Google+

Il Marocco vieta di commercializzare il burqa

gennaio 11, 2017 Redazione

All’origine ci sono ragioni di sicurezza: troppo spesso infatti i malviventi lo usano per nascondere il volto durante le azioni criminose.

burqa-shutterstock_540284812

Nessun divieto, per ora, di indossare il burqa, ma stop totale all’importazione, alla fabbricazione e alla commercializzazione in tutto il territorio del regno. Il Marocco, Paese a stragrande maggioranza musulmana sunnita (il 97 per cento della popolazione), dichiara guerra al burqa, il tradizionale abito femminile che lascia scoperti solo gli occhi. L’ordine, partito dal ministero dell’interno, è arrivato tra domenica e lunedì sui banchi dei mercati rionali. Un foglietto compilato dall’autorità di polizia e consegnato dagli agenti di sicurezza ha raggiunto via via ambulanti e grossisti, sarti di quartiere e produttori industriali. «È fatto divieto di produrre e vendere burqa — si legge nel testo diffuso dall’Ansa — e siete invitati a sbarazzarvi delle scorte nelle prossime 48 ore. Chi contravviene vedrà sequestrate le merci e chiuso il negozio».

La disposizione è entrata in vigore il 9 gennaio ma già il giorno prima alcuni fabbricanti di burqa erano stati avvertiti, per iscritto, dell’obbligo di cessare il confezionamento di questo tipo di abito e di sbarazzarsi degli stock oppure di riconvertirli in altri indumenti.

Il ministero dell’interno preferisce non dare spiegazioni ma è molto probabile che alla base della decisione ci siano motivi di sicurezza. La notizia ha fatto velocemente il giro della rete. In particolare il sito di informazione on line le360.ma, vicino al palazzo reale, sostiene di aver avuto conferma della disposizione da un responsabile di alto rango del dicastero. La misura ha sorpreso molti commercianti, tuttavia anch’essi convinti che all’origine ci siano ragioni di sicurezza: troppo spesso infatti i malviventi lo usano per nascondere il volto durante le azioni criminose. L’ordine, come detto, colpisce solo i produttori e i rivenditori e non c’è al momento alcun divieto per le donne di indossare il vestito.

In vendita al prezzo di 50-60 dirham (l’equivalente di 5-6 euro), il burqa in Marocco è diffuso in una versione rivisitata rispetto all’originale afghano. Non è l’abito lungo con la retina davanti agli occhi, ma solo un copricapo, un velo più grande del foulard indossato dalle musulmane, con una feritoia per lasciare libero lo sguardo. È comunque un indumento che le donne sono costrette a indossare se vivono in un contesto integralista. La misura si somma al controllo serrato delle attività dei religiosi in tutte le moschee marocchine; il contenuto di ogni sermone del venerdì viene revisionato da ispettori reali prima di essere autorizzato. Anche il sovrano, Mohammed vi, soprattutto nei discorsi ufficiali rivolti ai fedeli (il re in Marocco è anche la guida spirituale dei credenti musulmani), non perde occasione per confutare alcune interpretazioni estremistiche del Corano.

Foto da Shutterstock

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

È un dato di fatto: la mobilità a pedalata assistita è in costante crescita. A confermarlo sono i numeri: nel 2016 in Italia sono state acquistate 124.400 e-bike, prentemente mountain bike, con un incremento del 120% rispetto allo scorso anno. In sella alla bici elettrica il divertimento raddoppia, potendo contare sull’aiuto che il motore è […]

L'articolo EICMA 2017, le e-bike scendono in pista proviene da RED Live.

COSA: FLOW, la festa dello sport a Finale dura 10 giorni  DOVE E QUANDO: Finale Ligure, Savona, 22 settembre-1° ottobre Dal climbing alla mountain bike passando per il trail running, la speleologia e la barca a vela: si presenta gustoso il programma dell’8ª edizione del festival FLOW – Finale Ligure Outdoor Week. Dal 22 settembre al […]

L'articolo RED Weekend 22-24 settembre, idee per muoversi proviene da RED Live.

Non è una vettura qualsiasi. La nuova XC40, per Volvo, è la chiave della svolta. Il modello sulle cui spalle poggia la responsabilità di far compiere alla Casa svedese un vero e proprio balzo generazionale, aprendole le porte del segmento delle SUV compatte. Una vettura fondamentale nel processo di rilancio messo in atto dalla cinese […]

L'articolo Vista e toccata: Volvo XC40 proviene da RED Live.

Tutto è cominciato con il Mokka X, SUV compatto di grande successo con oltre 600.000 unità vendute; poi è stata la volta di Crossland X, crossover urbano più spazioso e versatile, che ha preparato il terreno alla novità Grandland X, SUV compatto da 4,48 metri che punta su linee muscolose e decise (condivide la piattaforma […]

L'articolo Nuovo Opel Grandland X proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana