Google+

Io, convinta sostenitrice della legge 194, vi dico: date l’Ambrogino d’oro a Paola Bonzi

ottobre 21, 2013 Redazione

Anche la Ginecologa della Mangiagalli di Milano sostiene la candidatura della fondatrice del Cav. «Paola si merita questa medaglia e lo merita anche la nostra città»

Non solo Lorenzo Strik Lievers, anche Alessandra Kustermann appoggia la candidatura all’Ambrogino d’oro di Paola Bonzi, la donna che, grazie al suo impegno al Centro aiuto alla vita della clinica Mangiagalli di Milano, ha aiutato 16 mila donne a far nascere i propri figli, sottraendoli all’aborto.
Grazie all’iniziativa di Nicolò Mardegan (Pdl) è nata la proposta di candidare Bonzi al riconoscimento meneghino (già 700 firme sono state raccolte per sostenere il suo nome). Oggi sul Giornale arriva il sostegno anche di Kustermann, ginecologa molto conosciuta in città, non obiettrice di coscienza e tuttavia profondamente legata a Bonzi, di cui ha sempre stimato le iniziative a tutela della maternità. «Paola – dice – si merita questa medaglia e lo merita anche la nostra città».
Non è la prima volta che Kustermann, direttrice dell’unità di pronto soccorso ostetrico e ginecologico della Mangiagalli, spende parole di elogio per “mamma” Bonzi. Lo ha fatto spesso, pur partendo da posizioni – in merito all’interruzione di gravidanza – lontane. Lo ha fatto in una lettera in cui scrive: «Aderisco all’iniziativa. La conosco e la stimo da molti anni. Collaboro con lei perché so che le donne che hanno ancora forti dubbi sulla scelta di abortire quando la incontrano non vengono giudicate, ma sono accolte con calore e rispetto. È generosa, coraggiosa e leale. Crede nella vita e in quello che fa per aiutare le donne. Però sa comprendere e restare vicina anche a chi decide di abortire».

SERVONO SOSTEGNI PUBBLICI. Kustermann, che ha ricevuto l’Ambrogino nel 2010, è una donna di sinistra, convinta sostenitrice della legge 194 e tuttavia consapevole che l’opera del Cav non è da demonizzare, ma anzi da sostenere. Insomma, non la pensa come certi politici di Sel che hanno invece detto apertamente che quelle di Bonzi sono idee “antiche”, e si sono quindi opposti al riconoscimento. Al contrario, secondo la ginecologa (che in questo ripercorre i ragionamenti del compianto professore Giorgio Pardi) «la cosa decisiva è che Paola non impone le sue idee. Ritiene che la vita sia sacra fin dal concepimento ma non chiamerebbe mai “assassine” o peccatrici le donne. Lei cerca di trovare con loro soluzioni alternative all’aborto, ma sa accettarle e accompagnarle anche se decidono altrimenti». Non solo. In tempi di ristrettezze economiche, i Cav vanno sostenuti economicamente: «Fondi pubblici oltre che privati – spiega -. Lo Stato non può ignorare le tante donne, straniere ma con l’aumento della povertà sempre più italiane, che affrontano con difficoltà la maternità».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Andrea Mondinelli scrive:

    «la cosa decisiva è che Paola non impone le sue idee. Ritiene che la vita sia sacra fin dal concepimento ma non chiamerebbe mai “assassine” o peccatrici le donne. Lei cerca di trovare con loro soluzioni alternative all’aborto, ma sa accettarle e accompagnarle anche se decidono altrimenti»
    Scusate, ma che palle con questa tiritera! Conoscete un solo CAV in cui si accolgano le donne chiamandole assassine o peccatrici?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prenderà il via dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sabato 29 e domenica 30 aprile il Campionato monomarca MINI Challenge 2017, organizzato con il supporto di ACI Sport. Le sei tappe previste, da aprile a ottobre, si correranno sui più celebri circuiti italici e, chi non potrà partecipare o assistere, potrà godersi la visione in streaming su Dplay, la piattaforma on […]

L'articolo MINI Challenge, al via la nuova edizione proviene da RED Live.

Ci sono eventi che arrivano immediatamente ai fasti della cronaca e altri, non meno importanti, che vuoi per casualità, vuoi perché comunicati con meno forza, passano quasi sotto silenzio. Mentre il Salone di Shangai, tuttora in corso, celebra una miriade di modelli e versioni dedicati pressoché esclusivamente al mercato cinese, resta inspiegabilmente in secondo piano […]

L'articolo Jeep Yuntu: l’ora dell’ibrido plug-in proviene da RED Live.

LIVE I mega SUV americani restano un sogno per chi ama il genere: in Europa non ce ne sono molti ma oggi ci si può avvicinare grazie a Ford Edge. È l’ammiraglia dei SUV dell’ovale blu: con 4,81 metri di lunghezza (+ 30 centimetri rispetto alla Kuga) e la seduta a ben 70 centimetri da terra, domina il traffico. […]

L'articolo Prova Ford EDGE Sport 2.0 TdCi proviene da RED Live.

Monovolume, SUV e crossover, ma anche multispazio, sportive, ibride ed elettriche: “l’affollamento” in abitacolo è un must e proliferano le auto a sette posti. Ecco i migliori modelli sul mercato.

L'articolo Quando cinque non bastano, le migliori auto a 7 posti proviene da RED Live.

Nel mondo delle supercar c’è grande fermento per l’imminente debutto della Aston Martin Valkyrie e della Mercedes-AMG Project One, “parenti strette” delle vetture da Formula 1. Auto che, però, vuoi per il frazionamento dei propulsori, vuoi per alcune soluzioni telaistiche, non attingono tanto profondamente quanto affermato nei proclami alla tecnologia delle monoposto. Diversamente da quanto […]

L'articolo Ferrari F50: la Formula 1 sono io proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana