Google+

Lo scontro Cina-Giappone per le isole Senkaku costa alla Nissan 400 milioni

novembre 6, 2012 Matteo Rigamonti

Il boicottaggio di Pechino sui prodotti giapponesi recherà un danno da 400 milioni di euro e 175 mila auto vendute in meno alla casa di Yokohama

Lo scontro sino-giapponese per il possesso delle isole Diaoyu-Senkaku costerà alla Nissan quasi 400 milioni di euro a fine anno. A tanto ammontano i danni per la celebre casa automobilistica di Yokohama dovuti al boicottaggio dei prodotti giapponesi in Cina, tra i quali sono finiti anche le auto, a seguito dello scontro diplomatico in atto nel mar cinese orientale. Nissan ha rivisto le sue previsioni sui ricavi di fine 2012 in Cina al ribasso di 40 miliardi di yen (pari a 390 milioni di euro) riducendole da 360 a 320 miliardi di yen. Il gruppo, pertanto, chiuderà l’anno con una perdita netta di circa 800 milioni di euro, incassando 3,1 miliardi e non 3,9 (un quinto in meno) come invece era stato inizialmente previsto.

BATOSTA. Nissan non è l’unico produttore giapponese di auto a pagare il conto delle rivalità tra il governo di Pechino e quello di Tokyo: anche Honda e Toyota, infatti, esportano auto nel paese degli odiati vicini. Ma Nissan è senza dubbio la casa automobilistica più esposta, vendendo il 27 per cento delle sue vetture in Cina, che a fine anno saranno 1 milione e 175 mila, pari a 175 mila in meno rispetto alle previsioni iniziali di 1 milione e 350 mila. A fine 2012, Nissan, le cui vendite sono già in forte calo anche in  Europa e in America, produrrà 5,3 milioni di auto, ossia 300 mila in meno di quanto si aspettava. Ottimista però il numero due di Nissan: «In Cina stiamo vedendo segnali di graduale ripresa – ha commentato Toshiyuki Shiga, Chief operating officer – i clienti infatti stanno gradualmente tornando ai concessionari».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. francesco taddei says:

    allora aveva ragione marx… il denaro è lasovrastruttura da cui derivano le altre?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download