Google+

Inghilterra, governo apre una banca del seme pubblica per dare figli “su misura” a «coppie omosessuali e donne single»

agosto 4, 2014 Redazione

Il Sistema sanitario spenderà solo quest’anno 250 mila euro di fondi pubblici perché «la domanda da parte di coppie omosessuali e donne single sta crescendo in modo esponenziale»

germania-lesbiche-gay-bambiniIl governo inglese ha deciso di spendere ancora più fondi pubblici dei contribuenti per permettere alle coppie omosessuali e alle donne single di avere un figlio su misura. Per questo nel 2014 ha già elargito oltre 247 mila euro al National Gamete Donation Trust (Ngdt) perché metta in piedi la prima banca del seme pubblica nazionale, riporta il Daily Mail.

ELENCO ON LINE. La banca, che aprirà in ottobre, permetterà a chiunque lo desideri di consultare un elenco on-line e scegliere lo sperma in base alle caratteristiche (colore di capelli, occhi, età, educazione e etnia) del donatore. Nei prossimi tre anni Ngdt si impegnerà a reclutare oltre mille uomini che donino, a pagamento, il loro sperma.

«CRESCE LA DOMANDA». Secondo Laura Witjens, direttrice di Ngdt, «ci sono persone non fertili dal punto di vista medico o pratico che vorrebbero usare i servizi di donazione nel Regno Unito ma non possono farlo perché non c’è abbastanza sperma. La domanda da parte di coppie omosessuali e donne single sta crescendo in modo esponenziale. Ed è sempre più accettabile dire: “Non ho ancora trovato un uomo, ma non voglio aspettare, voglio un bambino”».

bambini-fecondazioneCHI SONO I «CLIENTI». Secondo la direttrice, anche le coppie eterosessuali potranno usufruire del servizio, ma i «clienti», non pazienti, «sono le donne single e le coppie omosessuali». Il governo farà pagare, grazie ai soldi pubblici, solo 380 euro, mentre le cliniche private costano almeno 1050 euro. E a chi protesta, affermando che così si fanno nascere volontariamente bambini senza padre, Witjens risponde: «Non c’è nessuna prova che i bambini crescano meglio con o senza padre. Il governo non ci ha mai chiesto di ridurre l’accesso allo sperma alle coppie omosessuali o donne single».

«BAMBINI SU MISURA». Secondo l’ex vescovo anglicano di Rochester, Michael Nazir-Ali, «questo annuncio solleva importanti questioni circa il futuro dei nostri bambini. I bisogni del bambino sono da considerare come primari, non è sufficiente “volere” un bambino, soprattutto se con caratteristiche particolari. Questa banca permetterà alle donne di scegliere i profili del donatore, che includeranno l’educazione e i criteri “attrattivi”, facendo nascere lo spettro di “bambini su misura”, nati secondo i desideri dei genitori. Ma cosa succederà se durante la gravidanza e la nascita ci saranno delle “interferenze” con i risultati desiderati? Questi bambini verranno rifiutati?». La risposta è semplice, basta guardare al caso del piccolo Gammy: nato con la sindrome di Down e per questo abbandonato dalla coppia australiana che l’aveva commissionato a una madre surrogata. Volevano un figlio sano.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

28 Commenti

  1. augusto scrive:

    Il rigoroso liberale Cameron taglia la spesa pubblica a destra e manca, in certi casi però i soldi pubblici escono come i funghi….come da noi per mare nostrum, ad esempio.

  2. Lucillo scrive:

    Che schifezza! Sono inorridito!

  3. viccrep scrive:

    La distruzione dell’umano continua, l’uomo ridotto a mercanzia per la sodisfazione dei piu’ svariati egoismi

  4. Toni scrive:

    Beh, … verserei valanghe di insulti se Tempi non mi censurasse. Ma non bastano le parole per qualificare “l’insulso” proposto scientificamente. Se si è d’accordo con Witjens che afferma : «Non c’è nessuna prova che i bambini crescano meglio con o senza padre…..” dico che questa schifezza la può dichiarare solo un fallimento esistenziale che non sa cosa è padre e madre. Un misero che fa regola della propria miseria.

  5. beppino scrive:

    Potranno “fare” nella società e “ricevere” dalla società quello che vogliono, ma non saranno mai “genitori” cioé la coppia che passa il testimone della vita ad altre vite. E non solo perché coppie omosessuali e single dimostrano egoisticamente di anteporre le proprie esigenze a quelle prioritarie dei più piccoli ma anche perché riusciranno comunque a dare ai propri figli, al massimo, sempre e solo la meta’ di quel che e’ sia necessario che sufficiente.

  6. Andrea scrive:

    Ma perché vi inorridite tanto della nascita di nuovi esseri umani, in fondo sono esseri che vivranno solo poche decine di anni sulla terra. Viene offerta loro l’esistenza e l’eternità. Non credo che staranno peggio di tanti altri esseri umani condannati dalla povertà a morire di fame! Avranno due donne che li amano, invece di un uomo e una donna, tutto qui. Io preferirei questo alla non esistenza!

    • Menelik scrive:

      …perché è il non plus ultra della mercificazione dell’essere umano.
      E’ qualcosa di ripugnante creare un cucciolo di specie umana su misura per soddisfare i propri capricci con caratteristiche somatiche come si acquista una bambola Barbie.
      E’ qualcosa di concettualmente mostruoso.
      Va be’, vivremo tutti, stiamo vivendo, solo poche decine di anni, e questa è una buona cosa.
      Speriamo che la pseudo-scienza al servizio della borghesia deresponsabilizzata degli ex-padroni del mondo e più ladri della Terra non sia mai in grado di allungare la già eccessivamente lunga vecchiaia.
      Altrimenti verrebbe da dire che se quell’assassino di Al Baghdadi e i suoi accoliti venissero qua come hanno fatto in una parte dell’Iraq e nella Siria, ce lo saremmo meritati.
      Creare artificialmente esseri umani con i capelli biondi-occhi azzurri, o mori carnagione olivastra, e chiaramente ammazzare i bambini non regolari come programmato, tipo i Down, è qualcosa che rende odioso e antipatico chi lo fa.
      Bisogna boicottare queste mostruosità, altro che dialogare, BOICOTTARE !!!!!!

      • Andrea scrive:

        Non si giudica la realtà sui casi limite, la richiesta di un figlio, da crescere, curare, seguire, insomma a cui dare amore, è un gesto bello. Purtroppo molte coppie, sia omosessuali che eterosessuali, oggi non vogliono più fare sacrifici e quindi optano esclusivamente per il rapporto di coppia, per sempre, o almeno finché dura. La richiesta degli omosessuali di sposarsi e avere figli è, in fin dei conti, una richiesta bella, di serietà, se non ce l’avessero, forse, sarebbe più preoccupante. Avere figli su misura, rifiutare il bambino malato ecc. purtroppo sono realtà sempre esistite, fanno parte della fragilità umana, sia con le nuove tecnologie sia con i metodi tradizionali! Anche l’aborto esiste da sempre, per questo bisogna educare alla contraccezione.

        • Galcian79 scrive:

          @Andrea: “La richiesta degli omosessuali di sposarsi e avere figli è, in fin dei conti, una richiesta bella, di serietà, se non ce l’avessero, forse, sarebbe più preoccupante.”

          L’unica vera natura omosessuale è edonistica e promiscua per definizione. Un omosessuale che si unisce in matrimonio e si dedica alla genitorialità compie un’enorme violenza nei confronti della propria persona. Non è un dramma perchè tutti amiamo violentarci, in un modo o nell’altro; certamente è un diritto.
          Ma non sopporto la presunzione di chi si ritiene migliore degli altri, solo perchè ama giocare alla famiglia del mulino arcobaleno.

    • Lucillo scrive:

      E allora perché sei favorevole all’aborto?

    • beppe scrive:

      appunto, andrea, perchè ti entusiasmi tanto per questi CHIAMATI ALLA VITA APPOSITAMENTE PER ACCONTENTARE DUE LESBICHE CHE RIDONO IN MODO SGUAIATO, e non ti frega niente dei milioni di abortiti? solo perchè i primi saranno ricoperti di soldi e di cose per mascherare il vuoto .che li circonda?….

    • Angelo scrive:

      @ Andrea
      Sono esseri umani, non beni di consumo. Ma dove sono gli umani? Dove sta Papa Francesco? Che dice? Perchè non si “arrabbia”?

      • Daniele Arboscelli scrive:

        In UK, dove abito, il Sig. Bergoglio non si e’ presentato alle ultime elezioni e non ha un seggio in parlamento. Deve quindi accettare le leggi e usanze del posto, se mai decidesse di trasferirsi qui.

  7. Cisco scrive:

    “Non c’è nessuna prova che i bambini crescano meglio con o senza padre. Il governo non ci ha mai chiesto di ridurre l’accesso allo sperma alle coppie omosessuali o donne single».

    Accediamo tutti allo sperma, che figata! Peraltro mi pare che non esistano prove neanche che i bambini crescano male se allevati da una scimmia e un papagallo: non vogliamo provarci?

    • Sean scrive:

      Cisco coma che cavolo stai a dire? I bambini devono crescere fra esseri umani visto che gli umani vengono cresciuti dagli esseri umani e gli animali cresciuti fra animali visto che devono stare fra quelli della loro specie

      • Toni scrive:

        Sean
        forse sei nuovo, ma ho letto cose su questo sito, da parte di eccelsi progressisti, maestri della parola, supportati da studi di levatura mondiale, che portano a ritenere che l’ironica provocazione di Cisco non è mica tanto remota .

        • Giovanni Cattivo scrive:

          Provocazione per provocazione esistino effettivamente alcuni casi molto dubbi di bambini che si dice siano stati allevati da animali, i cosiddetti “bambini ferini” Rispetto ai loro coetanei sono degli idioti incurabili, incapaci persino di imparare a parlare. Comunque sono pochissimi, forse anche nessunoi di questi è vero, di solito un bambino allevato da animali semplicemente muore

  8. Daniele Arboscelli scrive:

    Cosa vuol dire esattamente che la clinica e’ su misura per coppie omosessuali e donne single ma anche le coppie eterosessuali potranno usufruire del servizio?

    Cosi’ a occhio mi sembra quindi che sia per tutti, al contrario di quello che dice il titolo.

  9. Daniele Arboscelli scrive:

    Mi voglio scusare per le corbellerie che ho scritto sul papa. Perdonatemi, sono proprio un gran deficiente.

  10. Filomena scrive:

    Cosa avranno da ridere tanto le due pagliacce nell’ immagine? Zozzone che non sono altre.

    • Sean scrive:

      Il pagliaccio sara tu Filomena! Tornate da a fare la schiava da tuo marito sempre che una perdente come te c’è l’ha

  11. Luca scrive:

    Sono fermamente contrario a tutte le banche del seme, a prescindere. Che schifezza!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Opel torna nel segmento delle SUV medie. E lo fa sbattendo la porta con tanta forza da far tremare i vetri. La nuova Grandland X, terzo atto della saga X dopo Mokka X e Crossland X, è una vettura concreta, spaziosa, confortevole e ben rifinita. Oltretutto forte di un design piacevole. Caratteristiche che, di per […]

L'articolo Prova Opel Grandland X proviene da RED Live.

L’ingresso di Fiat nel segmento dei Pick-up avviene grazie a una importante e strategica collaborazione con Mitsubishi di cui il Fullback è “figlio legittimo”. Stringendo una intelligente partnership con chi è stato ritenuto il miglior interprete di questa filosofia, Fiat ha infatti potuto entrare sul mercato dalla porta principale con un mezzo che, già in […]

L'articolo Prova Fiat Fullback LX 180 CV, buona la prima proviene da RED Live.

Pirelli ci riprova. Dopo il lancio degli pneumatici da bici P Zero Velo riparte dal ciclismo il progetto Pirelli Design, avviato dall’azienda per valorizzare il suo bacino di conoscenze in fatto di tecnologia. Procede dunque in questa direzione la nuova capsule collection con la collaborazione di Castelli, azienda italiana con più di quarant’anni di storia vissuta […]

L'articolo Pirelli Design e Castelli insieme per una collezione speciale proviene da RED Live.

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana