Google+

Non solo Egitto. Anche in Tunisia la Primavera araba dà scarsi risultati

dicembre 7, 2012 Leone Grotti

Il più grande sindacato della Tunisia, assaltato martedì da centinaia di estremisti islamici, ha annunciato lo sciopero generale proprio alla vigilia del secondo anniversario della Primavera araba.

Il più grande sindacato della Tunisia ha annunciato lo sciopero generale per la prossima settimana in protesta contro la mancanza di lavoro e contro il partito islamista al governo Ennahda. Il sindacato UGTT, che conta 500 mila iscritti, a inizio settimana ha protestato per la mancanza di lavoro nel paese, chiedendo investimenti per diminuire la disoccupazione e le dimissioni del governatore di Tunisi, appartenente al partito Ennahda.

L’ASSALTO DEGLI ESTREMISTI. Le proteste hanno scatenato la reazione di centinaia di estremisti islamici che martedì hanno attaccato con bastoni e coltelli i membri del sindacato, riuniti in piazza nella capitale per protesta, e ne hanno assaltato gli uffici. La polizia è intervenuta per sedare gli scontri ma non è riuscita ad evitare il ferimento di 252 persone. Il governo ha condannato le violenze ma ha anche accusato il sindaco di volere rovesciare il governo.

DISOCCUPAZIONE. Per questo UGTT ha indetto lo sciopero generale per il 13 dicembre, proprio alla vigilia del secondo anniversario dell’inizio della Primavera araba, che in tutto il mondo arabo ha preso piede dopo che il 17 dicembre 2010 un ambulante di Tunisi si è dato fuoco chiedendo lavoro e dignità. Due anni dopo, in Tunisia il 75 per cento delle donne è disoccupata, l’economia stenta a riprendersi, l’inflazione è molto alta e il tema della sicurezza resta inevaso, con gruppi di estremisti salafiti che cercano di trasformare il paese in un califfato islamico.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana