Google+

Ma cosa c’entra Tolkien con la follia omicida di un pazzo? «Niente»

dicembre 14, 2011 Carlo Candiani

Alcuni quotidiani sottolineano che l’uomo che ha ucciso due senegalesi a Firenze, e poi si è suicidato, leggeva Tolkien. L’esperto Paolo Gulisano: «Il Signore degli anelli non è né di destra né fascista. Si vuole ancora far passare tutto ciò che ha rapporti con il Medioevo e la cavalleria come malvagio e oscuro. È una patologia tutta italiana»

Un pazzo esaltato spara a un gruppo di senegalesi, uccidendo due persone e ferendone altre, poi si suicida. È la triste cronaca di un giorno di follia a Firenze. Davanti alla tragedia, alcuni quotidiani si soffermano sulle letture del killer, evidenziando che tra i suoi libri preferiti c’è la saga de Il Signore degli Anelli. «È una sorta di paturnia tutta italiana, questa di un Tolkien di destra e fascista» spiega a Radio Tempi Paolo Gulisano, saggista ed esperto della cultura inglese otto e novecentesca, biografo di Tolkien, Lewis, Chesterton e del beato Newman. «Quando l’opera di Tolkien, uscì negli anni ’60 negli Stati Uniti, fu amato dalla generazione dei campus americani ecologisti: il fondatore di Greenpeace si ispirava alla saga e diede il nome Frodo alla prima barca della sua organizzazione. Quando arrivò in Italia, al Signore degli Anelli fu appiccicata l’etichetta di destra. La cultura di sinistra, dominante a quel tempo, bollava come cultura di destra tutto ciò che trattasse di cavalleria ed epica medioevale».

È vero però che Tolkien destò molto interesse tra i giovani di destra.
«Un certo mondo di destra in cerca di riferimenti che non fossero i nostalgismi del “ventennio” si interessò a Tolkien, organizzando i famosi “Campi Hobbit”. Ma considerare per questo Tolkien una “cattivo maestro” di un certo pensiero di destra è un’esagerazione. Questo mondo di destra ha manipolato e stravolto totalmente i contenuti del “Signore degli Anelli”».

Come si può leggere correttamente quest’opera letteraria?
«Il Signore degli Anelli non esalta assolutamente la forza guerriera, non prevalgono gli scenari cupi né la Contea: è uno scenario prettamente nordico e l’eroismo rappresentato non è il super eroismo “nietzscheano”: non è una forzatura descrivere il romanzo come una storia di piccoli e umili, molto cristiano in questo, come gli hobbit. Non c’è nessuna esaltazione della violenza, c’è invece una sottolineatura della dedizione, dello spirito di sacrificio, dell’amicizia: tutte virtù cattoliche sperimentate da Tolkien. Quest’opera letteraria è un’epica di valori positivi. Il killer di Firenze non è certo paragonabile a un hobbit, bensì a un orco, ripensando alla trama della saga».

Molti commentatori hanno messo in parallelo il pazzo di Firenze con Breivik, l’omicida norvegese, partendo dal loro comune interesse per la cultura medioevale dei crociati e dei templari.
«Esatto. Passano gli anni, passano la culture e le revisioni storiche, ma, gratta gratta, il Medioevo è rimasto l’oggetto dell’odio di una certa cultura laicista e anti-cristiana, che evidentemente non digerisce che ci siano stati i secoli medioevali, quando sono sorti i castelli, gli ospedali e le università. Purtroppo il medioevo rimane, per molti, “la leggenda nera” e il male assoluto».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana