Google+

Pakistan, Coutts: «L’attacco talebano non ha precedenti. Vogliono vendicarsi dell’America sui cristiani»

ottobre 11, 2013 Leone Grotti

L’arcivescovo di Karachi a tempi.it: «L’obiettivo dei talebani è destabilizzare il paese. La legge sulla blasfemia è rimasta come prima perché i fanatici non vogliono cambiarla»

«L’attacco davanti alla chiesa di Peshawar è un attentato senza precedenti perché è successa una cosa mai avvenuta prima e che ci spaventa». I cristiani del Pakistan conoscono bene il significato della parola persecuzione, come dettagliato dall’arcivescovo di Karachi Joseph Coutts (foto a fianco) a Milano pochi giorni fa, ma a tempi.it il presidente della Conferenza episcopale pakistana spiega perché questo attacco da parte di due kamikaze talebani è diverso da tutti gli altri.

«NON SI PUÒ CONTROLLARE TUTTO». «Non è diverso solo perché non era mai stati attaccata così una chiesa – spiega monsignor Coutts – il problema sta nella rivendicazione dell’attacco. I talebani hanno detto che se gli Stati Uniti non smetteranno di attaccare con i droni, loro continueranno a vendicarsi sui cristiani e sulle chiese in Pakistan». Per questo la situazione è più grave delle altre volte: «La sicurezza davanti alle chiese oggi c’è già, ci sono due poliziotti a guardia degli edifici religiosi ma non basta. Prima di tutto perché le chiese sono centinaia nel nostro paese e poi perché ci sono anche scuole, ospedali, parrocchie: non è possibile controllare tutto».

LA STRATEGIA DEL CRICKET. L’obiettivo dei talebani non è solo quello di «colpire gli infedeli» ma anche di «destabilizzare il paese», mettendo in imbarazzo il governo. «Qui da noi – continua l’arcivescovo di Karachi – lo sport nazionale è il cricket, l’equivalente del calcio da voi. Nel 2009 la squadra dello Sri Lanka è venuta in Pakistan per una partita e i talebani li hanno attaccati. Oggi nessuno vuole più venire a giocare contro di noi. I talebani come si vede sono un problema per tutto il paese, non solo per i cristiani».

LEGGE SULLA BLASFEMIA INVARIATA. Coutts fa un aggiornamento anche sulla legge sulla blasfemia, «quella che ci fa soffrire di più» e che dopo il caso di Rimsha Masih sembrava poter essere emendata: «Non c’è stato nessun passo avanti nell’ultimo periodo – dichiara – Il Council of islamic ideology si è riunito di recente per proporre emendamenti alla legge. Purtroppo pochi fanatici hanno avuto la meglio e non è cambiato niente».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Kia Stinger è un’auto che segna per l’azienda coreana un nuovo approccio: 380 cavalli, quattro posti, design e grinta da sportiva. per questo anche le attività di marketing e comunicazione seguono un percorso diverso. Stinger approda in tv con “Wishlist, il metodo Stinger”, una mini-serie di 3 episodi da 30 minuti, in onda sul NOVE la […]

L'articolo Kia Stinger, mini serie per la tv proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.