Google+

Non solo Egitto. Anche in Tunisia la Primavera araba dà scarsi risultati

dicembre 7, 2012 Leone Grotti

Il più grande sindacato della Tunisia, assaltato martedì da centinaia di estremisti islamici, ha annunciato lo sciopero generale proprio alla vigilia del secondo anniversario della Primavera araba.

Il più grande sindacato della Tunisia ha annunciato lo sciopero generale per la prossima settimana in protesta contro la mancanza di lavoro e contro il partito islamista al governo Ennahda. Il sindacato UGTT, che conta 500 mila iscritti, a inizio settimana ha protestato per la mancanza di lavoro nel paese, chiedendo investimenti per diminuire la disoccupazione e le dimissioni del governatore di Tunisi, appartenente al partito Ennahda.

L’ASSALTO DEGLI ESTREMISTI. Le proteste hanno scatenato la reazione di centinaia di estremisti islamici che martedì hanno attaccato con bastoni e coltelli i membri del sindacato, riuniti in piazza nella capitale per protesta, e ne hanno assaltato gli uffici. La polizia è intervenuta per sedare gli scontri ma non è riuscita ad evitare il ferimento di 252 persone. Il governo ha condannato le violenze ma ha anche accusato il sindaco di volere rovesciare il governo.

DISOCCUPAZIONE. Per questo UGTT ha indetto lo sciopero generale per il 13 dicembre, proprio alla vigilia del secondo anniversario dell’inizio della Primavera araba, che in tutto il mondo arabo ha preso piede dopo che il 17 dicembre 2010 un ambulante di Tunisi si è dato fuoco chiedendo lavoro e dignità. Due anni dopo, in Tunisia il 75 per cento delle donne è disoccupata, l’economia stenta a riprendersi, l’inflazione è molto alta e il tema della sicurezza resta inevaso, con gruppi di estremisti salafiti che cercano di trasformare il paese in un califfato islamico.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.