvenuta. (…)

Con il 19° capitolo del Suo libro torniamo agli aspetti positivi del Suo dialogo col mio pensiero. (…) Anche se la Sua interpretazione di Gv 1,1 è molto lontana da ciò che l’evangelista intendeva dire, esiste tuttavia una convergenza che è importante. Se Lei, però, vuole sostituire Dio con “La Natura”, resta la domanda, chi o che cosa sia questa natura. In nessun luogo Lei la definisce e appare quindi come una divinità irrazionale che non spiega nulla. Vorrei, però, soprattutto far ancora notare che nella Sua religione della matematica tre temi fondamentali dell’esistenza umana restano non considerati: la libertà, l’amore e il male. Mi meraviglio che Lei con un solo cenno liquidi la libertà che pur è stata ed è il valore portante dell’epoca moderna. L’amore, nel Suo libro, non compare e anche sul male non c’è alcuna informazione. Qualunque cosa la neurobiologia dica o non dica sulla libertà, nel dramma reale della nostra storia essa è presente come realtà determinante e deve essere presa in considerazione. Ma la Sua religione matematica non conosce alcuna informazione sul male. Una religione che tralascia queste domande fondamentali resta vuota.

Ill. mo Signor Professore, la mia critica al Suo libro in parte è dura. Ma del dialogo fa parte la franchezza; solo così può crescere la conoscenza. Lei è stato molto franco e così accetterà che anch’io lo sia. In ogni caso, però, valuto molto positivamente il fatto che Lei, attraverso il Suo confrontarsi con la mia Introduzione al cristianesimo, abbia cercato un dialogo così aperto con la fede della Chiesa cattolica e che, nonostante tutti i contrasti, nell’ambito centrale, non manchino del tutto le convergenze.

Con cordiali saluti e ogni buon auspicio per il Suo lavoro.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

116 Commenti

  1. ftax scrive:

    Da ciò si evince che anche un matematico può essere deficiente…

    • Psaquale Trotta scrive:

      A me pare deficiente il papa oltre che ignorante… non sapere che aritmetica e geometria sono DUE RAMI DELLA MATEMATICA E’ GRAVE. Molto grave. E’ una cosa che si impara ALLE ELEMENTARI.

      • Piero scrive:

        Caro Trotta, la distinzione tra aritmetica e geometria l’ha fatta Odifreddi (“..ho imparato da Lei….etc.”)
        impari almeno a leggere comprendendo quello che si legge, si impara alle elementari….sa ?
        Eehh ne ha da “trottare” prima di cimentarsi in certi discorsi…………..

        • Pasquale Trotta scrive:

          No guarda, la distinzione l’ha fatta il papa, è difficile che un matematico dica uno sfondone simile, infatti se vai a leggere l’ha scritto il papa che “l’ha imparato da lui”; mi sa che ha imparato… NIENTE.

          • H.Hesse scrive:

            Mi vergogno quasi a fare questa precisazione, ma, mio caro Pasquale, il papa, sapendo di rivolgersi ad un professore di matematica, scrive “apprendo da lei” come generalmente si dice “lei mi insegna”, e non certamente perché non sappia effettivamente che aritmetica e geometria sono parte della matematica.
            Insomma si tratta di solo un modo di dire che si può prendere alla lettera solo se si possiede veramente poco cervello e quindi qui l’unico deficiente sei tu.

            • Tizio Giusto scrive:

              Grande! leggi quanto ha scritto prima, fra tante cag..te : si fanno chiamare “atei” proprio perchè pensano che non ci sia ragione per credere in una simile amenità…” il Trotta nn credo abbia mai compreso tanto dalle elementari private o meno anzi, “ameno”

              • Pasquale Trotta scrive:

                Mi sa che quello che non sa qualcosa sei tu. Io uso le parole quando è il caso di usarle; evidentemnte non sai che “Amenità” significa “cosa scherzosa” ma anche “sciocchezza” quando usata in modo dispregiativo come ho fatto io.

                Per inciso: Pure te sei ateo, a meno che tu non creda in Ra, Thor, Zeus, Venere, Quetzquoatl, ecc.

                Io non sono ateo, sono NON CREDENTE. :)

            • Pasquale Trotta scrive:

              E allora mi sa che ha capito MOLTO MALE la spiegazione.
              E te dai per scontato che quel vecchio cretino sappia qualcosa quando molto probabilmente è più ignorante di te.

          • BIASINI scrive:

            A ben vedere il punto in questione è di scarsa importanza rispetto al resto. E’ puro spunto polemico per introdurre la restante parte, ben più corposa, delle argomentazioni. Si prende furbescamente la parte, per disconoscere l’estrema validità del tutto. Non mi sembra che, così facendo, si faccia sfoggio di grande intelligenza.

      • BIASINI scrive:

        A ben vedere il punto in questione è di scarsa importanza rispetto al resto. E’ puro spunto polemico per introdurre la restante parte, ben più corposa, delle argomentazioni. Si prende furbescamente la parte, per disconoscere l’estrema validità del tutto. Non mi sembra che, così facendo, si faccia sfoggio di grande intelligenza.

  2. Fadesimo scrive:

    Il nostro amatissimo Papa emerito, sempre arzillo!

  3. malta scrive:

    bxvi dottore della chiesa subito

  4. Piero scrive:

    Caro Emanuele Sarti, ti piacerebbe eh ?

  5. giovanni scrive:

    emanuele sarti sei una persona squallida!!!

    • Emanuele scrive:

      Se tu e il caro Piero siete delle persone astione non ci posso fare nulla, andatevi a conferssare. Io ho fatto una semplice domanda perché mi ricordo che prima di lasciare il potificato si parlava di una sua clausura e che non si sarebbe fatto più sentire.

      • Piero scrive:

        Caro Emanuele Sarti, sono astioso perchè ti ho posto una domanda ?
        E tu sai quello che io dovrei confessare ?
        Vediamo… si chiama forse delirio d’onnipotenza ???
        Abbiamo i nervi un pò scoperti eh ?
        Tranquillo ti voglio bene lo stesso………….

      • cosimo scrive:

        ” si parlava di una sua clausura e che non si sarebbe fatto più sentire.”

        una cosa è evitare (per ovvi motivi) un profilo pubblico che facesse anche lontanamente ritenere Benedetto XVI come “produttore” di Magistero in “concorrenza/aggiunta” a quello di Papa Francesco, un’altra cosa è rispondere pubblicamente a chi pubblicamente aveva commentato un suo libro.

        Una cosa è entrare in clausura (fare voti e promesse per vivere una vita completamente raccolta in sè e piena di contemplazione/preghiera solitarie), un’altra è risiedere in un monastero di clausura all’interno del Vaticano.

      • Paolo scrive:

        Buongiorno a tutti, si aveva detto che sarebbe rimasto nell’anonimato. Tuttavia, chi segue il professore sa che sono anni che tira per la giacchetta su questioni simili e una risposta in qualche maniera la meritava, altresì dovremmo affermare che deve passare solo la sua linea e far si che la stessa sia forma unica di scuola. Vi sarebbe anche un discorso di riservatezza che si sposa perefettamente con anonimato, una cosa tra me e te, e chissà quante volte ciò viene meno non per volontà di chi si chiude al mondo, ma per altri che dovrebbero far tesoro di ciò e invece la usano come proprio ritorno, in questo caso del resto si parla di un libro che dovrà uscire. Inoltre la publicazione non la a chiesta BXVI ma è opera di Odifreddi, la lettera è stata inviata a lui e non al giornale,ma non voglio fare processi alle intenzioni non è corretto e non spetta a me.
        Invece, credo che Benedetto, abbia dimostrato come ci si comporta, cosa è la coerenza e umiltà, perchè di fatto non è persona publica anzi ( pensiamo un attimo a chi è ) e per via delle espressioni utilizzate, non sta in tv o nelle radio a immortalarsi, non sta li a scrivere su giornali o altro. Se volesse “vendersi” così come invece oramai è omologato nel mondo moderno, non mancherebbero spazi e offerenti per ascoltarlo. Restare a disparte del resto non significa subire e tacere, e se si risponde a qualcuno, con questi metodi, non si può, se ragionevoli, che apprezzare.

        Un caro saluto

    • MF scrive:

      ignoriamo i troll

  6. Anna scrive:

    Ma è stato il Papa a inviare la lettera a Odifreddi e per conoscenza alla Repubblica la quale ne ha pubblicato solo qualche stralcio, o quest’ultimo a consegnarne solo alcuni stralci alla Repubblica, visto che l’integrale sarà sul suo nuovo libro?

  7. beppe scrive:

    qualcuno ha notizie sulla prima puntata di PANE QUOTIDIANO ( caspita che originalità, ringrazia almeno i tanto vituperati cattolici) di concita? ( spero che la madre si vergogni di averle dato quel nome tanto bello)

  8. Lucia scrive:

    Si ho visto la prima puntata di pane quotidiano su Rai 3 e sono rimasta molto delusa,stimo sia la De Gregorio che Augias ma …non si può parlare di Maria senza permettere al prof di religione e alla sua classe invitati al programma di dire anche la loro…senza contraddittorio e ‘ troppo facile fare propaganda contro i cristiani…l’onesta ‘ intellettuale dovrebbe garantire la par condicio fra chi afferma delle opinioni e chi ne afferma altre e questo a Pane quotidiano non c’ e ‘ stato…hanno monopolizzato tutto il discorso Augias e Concita…peccato!una bellissima occasione di confronto sereno e vero persa!Percio ‘ sono molto contenta di questo scambio di opinioni tra Ratzinger e Oddifreddi…

  9. Lucia scrive:

    Si ho visto la prima puntata di pane quotidiano su Rai 3 e sono rimasta molto delusa,stimo sia la De Gregorio che Corrado Augias ma …non si può parlare di Maria senza permettere al prof di religione e alla sua classe invitati al programma di dire anche la loro…senza contraddittorio e ‘ troppo facile fare propaganda contro i cristiani…l’onesta ‘ intellettuale dovrebbe garantire la par condicio fra chi afferma delle opinioni e chi ne afferma altre e questo a Pane quotidiano non c’ e ‘ stato…hanno monopolizzato tutto il discorso i due giornalisti ..peccato!una bellissima occasione di confronto sereno e vero persa! proprio per questo,al contrario sono molto contenta di questo scambio di opinioni tra Ratzinger e Odifreddi

  10. Rossella scrive:

    Perché demolito? Dalle sue parole si evince che l’uomo di scienza e l’uomo di fede non possono giocare a racchettoni con il muro pensando di stare a Wimbledon.
    Ratzinger affronta questa “partita” con il fair play che lo ha raccontato come un autentico gigante della fede. “ Più volte, Ella mi fa notare che la teologia sarebbe fantascienza.” Anche questo mi sembra un affondo niente male.
    “Ma del dialogo fa parte la franchezza; solo così può crescere la conoscenza. Lei è stato molto franco e così accetterà che anch’io lo sia.” Anche questo mi fa capire che non c’era nessuna intenzione di demolire qualcuno o qualcosa. In questo pensiero c’è tutto il pontificato di Benedetto XVI, dal mio punto di vista potrebbe rappresentare anche il suo testamento spirituale. Ovviamente è una considerazione del tutto personale.

  11. Paolo Astrua scrive:

    Che sberle!

  12. Giacomo scrive:

    ‘Lo demolisce’ mi sembra un po’ azzardato. ‘Esprime il suo punto di vista’ (come del resto ha fatto il professore) credo sarebbe stato un titolo più consono per l’articolo. Attendo con curiosità di leggere l’intera epistola.

  13. Pasquale Trotta scrive:

    Io gli risponderei così:

    1- Sono due rami della matematica. Senza matematica, la geometria e l’aritmetica non avrebbero fondamento… >.>

    2- Si, quello di incasinare il cervello dei filosovi poichè si aggiunge un problema che non da soluzioni ai problemi già esistenti; dicasi “dio”.

    3- No, la teologia è semplicemente lo studio del nulla basato sulle favole. Non si può legare alla razionalità l’irrazionalità come non si può unire protone e positrone (annichiliscono), acido e base (si neutralizzano), numero negativo con numero positivo opposto (si nullificano) senza annientare entrambi. Unendo telogia e scienza si ottieen solo il risultato di distruggere entrambi portando un bel nulla totalmente inutile come risultato del miscuglio.

    4- No, la fantascienza non esiste, è per questo che si chiama fantasia-scienza o fanta-scienza. Ciò che lei da per fantascienza conta poco, conta ciò che di fatto E’ fantascientifico e cosa no. Una persona che da Shrodinger come fantascienza deve quantomeno non aver capito ciò che enuncia o non essere in grado mentalmente di comprenderlo. Nell’evoluzione c’è poco di fantascientifico, ci sono tonnellate di prove a riguardo il che è altamente scientifico. Non è scientifico invece dire che una cosa esiste perchè “lo dico io” e perchè “è scritto su un libro”, è più che altro da mentecatti. Riguardo a quel simpatico pesce… alcuni suoi pro-pro-pro-pro-ecc. nipoti ci sono ancora, si chiamano “saltafango”.

    5- Se fosse davvero costernato consegnerebbe quei preti alel autorità invece di fare il finto scandalizzato.

    6- Il mondo della fede è lo stesso di quel male che voi tanto additate poichè è a causa della fede che il mondo è pieno di male e di sofferenza; senza qualcuno che cerca di assolutizzare bene e male dandogli forme umanoidi nessuno si sognerebbe di farlo e la gente capirebbe la relatività di bene e male nonchè i limiti della propria libertà; cosa che finchè la gente si convince di avere uno sciavista in cielo, non può apprendere.

    7- Non è specifico del cattolicesimo, è specifico di TUTTE LE RELIGIONI. Sistematicamente.

    8- Di fatto NON C’E’ UN BEL NIENTE di accertabile, non c’è una singola prova tangibile che la chiesa non abbia glossato per cercare di rendere storico ciò che non è storico e che solo grazie alla nascita della filologia. Non c’è prova storica che parli di “gesù” tranne G.Flavio il quale è riconosciuto come l’autore più glossato dalla chiesa della storia, ma solo di “cristo”… E di cristo nella storia ce ne sono stati migliaia. Tutti i reperti sono stati riproposti più volte nei secoli e sono tutti archeologicamente falsi, ne consegue che non c’è prova ne del vostro dio ne del vostro ultimo “cristo”.

    9- Tutti i suoi sforzi nel libro sono di dimostrare che è vera l’esistenza del suo gesù? Non so se qualcuno gliel’ha mai detto ma… Sa com’è… la scienza funziona AL CONTRARIO.
    Non si cercano fatti a supporto delle prove ma PROVE A SUPPORTO O CONTRARIE AI FATTI.

    10- la “sua religione della matematica”? No guardi, la matematica è una scienza perfetta. Ed è tale perchè è un sistema artificiale che si adatta a qualsiasi altro sistema in cui viene inserita; non c’è nessuno che si ritrova alla domenica a mangiare un dischetto di cartoncino con su un “+” con la convinzione che neutralizzerà il male “-” nella pancia. Non c’è nessuno che si convince che la matematica ha generato l’universo ne tantomeno che voglia togliere un ipotetico male che dovrebbe essere dentro di noi perchè la matematica stessa l’ha stabilito.
    E’ semplicemente un mezzo per capire l’universo; un attacco simile alla scienza lo si aspetta dal più ignorante bigotto, non di certo da una massima autorità religiosa che cerca di rispondere in maniera razionale come lei sembrava volesse fare.

    11- Di convergente c’è poco. Si dovrebbe tornare ai pensieri illuministi eliminando il deismo.

    • Giacomo scrive:

      Grande!

    • Piero scrive:

      Bravo Trotta, quando ti sarà passata l’indigestione da ‘ n’pepata di cozze’,
      vedrai che certi sproloqui non ti verranno più…………..

    • Daniele scrive:

      A Pasqua’, ma che dici?

      Mai sentito parlare (punto 8), per dirne uno, del Tacito degli Annales?

      No, non è uno scrittore di fantascienza… Fatti una ripassata, neh!

      Se ometti o ignori ciò che gente anche minimamente istruita conosce, non ci fai una bella figura…

      Ti riservo a quando sarai un po’ più preparato le risposte sui restanti punti.

      Sempre che tu abbia voglia di scendere dalla cattedra del dogmatico del nulla.

      Comunque con affetto.

      • Pasquale Trotta scrive:

        Tacito che cita un tal CRISTO? Hai una vaga idea di cosa sia la FILOLOGIA e di cos’abbia dovuto rimettere insieme a causa della bigotteria di voi cristiani?

        Dattela te una ripassata alla storia. Dimmi un po’… cos’aveva donato Costantino? Tz…

        • Gmtubini scrive:

          Insomma, secondo te Gesù non sarebbe mai esistito, ma il solo frutto dell’azione millenaria di una specie di Spectre che ha manipolato una montagna di documenti storici.
          Una balla colossale, dunque, ma talmente ben organizzata e supportata a livello mondiale tanto che avrebbe retto magnificamente fin da subito all’impatto delle persecuzioni messe in atto da feroci e determinati avversari, e che continuano ancora oggi.
          A Pasquà, scommetto che anche a uno che sembra determinato e motivato come te basterebbero un paio di ceffoni dati da qualche imam per farti convertire seduta stante all’islam, figurati se gli apostoli e i seguaci di Cristo avrebbero accettato di farsi torturare e ammazzare per quella che sapevano benissimo essere una fandonia.
          Siamo seri, suvvia.

          • Trotta Pasquale scrive:

            Una specie di spectre? Mi sa che te no hai idea di cosa sia la scuola che c’è a Bologna chiamata “Scuola dei glossisti”, vero? Mi sa che te non hai idea che TUTTA LA LETTERATURA fu passata al setaccio dalla chiesa e ADATTATA (persino Iliade ed Odissea) e le quali che non poterono essere adattate vennero DISTRUTTE…? Ti sei mai chiesto che fine abbiano fatto tutti i templi pagani? E tutti gli scritti di quelle religioni? La fine è stata questa: Quelli che non richiavano di ledere il cristianesimo furono “adattati”, gli altri bruciati; stesso per i templi… Infatti non c’è un tempio di Serapide intero in tutto il medio oriente.
            Che gesù sia una balla è un fatto poichè tutte le “prove” parlano di un “cristo” che non necessariamente de’vessere il vostro gesù e l’unico che “ha parlato” di gesù esplicitamente fu Giuseppe Flavio ed è riconosciuto dalla stragrande maggioranza degli storici che il Testimonium è stato TOTALMENTE ALTERATO al punto di essere IRRECUPERABILE.
            Continui a dire che non è una truffa? Parliamo di un’organizzazione che per ottenere il potere temporale fece creare di punto in bianco un documento (La Donazioen di COstantino, poi provata falsa tra il 1400 ed il 1500 da Valla) che doveva parere scritto dall’imperatore Costantino che dava al papa potere temporale… Fai tu.
            Siete una marea di fessi che si sono fatti truffare da piccoli o dal numero di fedeli. Non è che se tutti quanti credessero che la terra è piatta allora questa diventerebbe piatta sai? Non è mai esistito alcun gesù, fu inventato a tavolino ai conicilii di Nicea prendendo degli scritti anonimi e modificandoli (gli attuali vangeli).

            Un paio di ceffoni? Se un imam provasse a tirarmi due ceffoni perderebbe l’uso di ambodue le braccia. Se avrebbero accettato di farsi torturare per una fandonia? E secondo te lo sapevano…? :) Dimmi, secondo te i kamikaze bombaroli musulmani lo sanno che sono stati presi per il culo? No? Ecco… :)
            Siamo serii? Sono serio. Hai mai visto fantasmi padri e figli di se stessi camminare sull’acqua, riportare in vita i morti? Hai mai visto medio-orientali biondi, coi capelli lunghi (espressamente vietati nella bibbia), gli occhi azzurri ed un fisico da modello di intimo? Non pensi ci sia una ragione economica dietro al permettere l’idolatria togliendo il 2o comandamento (non ti farai idoli, ecc) e splittando il 9°? E allora mi sa che quello che dovrebbe iniziare SERIAMENTE a pensare non sono io, sei tu.

        • Edo scrive:

          Tacito, Annales, XV 44: auctor nominis eius Christus Tiberio imperitante per procuratorem Pontium Pilatum supplicio adfectus erat. Censurati!

          • Trotta Pasquale scrive:

            Christus? Quale dei tanti? Mithra? Bar Kokheba? Horus? Maometto?
            No perchè sai di MESSIA dicasi “unto del signore” ne sono stati inventati A BIZZEFFE nella storia. L’unico motivo per cui si ricordano solo gesù e maometto è perchèil cristianesimo e l’islam si imposero CON LA GUERRA sterminando OGNI RELIGIONE PAGANA perchè “IL LORO DIO E ‘AMORE.
            Non sono io a dovermi censurare, sei te a doverti impiccare. >.>

    • Daniele Gomarasca scrive:

      A Pasqua’, ma che dici?
      Mai sentito parlare (punto 8), per dirne uno, del Tacito degli Annales?
      No, non è uno scrittore di fantascienza… Fatti una ripassata, neh!
      Se ometti o ignori ciò che gente anche minimamente istruita conosce, non ci fai una bella figura…
      Ti riservo a quando sarai un po’ più preparato le risposte sui restanti punti.
      Sempre che tu abbia voglia di scendere dalla cattedra del dogmatico del nulla.
      Comunque con affetto.

    • Daniele Gomarasca scrive:

      A Pasqua’, ma che dici?
      Mai sentito parlare (punto 8), per dirne uno, del Tacito degli Annales?
      No, non è uno scrittore di fantascienza… Fatti una ripassata!
      Se ometti o ignori ciò che gente anche minimamente istruita conosce, non ci fai una bella figura…
      Ti riservo a quando sarai un po’ più preparato le risposte sui restanti punti.
      Sempre che tu abbia voglia di scendere dalla cattedra del dogmatico del nulla.
      Comunque con affetto.

    • Woody scrive:

      Pasqua’, ma non sei stanco? Perchè non vai a giocare alla Playstation che, trattandosi di matematica e geometria, magari ci azzecchi qualcosa e ti diverti?
      Divertiti, non farti il sangue amaro su cose che non capisci. Vivi e sollazzati.

      • Pasquale Trotta scrive:

        Io parlare di cose che no ncapisco? Senti chi parla. Usate un amico immaginario che non conoscete per spiegare qualcosa che non capite ed IO sarei uno che parla di ciò che non capisce? Vai al bar e chiedi se ti fanno fare un giro di buon senso e digli che offro io.

  14. Umberto scrive:

    …. Caro Pasquale Trotta , lei e come tutti gli atei e anticlericali dimostra solo di essere razzista, intollerante e sa parlare solo con slogan.
    Lei e le persone come lei non siete molto diverse dal fanatismo cieco degli islamici.
    Mi permetta di rispondere… e tutti quei scienziati che hanno usato gli essere umani per fare esperimenti compresi anche i bambini (vedi i campi di concentramento) e tutti quei professori, studiosi, scienziati, e atei accusati di essere pedofili non dici nulla. ( e non dice che perchè non esistano piuttosto non se ne parla o si giustifica)
    Oppure come in Olanda dove c’è stato un partito per abolire la pedofilia…stano che non si sia creato uno scandalo.
    Io invece se sento che un ateo è stato accusato di questo non metto in mezzo tutti gli atei come lei.
    Voi invece non avendo argomentazioni, ma solo il veleno di Satana, fate di tutta l’erba un fascio, dimostrando bigottismo.
    Io non mi permetto di affrontare l’argomentazioni sbattendo in faccia cose di cui ce solo la responsabilità personale.
    E dico di più i grandi scienziati come albert einstein del progetto manhattan che sapevano cosa stavano facendo…li non si accusa di nulla, anzi li si difende.
    Dall’oltronde il razzismo è una delle figlie dell’ateismo insieme al bigottismo.

    • Pasquale Trotta scrive:

      ASSOLUTAMENTE SI. Sono anticlericale poichè è una massa di truffatori senza limiti; sono anche intollerante poichè tollerare l’intolleranza dei credenti equivale ad essere codardi… Ma non sono razzista, son dell’idea che l’unica razza a cui appartengo sia quella umana, voi invece siete quelli che si definiscono “superiori” perchè “figli di un dio”.
      IO non sono diverso da un fanatico islamico? Vediamo, io le uniche cose che insegno al prossimo sono:
      – Usare la razionalità.
      – Cercare prove di ciò che si afferma prima di affermarlo.
      – Non dare mai nulla per scontato (cosa hce i credenti fanno in modo SISTEMATICO).
      – A porre come limite alla propria libertà quella altrui.
      – A fare agli altri ciò che si vuole sia fatto a se stessi.
      – A risolvere un problema all’origine.
      Non venero alcun dio (come i cristiani) che mi porti a fare guerre sante (come i cristiani) ne vado a fare proselitismo dicendo che il mio dio è migliore (come i cristiani) ne tantomeno uso il potere religioso per comandare su una massa di ignoranti (come i cristiani) in modo che vadano a prendere il potere politico e me lo consegnino (come i cristiani). Il 20 settembre una volta facemmo breccia a porta pia. Andrebbe rifatto. E stavolta DEFINITIVAMENTE.
      professori, studiosi e scienziati accusati di essere pedofili? Mi fai una lista per favore? Giusto per sapere quanta gente dovrei mandare in galera perchè manderei in galera pure quelli. Chissà perchè però nessuno di quelli ha fatto quegli atti “perchè ha fatto un affronto a dio” o perchè “me l’ha ordinato dio”. Un partito ateo per abolire la pedofilia? Ma quella bufala cristiana gira ancora…? Ma gira ancora assieme a quella del monossido diidrogeno e delle scie chimiche?
      Atei come me? E te cosa credi di essere? Credi in Ra’? No? ATEO! Credi in Thor? No? ATEO! Credi in Osiride? No? ATEO! Sei ateo quasi quanto me, ti manca solo un dio: Yahweh. Elimina quello e sei totalmente ateo.
      Io non sono ateo, io sono NON CREDENTE. Non credo in ogni cosa, luogo ed entità immaginata e non comprovata da quando esiste l’intero universo. Voglio le prove di ciò che mi si dice. Sempre.
      Il veleno di satana? Satana NON ESISTE, è il nemico immaginario del tuo amico immaginario.
      Bigotto io? No guarda, bigotto significa PERSONA CHE HA UNA RELIGIOSITA’ SOLO ESTERIORE. Io NON HO ASSOLUTAMENTE RELIGIOSITA’ quindi bigotto è più che mai fuori luogo, ulteriore prova che parlate senza sapere cosa dicete.
      La bomba atomica? Quello è uno strumento, usato male. Ti faccio un’ipotesi: E se un enorme asteroide fosse in rotta di collisione con la terra e lo si facesse saltare con un’atomica, la vedresti ancora come una cosa cattiva? Ecco la differenza tra BUON SENSO E RELIGIONE. La scienza mio caro è solo uno strumento come può essere un coltello: puoi usarla per tagliare il pane o per uccidere, sta all’uomo sceglierne cosa farne.
      Ma la religione… L’unico scopo per cui esiste è OTTENERE POTERE. Come faccio a dirlo? Perchè in passato più che ora, chi conosceva aveva potere; la conoscenza è SEMPRE STATA fonte di potere e millantare conoscenze che non si aveva era un buon modo per scalare le vette…
      …E quale modo più rapido di dire che si conosceva il segreto del dio del fuoco? E poi del dio della terra? E oggi del dio del tutto?
      Il papa, come ogni credente, è uno che NON SA e che SI ILLUDE DI SAPERE. Niente di più.

      • Cisco scrive:

        Buongiorno Pasquale, è interessante quello che dici:
        – Usare la razionalità.
        – Cercare prove di ciò che si afferma prima di affermarlo.
        – Non dare mai nulla per scontato (cosa hce i credenti fanno in modo SISTEMATICO).
        – A porre come limite alla propria libertà quella altrui.
        – A fare agli altri ciò che si vuole sia fatto a se stessi.
        – A risolvere un problema all’origine.

        Se sei onesto intellettualmente devi ammettere che qualcun altro, usando questi stessi tuoi criteri, arrivi a conclusioni diverse dalle tue, non trovi?

        Nella tua risposta a Umberto scrivi anche un’altra cosa molto interessante: ” La scienza mio caro è solo uno strumento come può essere un coltello: puoi usarla per tagliare il pane o per uccidere, sta all’uomo sceglierne cosa farne.”

        Potrei sapere sulla base di quali criteri ritieni che una persona dovrebbe decidere, nella sua libertà, se usare la scienza in un modo o nell’altro?

        • Alberto scrive:

          Scusi trotta
          Ma come spiega il fatto che lei non può decidere neanche il numero di scarpe che porta ? Oppure che non e’ venuto al mondo per suo scelta ?
          Mi dia una risposta se possibile

        • Trotta Pasquale scrive:

          Spiacente ma scientificamente se non si portano a prove significa che le conclusioni sono errate. Di fatto, quelle del papa sono TOTALMENTE SENZA PROVE. Se non supporti le conclusioni con delle prove esse hanno lo stesso valore di un clinex usato.
          In base a quali criteri? A quelli scritti sopra: “Porre come proprio limite la libertà altrui (nei limiti del possibile)” e “fare agli altri ciò hce si vuole sia fatto a se stessi”. Questo non significa che se tu non cerchi di portare via una libertà a me io non provi a difendermi. Ipse dixit “pane al pane e vino al vino”.

      • Umberto scrive:

        Vedi è la conferma di quello che ho detto, provi solo odio e razzismo.
        Tu parli delle cose negative, ma il cristianesimo è testimoniare Gesù come un episodio in Germania.
        Due ragazze videro una persona anziana che stava seduta e triste, si avvicinarono e gli parlarono di Gesù.
        Alla fine disse vedete quel albero e vedete questa corda io mi stavo per impiccare e se voi non mi aveste parlato di Gesù, io l’avrei fatto.

        E che dire di tutte le persone di buona volontà che sono cambiate grazie alla fede e adesso aiutano nel silenzio.

        Tu critichi la Chiesa e i suoi Ministri, ma quante volte hanno fatto del bene è il Mondo non lo sa.(Lo si viene a sapere solo dopo).

        Tu Parli di usare razionalità e quanti sono gli scienziati che credono in primis Galileo Galilei credo che se fosse qui criticherebbe te, lui che disse: La matematica è l’alfabeto con quale Dio ha scritto l’universo”.

        Tu parli che non diamo nulla per scontato, qui ti sbagli chi ha veramente fede guarda le cose come se fosse la prima volta e ne rimane affascinato grazie all’amore.
        Al contrario se fossi Ateo che mi importerebbe della scienza o della ragione, perchè mi dovrei impegnare…per il bene dell’umanità, ma se l’uomo è quello che è e il bene non esiste perchè è una cosa di fede, perchè dovrei agire.

        Oppure come tutte quelle persone che hanno dato la vita per la patria, che senso hanno se si ritorna nel nulla.

        Hai dimenticato che tra 800 e il 900 quanti stati Atei sono sorti a partire dalla rivoluzione francese, e quanti innocenti sono stati uccisi perchè credenti.
        Ahh… dimenticavo quello non è omicidio ma libertà di espressione o giustizia sociale.

        Tu parli di ignoranza, ma il fenomeno del Monachesimo che ha conservato i manoscritti antichi…quello dimentichiamo.
        Parlare bene delle Chiesa fa venire l’orticaria.

        Tu parli di Buon Senso, ma questo proviene sempre dallo spirituale il buono (per gli Atei) non esiste, e i crimini più odiosi non sono male sono solo illegali.
        Come lo sterminio degli ebrei non è male solo ieri legale oggi illegale, sempre perchè secondo voi Atei non esiste.

        Disse Napoleone Bonaparte (che certo non è stato amico della Chiesa): preferisco il fanatismo all’ateismo.
        Proprio lui che ha combattuto proprio i fanatismo.

        Insomma quello che contesto di te, non è il fatto che sei Ateo e le ragioni, il fatto che tu non parli per ragionare, io per esempio se penso a Margherita Hack o la Montalcini non condivido le idee, ma ne ammiro l’impegno e la metodologia.
        Tu invece butti tutto, infangando quelli che fanno bel bene per la fede, per il solo fatto che hanno fede.

        Moscati (Santo e Grandissimo Medico della scuola napoletana) disse: Non la scienza ma la Carità a trasformato il Mondo.
        A quello chi glielo faceva fare di andare ogni volta nei quartieri spagnoli e guarire i poveri e morendo i povertà, invece di diventare ricco e potente: L’Amore per Gesù.

        • Trotta Pasquale scrive:

          “Vedi è la conferma di quello che ho detto, provi solo odio e razzismo.”

          Si, odio e sono razzista verso l’ignoranza. Ed è GIUSTO che sia così.

          “Tu parli delle cose negative, ma il cristianesimo è testimoniare Gesù come un episodio in Germania.”

          Giàò, e magari prendere i nazisti ed aiutarli a fuggire come ha fatto la chiesa.

          “Due ragazze videro una persona anziana che stava seduta e triste, si avvicinarono e gli parlarono di Gesù.
          Alla fine disse vedete quel albero e vedete questa corda io mi stavo per impiccare e se voi non mi aveste parlato di Gesù, io l’avrei fatto.”

          Oooh… che testimonianza! Ora sono convintissimo… <3
          Quando la finirete di inventare ste storielle penose nel disperato tentativo di convertire qualcuno? Fate ridere… -.-

          "E che dire di tutte le persone di buona volontà che sono cambiate grazie alla fede e adesso aiutano nel silenzio."

          Lo farebbero anche senza fede. ANZI: Non lo farebbero per guadagnarsi il paradiso, ma oslo perchè è giusto. Ci sono infatti anche oranizzazioni non credenti che fanno volontariato ed alla chiesa sta cosa non piace poichè non incasserebbe più l'8×1000 se sparisse la povertà.

          "Tu critichi la Chiesa e i suoi Ministri, ma quante volte hanno fatto del bene è il Mondo non lo sa.(Lo si viene a sapere solo dopo)."

          MAI. E ripeto: ***MAI*** Hai sempre fatto i loro interessi, oscurantismo, censura, omicidio, sterminio, mentito e corrotto.

          "Tu Parli di usare razionalità e quanti sono gli scienziati che credono in primis Galileo Galilei credo che se fosse qui criticherebbe te, lui che disse: La matematica è l’alfabeto con quale Dio ha scritto l’universo”."

          Se permetti Parli di un periodo nel quale SI STAVA USCENDO DALL'OSCURANTISMO DELLA CHIESA e nel quale se non eri credente venivi ucciso o messo ai domiciliari (come successe con Galileo); e parli di un periodo in cui si conosceva 1/10000000 di quanto conosciamo ora. Quando fu scritta la bibbia poi… non parliamone neanche di quanto si conoscesse…

          "Tu parli che non diamo nulla per scontato, qui ti sbagli chi ha veramente fede guarda le cose come se fosse la prima volta e ne rimane affascinato grazie all’amore."

          In poche parole mette uan reazione chimica endocrina prima del pensiero razionale, complimenti: è la cosa più stupida che si possa fare.

          "Al contrario se fossi Ateo che mi importerebbe della scienza o della ragione, perchè mi dovrei impegnare…per il bene dell’umanità, ma se l’uomo è quello che è e il bene non esiste perchè è una cosa di fede, perchè dovrei agire."

          No mio caro: Il bene ed il male sono relativi al soggetto, al fatto ed al tempo. Non serve credere per fare del bene, non 'cè scusa migliore del credere in compenso per giustificare il male.

          "Oppure come tutte quelle persone che hanno dato la vita per la patria, che senso hanno se si ritorna nel nulla."

          La patria :'''D
          Ascolta, la terra ha un diametro di 12 milioni di Km. L'universo ha un RAGGIO di 1.000.000.000.000.000.000.000.000.000 e passa di km… dicasi: almeno 1.000.000.000.000.000.000.000 di volte più grande. Jhon Lenon aveva ragione, purtroppo grazie a voi non ci sarà mai un mondo migliore.
          Vogliamo parlare di chi ha dato la vita? 20 settembre, breccia a porta pia per eliminare una setta di truffatori che per più di 1700 anni hanno truffato l'umanità.

          "Hai dimenticato che tra 800 e il 900 quanti stati Atei sono sorti a partire dalla rivoluzione francese, e quanti innocenti sono stati uccisi perchè credenti."

          Vogliamo parlare di quanti credenti avete ucciso voi cristiani? E quanti atei prima ancora? E quanti pagani? Ah, per inciso: Nessun ateo ha ucciso "Per l'ateismo". Trovami un credente che invece non abbia ucciso "per dio".

          "Ahh… dimenticavo quello non è omicidio ma libertà di espressione o giustizia sociale."

          No, sono stati omicidi a scopo politico.

          "Tu parli di ignoranza, ma il fenomeno del Monachesimo che ha conservato i manoscritti antichi…quello dimentichiamo."

          Quali? QUelli pieni di glosse? Gloses corrette grazie alla filologia?

          "Parlare bene delle Chiesa fa venire l’orticaria."

          Si, poichè è sinonimo di essere ignoranti.

          "Tu parli di Buon Senso, ma questo proviene sempre dallo spirituale il buono (per gli Atei) non esiste, e i crimini più odiosi non sono male sono solo illegali."

          L'atto di dovrebbe costare la pena capitale. Sparirebbe ogni persona religiosa.

          “Come lo sterminio degli ebrei non è male solo ieri legale oggi illegale, sempre perchè secondo voi Atei non esiste.”

          No guarda, i nazisti sono stati aiutati dalla chiesa. E’ esistito eccome quello sterminio.

          “Disse Napoleone Bonaparte (che certo non è stato amico della Chiesa): preferisco il fanatismo all’ateismo.
          Proprio lui che ha combattuto proprio i fanatismo.”

          Napoleone… Quello che ha causato la fine dell’illuminismo ed ha fatto ripiombare l’europa nell’oblio?

          “Insomma quello che contesto di te, non è il fatto che sei Ateo e le ragioni, il fatto che tu non parli per ragionare, io per esempio se penso a Margherita Hack o la Montalcini non condivido le idee, ma ne ammiro l’impegno e la metodologia.”

          Io non condivido e non ammiro niente della chiesa; NON HA MAI FATTO NIENTE PER L’UMANITA’ MA SOLO PER SE STESSA.

          “Tu invece butti tutto, infangando quelli che fanno bel bene per la fede, per il solo fatto che hanno fede.”

          Certo, è gente malata di mente; ha il virus “credere”. E’ pericolosa poichè diffonde ignoranza.

          “Moscati (Santo e Grandissimo Medico della scuola napoletana) disse: Non la scienza ma la Carità a trasformato il Mondo.”

          E non serve essere credenti per fare carità.

          “A quello chi glielo faceva fare di andare ogni volta nei quartieri spagnoli e guarire i poveri e morendo i povertà, invece di diventare ricco e potente: L’Amore per Gesù.”

          Oh certo, come madre teresa che lasciava soffrire le persone perchè la sofferenza avvicina a gesù? Oppure come i gesuiti in Canada dove convertivano le persone torturandole? I missionari cristiani SONO SEMPRE STATI DEI CRIMINALI; han sempre sfrutttato le peggiori condizioni del mondo per tirare acqua al proprio mulino.

    • Pasquale Trotta scrive:

      DDimenticavo: Il razzismo è figlio DI COSA? No guarda, è l’esatto opposto. Mi ricordi chi sterminò gli indigeni americani? Mi ricordi perchè cercò una strada per le indie più veloce C.Colombo? Mi ricordi chi mise in piedi la tratta degli schiavi? Mi ricordi chi ha sterminato un macello di persone in Africa ed in Asia, rubando a quella gente la terra, solo per metter le mani sulle risorse locali? Mi ricordi chi ha sterminato tutte le religioni pagane? Mi ricordi chi ha ucciso, mutilato, stuprato, torturato, bruciato vivo, ecc. chi non credeva nel suo amico immaginario? Sempre voi credenti e SEMPRE IN NOME DEL VOSTRO DIO. nessun ateo uccide in nome dell’ateismo, Gli unici morit fatti da chi non crede nei confronti di chi crede furono fatti in Russia per eliminare definitivamente il potere della chiesa sulle persone. E purtroppo non ha funzionato. Esattamente come far breccia a porta pia il 20 settembre.

      • Piero scrive:

        Ah Pasqua’, l’hai rifatto, ti sei fatto la peperonata e stanotte hai avuto gli incubi e ti sei rimesso a sproloquiare, devi stare attento, il tuo fegato non sta molto bene, attento ai travasi di bile……………..

      • Gmtubini scrive:

        Trotta, non ti farebbe male cominciare tu stesso a distinguere la realtà dalla fantasia.
        Le smargiassate da ignorantone che posti, tra il ludibrio generale, dimostrano solo che “per i bischeri non c’è paradiso”.

        • Trotta Pasquale scrive:

          Detto da gente che crede in fantasmi volanti padri e figli di se stessi è molto divertente.
          Avete il brutto vizio di non guardarvi allo specchio prima di parlare.
          Come disse il tuo dio: “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”… chi è tra noi il primo che dovrebbe distinguere la realtà dalla fantasia…? Ah già: TE.

  15. Giulio Dante Guerra scrive:

    Non ho capito – non ho avuto e non avrò mai il tempo di leggere il libro di Odifreddi – se è stato lui a definire “razionale” il discorso di Jacques Monod sull’origine dei tetrapodi, che Benedetto giudica, giustamente, “fantascientifico”. Al confronto, mi sembra più razionale la “teoria” di Katsunari Nishihara, sull’effetto della gravità non compensata dalla spinta di Archimede, che avrebbe fatto spuntare zampe e polmoni agli embrioni di pesci, le cui uova fecondate si sarebbero trovate a svilupparsi fuori dell’acqua. Se non altro, perché, a differenza dei neo-darwinisti, l’osteologo giapponese ha cercato la “verifica sperimentale” della sua teoria, facendo sviluppare “all’asciutto” uova fecondate di due specie giapponesi di squali. Il fatto, suppongo prevedibile, che i “mostri” così originati non siano mai stati capaciti di vivere oltre la vita fetale, non gli toglie il merito d’aver cercato la conferma sperimentale, come s’addice ad un vero scienziato, e non essersi contentato d’elucubrazioni matematiche…

  16. Cisco scrive:

    In effetti sono stupito anch’io che BXVI dia importanza a un personaggio come Odifreddi, lo aveva già ridicolizzato a sufficienza Severino. Così gli si fa solo pubblicità.

  17. Grazia scrive:

    Che risposta,ragazzi, tedesca nella forma e celeste nei contenuti.

  18. max scrive:

    Dio ti benedica Papa Benedetto XVI, l’ultimo Pontefice Maximum della Santa Romana Chiesa.

  19. riequilibrio scrive:

    qui l’unica cosa demolita sono i coglioni di chi si ritrova ogni giorno papa malgioglio e ratzi su tutti i giornali e i siti – manco fossero dei troll.

    forse lo sono

  20. GLS scrive:

    Il Papa emerito smonta, da par suo, le tesi di Odifreddi.
    Alcuni si stupiscono del tempo dedicato a rispondere al “matematico impenitente”,
    molto narcisista: infatti egli già gongola, e lo ha dichiarato, pensando alla prossima edizione del suo libro.
    Pensa di vendere di più grazie all’inclusione della risposta di Benedetto XVI.
    Chiederei a Odifreddi – che, ripeto, non merita granché sul piano intellettuale – se per caso ha abbandonato la sua tesi del cristiano = cretino, doppiamente se cattolico. Se no, possiamo documentare il suo convinto e compiaciuto dialogo con il “capo supremo ” dei cretini, sia pure emerito. Business is business.
    Ah, Odifreddi e’ quello che ha sostenuto la tesi di un Pascal schizofrenico. Insomma, Pascal non poteva essere contemporaneamente grande fisico e cattolico.
    Che altezza di pensiero.. Immaginiamoci il resto.

  21. Lorenzo consigli scrive:

    http://www.youtube.com/watch?v=HIlT7g1HFWw

    Penso che credere nelle leggende sia motivante, romantico e riesca a farti sentire parte di qualcosa…ma non possiamo farle, per questo, diventare realtà assolute. Benedetto e Francesco, insieme, rappresentano un buon momento per la chiesa cattolica che stava raschiando il fondo del barile. in quest’era moderna l’essere umano ha però bisogno del lavoro su di sé…attraverso sofferenza volontaria e sforzo consapevole l’uomo può liberarsi e trovare il proprio cammino spirituale, assai più arduo del semplice e pacificatore atto di fede…

    • Gmtubini scrive:

      Scusa Lorenzo se manifesto questo stupido dubbio: ovviamente il video che hai linkato dovrebbe essere esemplificativo delle bischerate a cui taluni prestano fede, come ad esempio quella che il cristianesimo sarebbe una parodia del culto del sole, vero?!

  22. saltovitale scrive:

    Una volta per tutte: BASTA rispondere a questi personaggi! La regola sia: accettiamo solo critiche costruttive. Ed educate.
    Ma non lo capite che lo fanno solo e unicamente per sentire le vostre risposte? Smettete di rispondere e si divertiranno meno.
    Inoltre: gli amministratori del sito (dei quali comincio a dubitare che esistano) facciano il loro dovere.

    • Piero scrive:

      Ma no dai, per me è esilarante, lasciamo che ci diverta. Sembra una macchietta di Zelig : “il perfetto ateo militante”, Su facebook si definisce “dove mi trovo presso Me stesso” (da notare il Me maiuscolo eh,eh,eh)
      è un nome perfetto per un personaggio di Zelig……………

  23. Umberto scrive:

    Che cesso questo pasquale trotta (minuscole intenzionali). Un’ignoranza bestiale mista a odio incontrollato contro i credenti. Un troll da manuale, fallito e frustrato come pochi… Chissà quanti ne ha presi di calci in faccia nella vita, per essere così carico d’odio.

  24. Italo Sgrò scrive:

    Benedetto XVI – Odifreddi 4-0.

    Mi piace soprattutto quando lo rimette in riga sulla questione della “fantascienza”. Bellissimo quell’aneddoto sul pescetto che “sceglie” di andare in esplorazione sulla terraferma.
    Ma il discorso ironico del papa emerito si attaglia alla perfezione anche a uno sproposito affermato da un assiduo frequentatore di queste pagine, un integralista laicista che non ha avuto il pudore di affermare che il termine “legge naturale” è un ossimoro e non significa nulla. Ecco, penso che anche a questo ignorantone che dice che “legge naturale” non significa nulla si possa tranquillamente estendere l’ironia del papa e l’aneddoto sul pesce esploratore.

  25. giuliano scrive:

    Pasquale Trotta dice
    “A me pare deficiente il papa oltre che ignorante… non sapere che aritmetica e geometria sono DUE RAMI DELLA MATEMATICA E’ GRAVE. Molto grave. E’ una cosa che si impara ALLE ELEMENTARI.”

    questo Pasquale ne sa una più del diavolo e sono d’accordo con lui, è grave molto grave, perfino più grave dell’essere gay. Forse il Trotta si chiama il Trota

    • Umberto scrive:

      Ma forse PASQUALE TROTTA dovrebbe imparare a la capacità di lettura…tutto qua.
      I papa ha detto proprio quello che dici,
      infatti ha detto che la scienza in senso stretto è Matematica, ma la Matematica un insieme di diverse discipline.
      E’ Odifreddi che fa il contrario, sulle discipline che ruotano sulla teologia.

  26. Robert Benson scrive:

    Odifreddi gode di credito solo grazie alla paccotiglia anticattolica che spaccia per filosofia….. grande il cardinal Ratzinger ad avere la carità di prendere sul serio simile personaggio.

    Ah, per piacere, basta con i troll, che vadano a sfogare le loro frustrazioni sul sito del FQ. Propongo che possano postare solo gli abbonati.

  27. Aurelio scrive:

    Certo è che se dovessimo giudicare la qualità dei ragionamenti di Odifreddi dai tenore e dai contenuti dei commenti dei suoi accoliti intervenuti su Tempi per l’occasione, ci meraviglieremmo non poco del fatto che il papa emerito si sia degnato di interloquire con lui.
    L’umiltà nel dialogo è una forma di carità, ma bisognerebbe ricordare che non conviene mettersi a discutere con un imbecille, dato che questi ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza.

  28. pietro scrive:

    E se invece di demolirlo volesse aiutarlo

    • andrea scrive:

      Caro Pietro, da Cristiano Cattolico, dopo aver letto tutti i commenti, con rammarico noto che tra molti solo tu comprendi il significato di queste parole: [Mt 9-9,13] Poi Gesù, partito di là, passando, vide un uomo chiamato Matteo, che sedeva al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli, alzatosi, lo seguì.
      Mentre Gesù era a tavola in casa, sopraggiunsero molti pubblicani e peccatori e si misero a tavola con Gesù e con i suoi discepoli. I farisei, veduto ciò, dicevano ai suoi discepoli: «Perché il vostro maestro mangia con i pubblicani e con i peccatori?» Ma Gesù, avendoli uditi, disse: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Ora andate e imparate che cosa significhi: “Voglio misericordia e non sacrificio”; poiché io non sono venuto a chiamare dei giusti, ma dei peccatori». GRAZIE! Un abbraccio fraterno in Cristo

  29. Carlo scrive:

    Trotta:
    – Pretendi che ti si riconoscano intelligenza, onestà, schiettezza, umiltà (parole tue). Spiacente, non sono disposto a riconoscerti queste doti sulla base della tua parola. Il che ti farà piacere, visto che è coerente col tuo modo di ragionare.
    – Giustamente non vuoi che ti si giudichi da un avatar; non è molto più intelligente giudicare solo sulla base di una convizione religiosa. Sempre perché ti piace basarti sui fatti: o conosci personalmente ogni singolo cattolico, oppure smetti di distribuire patenti di ignoranza ed idiozia. Grazie.
    – Penso sia vero che non sei un ignorante o uno stupido (della tua buona fede dubito già un po’ di più), quindi credo tu sappia molto bene che alla base di qualsiasi religione c’è un atto di fede, e che quindi questo tuo chiedere prove scientifiche (2+2=4) per l’esistenza di Dio o del diavolo, non ha alcun senso. Saprai anche, credo, che il compito della teologia non è affatto dimostrare scientificamente l’esistenza di Dio.
    – Hai scritto tantissimo, non si riesce a rispondere a tutto, ti faccio solo notare che diversi sfondoni, secondo me, li hai regalati anche tu.
    Saluti.

    • Trotta Pasquale scrive:

      Io non pretendo niente che non sia un po’ di onestà da parte dei credenti ma chiedere onestà a gente che mente a se stessa dalla mattina alla sera nonchè al prossimo è come cercare un kg di cioccolata in una pila di letame.
      – Non giudico sulla base di una convinzione religiosa, giudico SULLA BASE DI UNA CONVINZIONE poichè convincersi di qualcosa non cambia la realtà, ti illude solo che una cosa sia come in realtà non è.
      – Infatti dio non si dimostra, è proprio per questo che è falso: NON C’E’ PROVA e l’assenza di prova non conferma che possa esistere. Di fatto NON PUO’ esistere un dio perchè l’intero universo dice l’opposto. E’ troppo complesso per essere creato e quando crei qualsiasi cosa NON BUTTI TUTTO ALLA RINFUSA, cerchi di fare una cosa il più semplice ed efficente possibile in primis, ed in secundis non esiste un “prima” dell’universo; il tempo dipende da energia e spazio nonchè dalla loro concentrazione; ne consegue che senza energia e spazio NON PUO’ ESSERCI una creazione poichè NON CI SAREBBE IL TEMPO PER CREARE, IL LUOGO DOVE FARLO E L’ENERGIA PER FARLO. E non tirarmi fuori la favoletta dell’onnipotenza poichè è totalmente paradossale… Se il tuo dio fosse onnipotente potrebbe creare un dio più onnipotente di lui ma questo significherebbe che gli manca qualche potere, e se non potesse crearlo non sarebbe onnipotente comunque perchè non potrebbe crearlo. Chi dice che una cosa c’è deve dimostrare che c’è, non chi dice che menti. Io non dico che non c’è, dico che menti perchè non port prove e dato che NESSUNO salta fuori dal nulla a dire “non esiste questo!” o “non esiste quello!” senza qualche saltimbanco che lo nomini prima, chi deve portare prova per primo è chi afferma che una cosa c’è. I credenti non portano prove di ste divinità da 300000 anni a sta parte, quindi mentono PERTANTO non può esistere un dio. Sai come si chiama questa? Logica. E sono in buona fede poichè eliminare le credenze porterebbe alla sparizione di truffe mondiali che fanno andare perse una quantità di risorse allucinante, risorse che potrebbero essere impiegate meglio che per una nuova papamobile.
      – Non ne ho scritti di sfondoni. Son fatti scinetifici quelli che riporto.

  30. Franco scrive:

    Sì sì, Gesù non é mai esistito …ecco perché hanno ucciso migliaia di cristiani nei primi secoli…una mattina si son svegliati e hanno detto:”dai inventiamoci Cristo così ci facciamo ammazzare” ….idem per i discepoli…e tutte le epistole? Sono ologrammi di alieni. Dire che non si creda nella divinitá di Gesù é una cosa…dire che non é mai esistito é come dire che esistevano i marxisti e Marx no…ridicolo….

  31. maya scrive:

    il problema non è se Gesù è esistito
    il problema è che un uomo dica di rappresentarlo…
    il problema è che uomini si permettono di interpretarlo e usare ciò per potere e soldi…

    il problema è tutto vostro signori cattolici

    chissà che sorpresa quando si scoprirà che non dovevamo parlare del nulla ma fare.

    • Paolo2 scrive:

      Urca, che commento!!!!

    • Carlo scrive:

      – Se sai che è non dico risorto, ma esistito, saprai anche che ha fondato una chiesa. E’ dalla sua morte che un’altra persona ed una gerarchia hanno iniziato a rappresentarlo, com’era ovvio che succedesse. Qual è “il problema”? Se non riconosci il papa come vicario di Cristo, è sufficiente che non lo ascolti.
      – Se per te la religione cristiana si riduce alla ricchezza del papato, “il problema” è che non sai di cosa parli. O più probabilmente sei in malafede.
      – Il “problema” è di qualsiasi religione, che in quanto tale si fonda su un atto di fede.
      – Premesso che ovviamente non sai NULLA di quello che ciascun cattolico fa o non fa oltre a parlare, non credo che qualcuno ti impedisca di “fare” (???). Quindi: muovi le chiappe.

      • maya scrive:

        mi puoi spiegare cos’è un atto di fede?

        • Carlo scrive:

          Grossolanamente e per quel che riguarda me: pur sapendo che Gesù Cristo non ha all’attivo pubblicazioni su “Science” a riprova della sua natura divina o della sua resurrezione, scelgo di credergli. Spesso con fatica e sempre coltivando dubbi, non ho problemi a dirlo.

          • maya scrive:

            ma la fede non è un dono?
            come puoi scegliere di avere fede?

            non mi interessa se non è stato pubblicato su una rivista scientifica, provo a usare il cervello.

            • Carlo scrive:

              La fede E’ un dono. Accettarlo o meno è una scelta.

              • maya scrive:

                ma accettarlo non significa fare una scelta? e di conseguenza fare un ragionamento?

                “…credo che il Vangelo sia vero… credo che la Bibbia sia ispirata da Dio… ho paura dell’inferno,,,,” tutto questo è una scelta “conveniente”: farò il bravo così andrò in Paradiso, non è una scelta? e quindi cosa c’entra con la fede?

                • Carlo scrive:

                  Te l’ho appena detto io che è una scelta… E certamente ci può essere un ragionamento, anzi per me è bene che ci sia. Rimane il fatto che scegli di credere a realtà che per loro natura sono indimostrabili scientificamente ed oltre la portata dell’intelletto umano, quindi ad un certo punto il ragionamento si ferma. Mi sembra abbastanza semplice. E, come Trotta e molti altri, non dovresti parlare del perché uno crede, di convenienza, ecc. semplicemente perché non sai nulla di cosa spinga a credere una qualsiasi persona.

                  • maya scrive:

                    mi stai giudicando e chiudendo la bocca… ah! quel vizietto che non riuscite a togliervi! bello il tempo dei falò!!! ah ah ah

                    ma io credo! in un coniglio dai 3 occhi rosa, la coda lunga e gialla, le orecchie blu!
                    e mi salverà anche se ammazzerò ruberò e violenterò, perchè mi ha detto che basta credergli! ( se poi gli offro qualche soldino…)

                    pace e bene

                    • H.Hesse scrive:

                      Che bei ragionamenti profondissimi.

                    • Carlo scrive:

                      @ Maya: bravo, solo che 1) dov’è che ti avrei ti avrei giudicato? 2) Non ti ho chiuso la bocca. Semplicemente, la domanda è: tu sai VERAMENTE cosa motiva ME a credere? Se rispondi sì, menti sapendo di mentire, perché fino a prova contraria non lo sai. Quella della convenienza è un’opinione tua, che è del tutto legittima, purché tu non pretenda di attibuirla a ME, visto che non mi leggi nel pensiero. Adesso hai capito?
                      Ho il massimo rispetto per la tua fede nel coniglio, veramente. Io sostengo il dialogo interreligioso.
                      Pace e bene anche a te.

    • Umberto scrive:

      Non è mai esistito…scusa su quale base storico-scientifica è basata questa tesi.?

      Il problema della rappresentanza, dov’è il problema? In tutte le società c’è un fondatore e i successori che lo rappresentano? Con la differenza che la Chiesa con gli Ebrei stanno ancora li?

      L’interpretazione delle cose fa parte della base culturale, di qualsiasi specie. Interpretare è importare per delineare la strada (es. una sentenza della corte costituzionale interpreta le situazione in virtù della costituzione)

      Per i soldi e il potere… mai negato il problema, ma non mi dire che è solo un problema cattolico e quelli che hanno sfruttato le profezie dei Maya per far soldi per esempio…o quelle che fanno soldi sfruttando le persone, o quelli che sfruttano l’anticlericalismo per mettersi in mostra…

      Noi sinceramente non abbiamo problemi sono gli altri che continuamente ci attaccano..vorrei ricordare che è Odiofreddi a scrivere contro la Chiesa Cattolica, non li contrario, stavolta il Papa l’ha risposto.
      O si deve supporre che il papa non ha neanche liberà di parlare…

      Per la sorpresa tu ti contraddici, perchè se non c’è il nulla come faccò ad essere sorpreso, non potrò pensare ne positivo ne negativo.
      Se invece la sorpresa che le verità della Chiesa Cattolica sono Vere…come l’esistenza del Paradiso o dell’inferno…allora si che uno sarà sorpreso o in senso gioioso o nel senso del pianto….

  32. Carlo scrive:

    @ Pasquale Trotta:
    qualche “dato in entrata” per una minima parte di quello che hai scritto.
    – Definisci tutti i credenti degli idioti che dopo una preghierina si sentono meglio. Per prima cosa non li conosci tutti (o forse sì, stupiscimi con le tue prove); in secondo luogo è un’opinione, buttata a c***o. Come pretendi da tutti, scrivi ciò che puoi dimostrare.
    – Tu puoi anche dire che tutto dipende dai “dati in entrata”; ma il FATTO è che non sai nulla delle motivazioni che spingono un qualsiasi credente a fare qualsiasi cosa.
    – Questa dell’impossibilità di libertà in un universo come il nostro, te lo riconosco, è una scusa del tutto nuova per evitare di prendersi responsabilità nella vita. Quando ammazzerò mia suocera, invocherò l’attenuante della natura chimico-fisica dell’universo, e dirò che a sparare è stata una reazione endocrina. Assolto.
    – Porti a esempio da seguire, giustamente, M.L. King. Sai benissimo che era un pastore protestante. Anche se era un credulone, allora lui lo salviamo?
    – Scrivi: “Gli unici morti fatti da chi non crede nei confronti di chi crede furono fatti in Russia”. Altro sfondone. Posso aggiungere solo un paio di situazioni fra le altre? Genocidio vandeano, Guerra cristera, triangolo rosso, tutto l’est Europa prima del 1989, la Cina di oggi.
    – Sai chi è Marco Bersanelli? Uno scienziato. Che presumibilmente, in campo scientifico, nella vita ha fatto qualcosa più di te (leggi il suo curriculum). Eppure è cattolico. Lo possiamo togliere dal mazzo degli idioti? E magari riconoscere che la spiritualità non sempre è in conflitto con la scienza?
    – Hai scritto di essere pulito, intelligente, QI158, e un gran informatico. Ah, giusto, anche umile. Una madre Teresa o un Giuseppe Moscati o un Francesco d’Assisi non avevano forse il tuo QI e non smanettavano al computer, ma suppongo che anche loro abbiano fatto qualcosa più di te per migliorare il mondo. E il loro “dato in entrata” era Cristo. Senza quello avrebbero fatto altro. Ammettiamo pure che abbiano creduto a una fiaba. Il frutto è da buttare?
    – Prima del cristianesimo i filosofi si incasinavano la vita da soli, tant’è che hanno ipotizzato modelli dell’universo rivelatisi sbagliati. Tuttavia anche persone con un QI<158 capiscono il loro contributo all’umanità, e quindi li si studia. Se tu invece non riesci a capirlo, forse devi rifare il test per il QI.
    – Che sia praticamente impossibile non credere è semplicemente falso. Tant’è che l’Europa si è secolarizzata, e continua a farlo. Il solo fatto di dipendere, da bambino, dalla presenza di adulti, ti espone alla loro influenza, qualsiasi cosa ti dicano o non ti dicano. Il che non impedisce di prendere altre strade, come tu hai fatto.
    – Proprio perché siamo tutti influenzati da tempi, luoghi, culture e religioni: Dante, Brunelleschi, Leonardo, Michelangelo, Caravaggio, Bernini, Mozart, Manzoni, e tutti quelli che vuoi aggiungere alla lista hanno espresso il loro genio in un’opera in quel modo e solo in quello. Anche se non tutti erano cristiani esemplari, hanno realizzato per amore o per forza opere religiose. Anche qui, ammettiamo che abbiano piegato il loro talento al servizio di una causa sbagliata. Se non ci vedi un contributo all’umanità solo perché non puoi misurarlo col termometro, secondo me è ora che tu spenga il computer e faccia anche altro.
    – Scendi dal pero.

    • Trotta Pasquale scrive:

      @Carlo: qualche risposta:

      – Posso dimostrarlo, scientificamente è appurato che pregare o fare meditazione da benefici quanto dormire ma in quantità molto minore (in poche parole sarebbe più utile dormire al fine di sentirsi meglio), google is not your enemy.

      – Non è necessario saperlo, il cervello funziona come una blackbox: dati degli ingressi da un’uscita. Vuoi un esempio? Ok: Te stai leggendo questo messaggio, in questo preciso istante che te l’ho fatto notare te ne sei anche reso conto che lo stai facendo, ora che hai letto questa parte ti sei anche reso conto che io sto prevedendo in parte ciò che tu stai pensando e stai rifiutando l’idea che ciò che io sto scrivendo possa essere vero; non conoscendoti non posso dire esattamente quale sarà la tua prossima reazione opichè a questo punto potresti continuare a leggere oppure no a seconda di dati che non ho possibilità di sapere, le scelte sono due: o continui a leggere curioso di vedere dove vado a parare oppure smetti di leggere e salti all’ultima riga prima della fine. Ora che stai leggendo questa frase ti stai accingendo a pensare a cosa rispondermi.
      Non è difficile capire come pensa una persona. Come t’ho già detto, pur non sapendo tutti gli input è possibile prevedere parte degli output, sapendoli TUTTI (memoria inclusa) potrei prevedere PERFETTAMENTE ogni tuo comportamento. E questo perchè NON HAI tutta la libertà che pensi e NON SAI neanche cosa sei, dove stai e come funziona dove ti trovi.

      – Spiacente ma io le responsabilità me le prendo, se dico una cosa, gli eventi che accadono sono dipesi da me indipendentemente che io abbia pouto farci qualcosa ed è giusto che ne affronti le conseguenze.

      – Non lo salvo perchè era un pastore protestante e quindi in parte danneggiato dal virus “credere”, quella parte di cervello non danneggiata ed in grado di ragionare logicamente e razionalmente però è riuscita a produrre cose fantastiche e concetti che molte persone dovrebbero seguire; è un peccato che sia stato infettato, se non fosse stato infettato da un virus che gli ha dato una parte irrazionalità, cos’avrebbe potuto produrre? Ed Einstein? E Pascal? Tutta gente infetta parzialmente dal virus credere. Il papa? Infetto TOTALMENTE dal virus. Te? Dato che stai cercando di ragionare e comunque cerchi di capire direi che il tuo cervello non è stato distrutto totalmente dal virus ma solo parzialmente… Prendi un Ted Haggard o un Billy O’Reilly invece: Sono individui così infetti da non essere in grado di pensare.

      – Nel genocidio vandeano si vede l’esercito REALE e quello CATTOLICO; non vedo atei. L’esercito reale era composto anche da cristiani NON CATTOLICI, quindi ti sei fatto un autogol. La cristera pure: Da una parte i MASSONI (teisti) e dall’altra i CRISTIANI… Altro autogol, credenti contro credenti. Il triangolo rosso? I comunisti (altra forma di credenza, anche se non teista) uccisero LAICI E CREDENTI. L’est Europa? Hanno massacrato solo i ministri (ed han fatto bene) poichè truffatori; in quel periodo i ladri li impiccavano ancora se non sbaglio, bisognerebbe riprendere l’abitudine, a roma tra Parlamento e Vaticano ne abbiamo un po’ da inforcare. La Cina? Quello è palesemente uno sterminio per cause politiche.
      Ripeto: Dov’è che un ateo avrebbe ucciso “perchè non esiste alcun dio”?

      – No, è la prima volta che lo sento. Che devo dire? Stessa cosa di M.L.K. si vede che non era totalmente danneggiato a livello cerebrale ed ancora in grado di ragionare, almeno in parte.

      – Pulito sono pulito, non bevo, non fumo, non mi drogo ed adoro farmi la doccia, vuoi le foto mentre mi faccio la doccia? Non so se sei quel genere di feticista… QI158 l’ho scritto perchè m’han detto di fare il test del QI, il risultato che feci anni fa fu quello, gran informatico? No, io sono un informatico e, dati i risultati, mi ritengo abbastanza dotato per il mio campo. Jobs è stato un gran informatico, Gates è stato un gran informatico, Torvalds è un grande informatico, Fanning è stato un gran informatico; io al confronto sono solo un wannabe. Riguardo all’umile: riconosco il mio posto dell’universo, non sono il centro dell’universo ma non sono neanche così insignificante… Una cosa è certa… Per favore… NON PARAGONARMI MAI PIU’ A QUELLA TRUFFATRICE DI MERDA DI MADRE TERESA. Grazie. La sola idea di essere paragonato ad un individuo così abietto, bugiarto, truffatore, millantantore, malato di mente e ipocrita mi da il voltastomaco. Una stronza che lasciava morire le persone perchè “il dolore avvicina a gesù” in una stamberga che stava in piedi con lo sputo gestata da gente senza nessuna conoscenza medica con materiale ospedaliero fatiscente e infetto nonostante le donazioni miliardarie e che quando s’è sentita male è andata a farsi curare al Maho negli stati uniti, mica in una sua stamberga, perchè di quelle stamberghe ne aprì SOLAMENTE UNA (per fortuna). Riguardo a Moscati, vedi ancora M.L.K.. Per Francesco d’Assisi… Dobbiamo seriamente parlarne? Un individuo che predica la povertà e poi tira su un monastero? Coerenza zero.

      – Ma non dire cazzate :”’D BEN PRIMA del cattolicesimo, Aristarco aveva già CAPITO TUTTO dell’universo, aveva già capito che il sole NON RUOTAVA attorno alla terra ma che era il contrario e che le stelle erano altri soli. Poi vennero le religioni monoteiste con il loro egocentrismo ed antropocentrismo e andò tutto a puttane.

      – Io non credo nel modo più totale. Sono la prova vivente che ti sbagli. Io ho preso altre strade solo perchè esiste internet, c’è possibilità di informarsi, c’è possibilità di sapere nonostante la merda religiosa che i credenti mettono in rete. Ma prima di internet…? La gente credeva perchè tutti attorno lo facevano; si era cristiani perchè i genitori lo erano e così via, anche se non credevi ti definivi cristiano; la religione, di fatto, era (ed è in parte ancora oggi) quella dei propri genitori e della gente attorno; è tutta una questione di luogo e di epoca. Sei nato in Italia nell’ 800d.c.? Sei cristiano. Sei nato in Arabia nel 1200 d.c.? Sei musulmano, sei nato in Egitto nel 3000 a.c.? Veneravi sicuramente Ra o Iside o Seth o un’altro dio egizio, e così via.

      – Infatti si sono piegati ed hanno sbagliato a cuasa del virus “credere”. Alle bugie NON CI SI DEVE PIEGARE, si deve rendere pan per focaccia a suon di fatti e non di cazzate.

      – tirati schiaffi 10 alla volta finchè non diventano dispari e ti svegli. (devi sapere un minimo di matematica e di informatica per capirla)

      • Carlo scrive:

        – Io prego, ma la cosa non mi fa stare meglio. Quindi cos’hai dimostrato? Google non è mio nemico, ma nemmeno l’unica mia fonte di informazioni.
        – Fammi conoscere l’equazione che, conoscendo tutti i dati in entrata, ti consente di prevedere il comportamento di qualsiasi essere umano.
        – Sei in contraddizione palese: se tutto quello che fai è spiegabile con stimoli esterni e reazioni endocrine e sei del tutto privo di libertà, è evidente che la tua responsabilità morale è pari a zero. Deciditi.
        – Dimostra che il credere è un virus che danneggia parti del cervello oppure cambia disco.
        – Ok, alle ortiche anche King. Se però ammeti che qualcosa di buono ha detto, è già caduto il tuo dogma sulla perniciosità totale dei cristiani.
        – Se non vedi atei nella strage dei vandeani sei tu che devi studiare di più la storia. Idem per i cristeros e l’est Europa. Dove sono gli autogol? Il discorso del triangolo rosso è un’altra TUA contraddizione, visto che TU hai tirato fuori la Russia come esempio. I sovietici non erano “credenti” nel comunismo? Anche qui, deciditi: hai sbagliato prima o adesso? E comunque non fare il furbo: la “credenza” politica non ha niente a che fare con la religione. Cina: la sostanza è che non credenti ammazzano credenti, perché la religione è di ostacolo. Quello che tu attribuisci ai sovietici e di cui senti la mancanza. Gli specchi sono scivolosi.
        – Su Bersanelli (che per la cronaca è vivo e vegeto), come sopra: è bastato un nome per dimostrare che il tuo dogma che i cristiani sono tutti idioti e dannosi non è una verità scientifica, ma una tua opinione. Che come tale vale zero.
        – No grazie, le tue foto sotto la doccia tientele. Intelligente come sei, non hai capito: che tu dica quanto sei buono e giusto non conta nulla, perché qui nessuno ti conosce. DIMOSTRA (non vedo come tu possa) o l’elencazione le tue virtù è bar sport. E narcisismo. Dico bene?
        – Non ti ho mai paragonato a Madre Teresa. E non me lo sogno neanche… Che LEI abbia fatto bene a molte persone non è un’opinione (visto che tu i fatti li accetti). Quello che tu pensi di lei è irrilevante. Quanto a S. Francesco: visto che i benefattori sono tutti atei, lui ha lasciato tuti i suoi beni un po’ prima di loro e se sai la storia (ma hai già DIMOSTRATO, questo sì, di non saperla tanto) sai anche che viveva in povertà.
        – Se pensi che Aristarco sia stato l’unico filosofo precristiano, si vede che hai fatto 1 ora di filosofia nella tua vita. E poi il fatto che lui avesse CAPITO, per te non dovrebbe contare nulla, visto che non poteva scientificamente DIMOSTRARE. O no?
        – Ti do una notizia: la gente ha smesso di credere prima che arrivasse internet (a parte che io leggo anche libri, non so te). Non mi hai risposto. Che ci siano influenze l’ho detto anch’io. Ma quello che tu spacci come fatto è che non si può non credere. I FATTI VERI dicono il contrario. Punto.
        – La pietà di Michelangelo è sbagliata? I quadri di Caravaggio? La cupola di Brunelleschi, che è un capolavoro tecnologico? Sei tu il pazzo. E arrogante.
        – Ripeto: scendi dal pero.

        • Trotta Pasquale scrive:

          – Si vede che lo fai ma non sei convinto di ciò che fai. Se stai pensando “Quindi è come un placebo?” la risposta è si.
          – Hai delle basi di psicologia o devo parlare come mangio per spiegartelo? Di base ci sono azioni che portano conseguenze che sono sempre uguali, altre dipendono dal carattere che dipende dalle consocenze e dai sensi della persona. Un esempio: Se io ti infilo nella schiena una moneta bollente senza che te lo aspetti avresti uan reazione FACILMENTE prevedibile e cioè cercare di toglierla poichè ti darebbe fastidio, l’azione dopo invece dipenderebbe dai dati in memoria e dagli input (il senso del tatto per il calore della moneta, la vista per vedere se rido, l’udito per sentire se sto ridendo, ecc)… Potresti tirarmi un pugno, urlarmi che sono un coglione o chiedermi per quale maledeta ragione ho fatto una cosa così bastarda… In poche parole dipende dal tuo carattere e quindi da dati che sono incognite. Un esempio più lampante sono gli animali. Ci sono animali (vedi il mio gatto) ai quali danno fastidio determinate cose ed una volta che conosci l’animale (o la persona) sai che se fai quella cosa causi quella reazione; nel caso del mio gatto se passo un dito dietro alle orecchie chiude gli occhi, se l’accarezzo sulla pangia la prima volta mi allontana la mano coi piedi, la seconda prova a graffiarmi e poi a mordermi. Questa reazione potrebbe essere accellerata dal suo stato psicofisico (dicasi è in stato di eccitazione perchè magari stava giocando) oppure rallentata (magari stava dormendo). Ora ti faccio io una domanda: Sai cos’è la lettura a freddo?
          – Ma assolutamente no. Sono stato io a fare quelle cose quindi è colpa mia, pertanto sono pericoloso e devo essere rinchiuso o giudicato a prescindere che io le abbia fatte “avendo potuto scegliere” oppure no e quindi devo affrontarne le conseguenze.
          – Ok: Chi crede ha il meccanismo di pensiero invertito: Invece di portare prove a supporto o contro i fatti cercano fatti a supporto delle prove; e questo è un fatto. Inoltre, mediamente, come dimostrano più di settanta studii sull’argomento, chi no ncrede è mediamente più intelligente di chi crede e l’intelligenza è conseguenza di un cervello funzionante.
          http://en.wikipedia.org/wiki/Religiosity_and_intelligence
          – Non ho alcuni dogmi, i cristiani (come ogni altro religioso) non passano sopra ai loro dogmi e se lo fanno è perchè non credono realmente ma lo fanno solo perchè lo fa il tizio affianco o perchè gli hanno detto di farlo; cit. o .
          – L’ho già studiate quelle guerre e non c’erano così tanti atei implicati quanto i cristiani di più sette. Dammi retta, vai a dare una ripassata che non sia sul sito del catechismo cristiano. In cina la situazione è politica perchè il leader religioso E’ anche un leader politico quindi è una questioen di politica e di gente che segue lil leader religioso perchè “E’ il leader religioso” e si sa quanto i leader religiosi siano pericolosi a livello politico poichè gli imbecilli che credono alle cazzate sono tanti e sono pericolosi.
          – I cristiani SONO PERICOLOSI perchè credono e diffondono quel virus al prossimo. QUELLO è il motivo per cui sono pericolsi, diffondono un bio-virus informatico che porta le persone a non pensare. Di fatto il motivo per cui studio informatica e vorrei poi studiare medicina sarebbe uqello di cercare di creare un antivirus che possa non solo eliminare il “credere” ma anche sistemare il modo di pensare e possibilmente un “vaccino”.
          – Se non me l’avessero chiesto non l’avrei scritto, la questione è tutta li, se non voelte sapere le cose non chiedetele, siete specialisti in quello no? >.>
          – Infatti non è un’opinione, NON HA MAI FATTO NULLA DI BENE. C’è un motivo se a Calcutta la chiamavano “Il mostro”. Non è un mio pensiero, sono fatti e ci sono prove di quanto dico:
          http://rationalwiki.org/wiki/Mother_Teresa
          – Bene, dimostrami che io credo. No perchè sai com’è, io definisco me stesso come NON CREDENTE. Sei te che sei così cieco da non comprendere hce si può vivere anche senza cerdere basandosi solo sui dati che si ha e cambiando opinione davanti ai nuovi fatti.
          – Sono opere d’arte ispirate a degli orrori.
          – Ripeto, togliti I PROSCIUTTI (non le fette, te c’hai i prosciutti interi) da davanti agli occhi.

          • Carlo scrive:

            Ti rispondo un’ultima volta, vedo che la cosa è sterile per entrambi:
            – Per l’ennesima volta: quello che tu presumi di sapere sulla convinzione che metto nelle cose o su quello che mi chiedo al momento conta zero. Finiscila.
            – Quindi, per parlare come mangi: non hai i dati in entrata, non esiste un modo codificato e scientifico per ordinarli, ma sì, si può prevedere il comportamento di una persona qualsiasi perché per il tuo gatto funziona. Scusa, non sono convinto. Per inciso: so della lettura fredda solo a grandi linee. Non dubito che funzioni, ma prevedere il comportamento di una persona non è proprio la stessa cosa…
            – Ai fini della responsabilità il punto sta tutto nell’aver potuto scegliere. Chiaro, se ammazzi qualcuno sei visto dalla società come pericoloso e ti buttano dentro. Ma a livello di responsabilità personale, se è come dici tu, la “scelta” è solo un altro nome con cui chiami l’effetto di tantissime variabili, caratteristiche innate, patrimonio genetico, altre decisioni a loro volta effetto di altre cose, ecc., tutte indipendenti dalla tua volontà, che ti hanno portato a fare quello. In pratica hai seguito un binario. Dove sta la tua responsabilità? Magari hai ragione tu a pensare che l’universo sia così. Dico solo che se pensi così devi abbracciare tutte le conseguenze e che (opinione mia) è una visione autoassolutoria.
            – Ok, fatto sta che ci sono stati e ci sono tuttora molti scienziati credenti. Che hanno dato e danno contributi positivi, cosa che tu negavi risolutamente, sbagliando. Inoltre è ovvio che un Bersanelli nella sua professione usi il tuo stesso meccanismo di pensiero. Anche questo è un fatto. Quello della fede è un passo ulteriore che riguarda lui.
            Non capisco cosa intendessi dimostrare citando quello studio. Esso ovviamente NON dimostra che i credenti siano stupidi (tant’è che, al contrario di te, almeno finora, molti hanno contribuito al progresso scientifico dell’umanità), nè che abbiano un virus, nè tantomeno che, se abbandonassero la fede, otterrebbero risultati migliori in ambito scientifico.
            – Io la storia la studio sui libri di storia. Se tu la studi sul catechismo (o su wikipedia), si spiega perché non la conosci. La questione che hai posto TU non è chi fosse più o meno implicato: hai proclamato che mai gli atei hanno ammazzato credenti perché tali. Il che è falso. In cina la chiesa cattolica fedele a Roma è clandestina, quindi non ha alcun potere politico.
            – Quindi, tradotto dal pasqualtrottese, il “virus” di cui parli non esiste, o almeno al momento non ce n’è prova. E allora di cosa parli, tu che vuoi sempre le prove e ne hai per tutti? Bio virus informatico? E vieni a rompere con la fantascienza? Inoltre TU dici che i credenti vanno eliminati perché fanno solo del male. Ripeto, basta un nome qualsiasi a dimostrare che almeno “qualcosina” di buono lo hanno fatto. Fattene una ragione.
            – Nessuno ti ha chiesto come sei, chissenefrega. Quello che dovresti capire è che il rigore nelle argomentazioni che pretendi dagli altri lo trascuri tu per primo, portando le tue “virtù” a sostegno delle tue tesi. Dati non oggettivi e riscontrabili. Chiaro?
            – Avesse curato anche una sola persona, io gliene do atto. E poi perdonami, è ridicolo questo voler dare prove con pagine di rationalwiki. Se ti dicessi “vai a vedere wikipedia che dice il contrario”, allora daresti ragione a me?
            – Mi prendi in giro? TU hai detto che prima di internet era praticamente impossibile NON credere. Io ho detto che non è vero, che già da prima l’Europa ha iniziato a secolarizzarsi. Io capisco benissimo che si possa vivere senza credere, e cambiare opinione. SAI LEGGERE?
            – Ancora: chissenefrega se Pasquale li considera ispirati a orrori? Il FATTO è che sono nate in quell’ambito innovazioni non solo artistiche, ma tecnologiche, ingegneristiche, architettoniche, scientifiche, che servono anche a TE. Se non vuoi riconoscerlo perché ti toglie le tue certezze, è un limite tuo.
            Addio.

            • Trotta Pasquale scrive:

              Io pure:
              – Ce ne metti parecchia.

              – Ho i dati in entrata, ciò che ti dico è un dato in entrata, il fatto che li leggi tramite un computer è un dato in entrata. CI sono dati che hanno layer d irilevanza; stai leggendo quello che scrivo quindi ciò che ti sto scrivendo sono dei dati con un layer di rilevanza più alto; ciò che hai memorizzato è sempre al layer più alto. Per non ho tutti gli input intendo dire che non so se c’è la temperatura giusta in camera tua e non so quanti neutrini ti attraversano il corpo come non so cos’hai in memoria.
              – Non sta nel poter scegliere, sta nella causa. Io ho causato quello, indipendentemente se potevo o no scegliere son stato io a farlo, cioè il mio corpo, guidato dai varii input ha dato un output; come l’ho fatto uan volta potrei rifarlo quindi sarebbe comunque colpa mia e bisognerebbe prendere delle precauzioni a riguardo.
              – Una minima quantità rispetto agli agnostici, agli atei ed ai non credenti. Finchè una persona crede non può essere totalmente obiettiva su ciò che ricerca; specialmente se ricerca cose che da un credente vengono attribuite agli dei tipo l’inizio dell’universo e la fine.
              – La storia UMANA per come la conosciamo ha poco senso, ci si basa in maggior parte sulle testimonianze che possono essere facilmente falsate, quindi è quasi del tutto inaffidabile. Quella preistorica è più affidabile di quella umana purtroppo poichè la storia umana è scritta dai vinti e non dai vincitori e le glosse cristiane dimostrano quanto fossero “affidabilI” nel riportare i fatti.
              – La prova c’è: Il comportamento dei credenti che segue uno standard, le modalità di diffusione sempre uguali, il bersaglio scelto è sempre dello stesso tipo e soprattutto i danni sono sempre quelli elencati. Potrei fare un sondaggio anche tra 1 miliardo di persone ed i risultati sarebbero sempre gli stessi.
              – Ma che cachcio vuoi? Non sono stato io a chiedere se dovevo scriverlo, m’hanno fatto una domanda ed ho risposto… Ma guarda questo >.>
              – Non ha curato nessuno, ha fatto solo morire persone a causa delle infezioni salvabili anche solo portandole in ospedale, per una credenza malata che aveva lei. Questo è ciò che dimostra che te sei solo convinto delle cazzate che dici.
              – E lo continuo a sostenere, chi era ateo o taceva o veniva linciato. Era impossibile essere se stesis e dovevano adeguarsi alla mass prima dell’illuminismo, poi la gente riacquistò libertà di parola per un po’ di tempo, quindi la chiesa cercò di riprendere il potere sfruttando invece del potere centrale il potere dei fedeli.
              – Non li considero io, è un dato di fatto: Sono monumenti all’ignoranza umana: Dovrebbero sparire per il bene delle generazioni future.

              • Luciano scrive:

                Caro Trotta, tu vai troppo dietro alla scienza e a tutto quello che leggi sui libri di scuola… prendi tutto come oro colato. IL classico ateo che ripudia le religioni ma che bacia i piedi ( e forse anche altro) a una scienza che è al servizio di chi comanda il mondo, cioè multinazionali, lobby farmaceutiche, banche e industria delle armi.Non SEI altro che l’altra faccia della stessa medaglia!!!! Ricordati: non tutto quello che scientificamente viene considerato giusto o cmq utile ( spesso fa più danni che altro semplicemente perchè i dati vengono taroccati ma a te questo non frega una cippa, vuoi prove come spesso arrivano dopo svariati anni, vedi sigarette, vedi amianto, vedi radiazioni ecc) è l’unica alternativa. Ne esistono tante ma spesso possono avvalersi di pochi strumenti(economici) per essere ufficialmente convalidate (anzi spesso vengono contrastate e il motivo è facile da intuire e dovrebbe esserlo anche x te). C’è chi ha i prosciutti sugli occhi per quanto riguarda la religione e Dio, e chi invece ce li ha nei riguardi della scienza e di ciò che ci vogliono far credere!!!! e spesso i secondi sono peggiori dei primiiii… a buon intenditor poche parole, anche se tu mi sa che intendi poco. Buona vita e arrivederci, il mondo è troppo piccolo per dirsi addio, non si sa mai!! bye

          • Umberto scrive:

            Caro trotta tu parli di materialismo,
            allora quando dici ad una presunta moglie, dovresti dire:
            PROVO DELLE REAZIONI CHIMICHE NEL CERVELLO, CHE MI FANNO PROVARE ATTRAZIONE PER TE,

            Cmq il problema di prove ce ne sono.
            Se pensi Lourdes, Fatima e Padre Pio. Di miracoli ce ne sono e tanti.
            Pensa che per ogni persona Santa ci sono almeno due miracoli.
            E non dire che perchè la medicina non ha scoperto ancora, perchè fino a prova contraria sono fenomeni straordinari.

            La verità tu rifiuti e basta e neanche se un angelo ti viene a trovare o un demone, tu credi.

            Io spero per te che alle fine crederai, perchè il risveglio nell’inferno non sarà piacevole. (aono sicuro che il termine inferno non ti spaventa)
            Tu poi obiettarmi che potrebbe essere come dici tu, ma li non avrò modo di rimpiangere, ma se è come diciamo noi tu si che rimpiangerai.

            Cmq una curiosità me la devi togliere, ma questa avversione è generosamente rivolta solo a noi o a tutte le religioni.
            Lo sai perchè lo dico per sento avvolte anche Odiofreddi difendere l’islam nonostante tutto e tranquillamente attaccare la Chiesa su tutti nonostante tutto.

            Buona giornata.

  33. Devid scrive:

    Molto interessante questo duetto… Purtroppo alcuni commenti avventati rovinano il piacere di leggere: ricordate che la risposta di Benedetto XVI sarà pubblicata completa solo sul prossimo libro… Magari alcune argomentazioni che qui sono un po’ monche verranno ampliate :)

    Per il resto noto la sempre più dilagante abitudine di citare la Scrittura a caso, senza alcuna conoscenza di essa. Purtroppo è pratica comune tra tutti i fondamentalisti, che siano non-credenti o credenti.
    Del resto è molto più difficile studiare che scrivere a caso!

  34. TonyEd Stark scrive:

    “il cosiddetto “Gesù storico” è per lo più lo specchio delle idee degli autori. Tali forme mal riuscite di lavoro storico, però, non compromettono affatto l’importanza della ricerca storica seria, che ci ha portato a conoscenze vere e sicure circa l’annuncio e la figura di Gesù.”

    se gesoo è uno specchio delle idee degli autori. come facciamo ad avere fonti VERE E SICURE su gesoo? logic fail. AH DIMENTICAVO! la religione non ha logica! 😀

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Le evoluzioni ricevute dalla KTM 1290 Super Duke R 2017 vanno nella direzione di una maggiore sportività. The beast 2.0 vuole essere ancora più efficace ma non ha perso la sua versatilità. E se le metti un po’ di power parts…

Ecco qualche spunto per trascorrere questo fine settimana. Se non sapete cosa fare date un'occhiata, se sapete già cosa fare potremmo farvi cambiare idea...

La nuova protagonista del monomarca Ferrari adotta il medesimo V8 3.9 biturbo da 670 cv della 488 GTB, dalla quale deriva, adattato nell’erogazione. Ai rapporti ravvicinati del cambio si accompagna un’aerodinamica profondamente rivista in ottica racing.

L'abbinata G+ composta da ruote Qurano 46 e tubolari Corsa Speed ha fatto bella figura: scorrevolezza, efficacia, feeling e comfort si trasformano in piacere di guida. E il tutto orgogliosamente tricolore

Le calzature top della gamma Road e Mtb si apprestano ad affrontare la nuova stagione con una serie di migliorie che ne alzano ulteriormente il livello tecnico e le prestazioni

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana