Google+

Hadjadj: «Se non riscopriamo la virilità guerriera della vita cristiana, perderemo contro l’islamismo»

novembre 18, 2015 Redazione

All’indomani della strage, il filosofo francese ha scritto per Famille Chrétienne: «La guerra è qui: nel coraggio di avere una speranza così forte che ci renda in grado di dare la vita»

fabrice_hadjadj-foto-meeting-rimini

«Se non riscopriremo la virilità guerriera della vita cristiana, perderemo contro l’islamismo, dal punto di vista spirituale e materiale». All’indomani della strage di Parigi, il filosofo francese Fabrice Hadjadj ha scritto per Famille Chrétienne una tribuna, che è una vera e propria chiamata alle armi.

«ERAVAMO RAMMOLLITI». La Francia (ma si potrebbe anche parlare di Occidente), esordisce Hadjadj, non ha perso la sua battaglia contro l’Isis nel momento in cui gli attentatori si sono fatti saltare in aria. La guerra l’aveva già persa da tempo: «Noi ci eravamo rammolliti, avevamo perso ogni virilità, ridotti allo stato di bambini viziati, di marionette preoccupate dal nostro cardiogramma, pupazzi consumatori di pornografia». Addormentati «nel conforto e nel successo», ci siamo accontentati «di una pace imposta», poco importa «a quale prezzo di devastazione e “danni collaterali”».

LA VITA CRISTIANA. Pur avendola scansata in ogni modo, «la guerra ci ha raggiunto. Questo è già qualcosa se vogliamo risvegliarci. Ma noi vinceremo questa guerra? Combatteremo la “buona battaglia”, secondo l’espressione di san Paolo?». La vita cristiana, insiste il filosofo, «è dominata dalla figura dell’amore, del fratello, del figlio, di chi dialoga e compatisce. Ma noi non possiamo più nascondere la dimensione del guerriero. Il guerriero le cui armi sono prima di tutto spirituali, ma non solo. (…) La vita è comunione prima di essere guerra, dono prima di essere lotta. Ma poiché questa vita è ferita all’origine, continuamente attaccata dal Maligno, bisogna lottare per il dono, combattere per la comunione, prendere il gladio per estendere il Regno dell’amore».

LA FORZA DELL’ISIS. Hadjadj non invoca una nuova crociata, ma invita a riscoprire una dimensione ormai dimenticata del cristianesimo, «ridotto a consigli gentili di morale civica». «Qual è il vero campo di battaglia?». Ce lo insegna lo stesso Stato islamico: «Alcuni ci vorrebbero far credere che la forza dei terroristi di venerdì 13 scorso consiste nell’essere stati addestrati, formati nei campi di Daesh». Ma non è così. La «forza di distruzione» dei terroristi islamici, «pronta a esplodere in qualunque momento e luogo, non è la loro abilità militare, ma la forza morale».

«DARE LA VITA». Cosa abbiamo noi da «opporre»? Oggi i nostri «valori» possono al massimo «riunire un esercito di consumatori» ma la vera sfida è quella di «una fede che sa affermare un vero martire – contro la parodia diabolica del martire che è un attentatore suicida». «Il comunicato di Daesh – conclude il filosofo – che rivendica “l’attacco benedetto” parla di Parigi come della capitale “che porta la bandiera della croce in Europa”. Quanto mi piacerebbe che fosse così. La guerra è qui: nel coraggio di avere una speranza così forte che ci renda in grado di dare la vita».


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

120 Commenti

  1. To_Ni scrive:

    «Se non riscopriamo la virilità guerriera della vita cristiana, perderemo contro l’islamismo»
    Finalmente uno che lo dice

    • SUSANNA ROLLI scrive:

      To.Ni
      condivido pienamente.
      Tra le tenebre in cui ci troviamo ad essere noi europei da parecchi anni a questa parte c’è qualche luccichio che brilla, e che brillando invita, sollecita, chiama….Sono i santi, le comunità, gruppi di santi fedeli a N.S.G.C.ed alla Mamma Sua, la Vergine Maria, preti santi, le suore sante, i frati sconosciuti e santi, i frati conosciuti e santi, le persone più umili e sante..Ci sono, ma non si vedono..qualcuna si vede. La virilità guerriera io la so vedere anche in un genitore che prega coi figli il Santo Rosario la sera in casa (non lo pregava quasi più nessuno, e quasi più nessuno esortava a farlo), la vedo in un giovane che santifica la domenica mentre tutti gli amici vanno in bici o alla canoa e se ne fregano, lo vedo in una mamma che ritira il figlio da scuola perchè non la vede bene la materia “educazione all’affettività” come l’hanno impostata, programmata gli insegnanti del secolo, o il gender, oppure la so vedere in un babbo che decide di non andare a quella proiezione od a quello spettacolo irriverente -mentre tutti gli altri vanno…O in una suora che ha il coraggio di dire : “basta!!, in chiesa non si entra nudi!!” (mooolto rischioso!)..in un prete che dice :”Ok, allora prima della festa facciamo una bella oretta di Adorazione Eucaristica, a seguire il Santo Rosario, con Confessioni” (il rischio è quello di rimanere solo col sacrestano -dimmi se non è così!) Insomma, la vedo la virilità sotto mille aspetti, in mille vicende che sono quelle che “si notano”, perchè sono quelle che sanno andare -hanno la forza intrinseca- di sfidare la corrente..e non si lasciano trascinare!
      Questa è la prima e più urgente virilità dalla quale ripartire, per me.
      Sarebbe ora di svegliarsi, perchè la sveglia è da un bel po’ che trilla!!! E non è mai troppo tardi.

      • SUSANNA ROLLI scrive:

        PS.
        La virilità è l’esatto opposto del calabraghismo che ci siam dovuti sorbire – per amore o per forza- grazie anche ai politici (e non solo quelli) che per non offendere il prossimo e la di lui religione hanno volutamente calato le braghe -per l’appunto (crocifissi spariti, maiale sparito dai menu’, spettacoli a dir poco blasfemi finanziati coi NOSTRI soldi -sì che ne abbiamo tanti tanti da buttare anche via in questo tempo di crisi anche economica!, e potrei arrivare fino a domani mattina..) . “E io voto!” direbbe Totò se fosse ancora vivo!

        • SUSANNA ROLLI scrive:

          E vorrei aggiungere -e non so se poi ho finito- che anche un giornale, come può essere questo on line, Tempi, che ha il coraggio di dire, testimoniare è una luce che brilla, che sa andare controcorrente.
          Perchè ci sono riviste cristiane che a furia di non vedere il maligno e la sua opera malvagia che si nasconde oramai dentro a tutto -si può dire, sono diventate cieche, in perfetto stile new age!
          Che ci vorrà mai a difendere unpovero crocefisso immerso nel piscio (lo dico così che fa più reality),
          o una icona di Maria e Gesù calpestati da una malafemmina, o un trio compatto che bestemmia con atti a dir poco osceni la Santissima Trinità…ma chi tace acconsente!, queste sono le battaglie che non ci saremmo mai sognati di dover combattere fino a qualche anno fa!!, e, invece, purtroppo, ci sono -anche se è più sbrigativo sorvolare….Ma va’!!, “griderano le pietre”, e ci sarà da vergognarsi!

          • MicheleL scrive:

            Ironico leggere così tanti discorsi sulla virilità da una donna, qui. Soprattutto da una donna che critica la fantomatica teoria del gender, mentre quello che ha condotto al cambiamento (fantasiosamente oggi osteggiato tramite l’invenzione del gender) è proprio lo stesso percorso che le permette di aprire bocca qui, senza essere zittita in quanto donna, in accordo alle sacre scritture, soprattutto quelle parti che tanto piacciono pure ai fondamentalisti di altre religioni.

            • SUSANNA ROLLI scrive:

              @ MicheleL

              “Ironico leggere così tanti discorsi sulla virilità da una donna, qui.”
              Ce l’hai con le donne?!E quelle con la lingua lunga le vorresti zittire? Con un nastro isolante? Lo faresti?
              Non esiste il gender? No, non ti rispondo io, ti risponderà il neonato Osservatorio Nazionale Difendiamo i nostri figli.
              E se posso aprire la bocca qui è grazie al cristianesimo il quale, a differenza di altre religioni, sa valorizzare le donne e le eguaglia -per diritti e valore- agli uomini.
              MicheleL, sai, devo dirti una cosa: che si sente che ce l’hai con me, ma io ti dico che dal mio cuore non esce un filo di rancore nei tuoi confronti. Mi credi? Non riesco a capire bene nemmeno io perchè ti voglio solo del bene. Ecco. Sì. Te l’ho detto. E, stranamente, sono seria.

              • SUSANNA ROLLI scrive:

                Eppoi, scusa MicheleL, sempre con questa donna-donna-donnaall’assemblea; ma come credi che sia io, come mi immagini? Sdentata e con la zanetta in mano solo perchè ho avuto sei figli- con tutto il rispetto per le sdentate e le azzanettate?

                • MicheleL scrive:

                  Io sono per la perfetta parità tra uomini e donne, senza negare nessuna delle loro differenze, lasciandoli liberi di esprimerle. Quelli che la vorrebbero zitta sono i testi religiosi, e chi li interpreta con la lente della paura e della diffidenza.

                  Non esiste il gender come ideologia concreta. E’ una invenzione politica di chi osteggia la lotta alla misoginia sociale e all’omofobia. Fare un osservatorio per il babau non lo rende vero, può servire a fare paura, che è esattamente la strategia di questi signori da quando hanno inventato l’inferno; non esattamente una novità, insomma.
                  Non ci crede ancora? Allora perchè non riflette sul fatto che questa emergenza nazionale pare essere solo in Italia, dove appunto i diritti di donne e omosessuali sono meno riconosciuti. Non le pare strano che la Chiesa Cattolica non abbia condotto una simile crociata all’estero? Ci pensi…E’ una macchinazione politica bella e buona.

                  Tornando al punto, forse alcune confessioni cristiane stanno comprendendo il problema, abbattendo le barriere alle donne al loro interno, ma sa benissimo che non può avere alcun ruolo di comando in ambito cattolico. Se lei (e non solo) ha libertà di parola, non è di certo grazie alle religioni, ma grazie alla laicità. I religiosi non approvano la democrazia, il vaticano non è democratico, infatti. Per i religiosi le persone dovrebbero fare quello che dicono loro (ovvero Dio), non cercare di capire cosa sia meglio fare.

                  Anche io le voglio bene Susanna, figurarsi avercela con lei. Non ce l’ho con nessuno in questo forum. Siete persone tutto sommato buone, altrimenti non vi dedicherei il mio tempo, non cercherei il dialogo. Si rende conto che è come se lei andasse a predicare in un forum di comunisti? Non è facile, e penso che dal quantità di accuse e insulti che mi prendo se ne renda pure conto in fondo.
                  Scrivo perchè anche se buoni, siete un po’ condizionati su alcuni punti, tipicamente i più critici e comuni a molte religioni. Per questo osteggiate taluni miglioramenti sociali che lo sono in modo oggettivo, così come io cerco di discutere in modo oggettivo quando riesco e non sono sommerso da insulti. Lei per altro è tra i miei interlocutori più civili. La ringrazio per questo e so che lei non ha alcun rancore nei mie confronti.

                  Ribadisco, trovo amaramente ironico che una donna non si renda conto che se può esprimere opinioni per difendere una religione, è proprio grazie al progresso da cui cerca di cerca di “difenderla”.

                  • To_Ni scrive:

                    “Io sono per la perfetta parità tra uomini e donne, senza negare nessuna delle loro differenze, lasciandoli liberi di esprimerle. Quelli che la vorrebbero zitta sono i testi religiosi, e chi li interpreta con la lente della paura e della diffidenza.”

                    Tu sei per la perfetta conformità, con la riduzione della donna ad un oggetto che ne puoi addirittura comprare uteri , ovuli o , perché no, “l’idrante con i seni” (se non trovi “pratici apparecchi” che ti consentano di allattare) ecc. (le tue comiche “generose donatrici”) . Quindi la riduci ad un perfetto pezzo di carne da usare. Per quanto riguarda il tuo giudizio sulla Chiesa e della donna del suo ruolo , guadagna mille volte di più nella prima che in tutti possibili mondi che possono degenerare dalla tua mente. In materia sei un ignorante bestiale, ed in fondo lo sai.

                    • MicheleL scrive:

                      Non è affatto vero. Sono contrario ad ogni forma di lucro legata alla procreazione (qualsiasi forma di lucro, pure le cliniche private). Se lei disprezza chi si presta alla gestazione per altri è lei che impone la sua ideologia alla donna, io non impongo nulla. Ogni donna deve essere libera, ma sopratutto nelle condizioni di esserlo, quindi anche al di sopra dei pregiudizi ideologici e moralistici.

                      Che l’atteggiamento dei cattolici verso le donne sia ipocrita e anacronistico è del tutto evidente. Perchè le donne non hanno voce nei sinodi e nei conclavi? Recentemente il papa ha dovuto ribadire che esiste un pregiudizio verso la donna come “tentatrice”, la volontà quindi esiste, come esiste il problema, che ad oggi è ben lungi da una soluzione, visto che a parole si predica il rispetto per la donna, ma non vi è verso di essa la stessa considerazione che vi è verso il maschio, cui le religioni demandano un’autorità indiscutibilmente superiore.

                    • To_Ni scrive:

                      Ma perché non la finisci di scrivere idiozie sull'”anacronismo cattolico” sulle donne . Poi dici che uno con te non argomenta sapendo che sei un calunniatore figurati cosa ti costa. La donna ha acquistato dignità con il cattolicesimo. Insegnava nelle università, badesse erano considerate più potenti dei vescovi, ex prostitute sono diventate sante. Vai a scovare la posizioni di illuminati illuministi e positivisti sulla “donna” . Parti da Hume, Diderot, … Darwin.
                      Se il ruolo nella chiesa può essere meglio valorizzato è una conquista, ma certo a differenza che nelle tue pulsioni nella Chiesa non tradiamo quella che è l’essenza stessa della persona “donna” che deve essere libera da pregiudizi ideologici e moralistici anche quando nella vita vuole amare suo marito ed i propri figli.

                      Si, sei contrario ad ogni forma di lucro perché trovi le “generose donatrici” alle quali puoi fare delle “donazioni” come corrispettivo.

                      Basta cambiare le parole.

                    • To_Ni scrive:

                      Sono moderato, ma aggiungo:
                      La donna “presta la gestazione” non è affatto libera. Tu conosci le “generose donatrici”, perché vengono a cercarti per farti il regalo. La realtà è che donne in stato bisogno si vendono a dei laidi (etero o gay che siano) e questi non sono pregiudizi ideologici moralistici.

                    • MicheleL scrive:

                      Perché non la finisci di scrivere idiozie sull’”anacronismo cattolico” sulle donne?
                      Perchè lei confonde causa ed effetto e non vuole vedere l’evidenza.

                      Le donne hanno avuto importanta nonostante la chiesa e non grazie ad essa. La chiesa cattolica è spesso scesa a patti con il potere (quasi sempre con maggiore valore morale di ogni altro, non l’ho mai negato), ma che le donne abbiano potuto ritagliarsi ruoli sociali è sempre stato per concessione rispetto ad una pressione che veniva dalla società e mai per iniziativa della chiesa.
                      Ma poi, basta che lei legga sè stesso: “badesse erano considerate più potenti dei vescovi” e in virtù di cosa? Se fossero stati uomini, con la stessa virtù, cosa sarebbero diventate? Il fatto che non esistano donne vescovo e che non partecipino ai sinodi è grave. Forse una donna non può capire? Identico ragionamento per i conclavi. Dio non parla alle donne? Gli parla in modo meno importante che agli uomini? Perchè una donna non può essere prete, vescovo, cardinale, papa? E badi che vorrei davvero saperlo, perchè non ho mai letto nessuna spiegazione che in ultima analisi non si potesse ridurre a “perchè di no”.

                      Le donazioni sono lucro, sono contrario anche ad esse. Alla fine della gestazione per altri, la donna che si presta, in piena libertà e senza nessuna pressione economica, umana o sociale, non deve essere nè più ricca, nè più povera di prima. Guardi To_Ni che io non mi faccio nessuna illusione, non penso troverò mai una donna così, ne faccio una questione di principio, ma sono disposto spingere la cosa alle estreme conseguenze, vale a dire pure che di donne così ce ne siano due o tre in tutto il mondo. Mi viene in mente la madre che porta a termine la gestazione per la figlia, la sorella di uno dei coniugi. La vedo difficile per rapporti amicali, ma non metto alcun limite alla libertà delle persone, quando essere sono nella condizione di essere libere, ovvero non in stato di necessità materiale o sudditanza psicologica.

                    • To_Ni scrive:

                      Le donne hanno importanza nella chiesa da subito ed il messaggio paolino, che non vede distinzioni tra schiavo e padroni e donna e uomo ne è una prova eloquente per chi vuol capire. Si avvia un processo di liberazione e di riconoscimento di dignità . Anche il matrimonio indissolubile che metteva sullo stesso piano uomo e donna diversamente dal passato che lasciava la donna in balia del marito e addirittura del padre (e parliamo dell’avanzata società romana, metto da parte quelle germaniche) ha un ruolo in questo processo. Riconoscimenti giudici (come l’eredita direttamente alle donne), la possibilità di studiare, di insegnare nelle università, diventare medico , badesse (con poteri su uomini e donne verso le quali i vescovi dovevano fare anticamera per poterle incontrare e discutere) e senza dimenticare Santa Caterina poteva rimproverare il papa per la sua mancanza di coraggio e Santa Giovanna D’Arco guidare un esercito, dovrebbe indurre prima di muovere un critica obbiettiva a porre un rapporto con ogni contestualizzazione dell’epoca. Come si trovavano le donne nelle “altre civiltà” contemporanee ? Meglio? Credo di no, perché la società cristiana cattolica era la più avanzata. Quindi qualsiasi ragionamento che fai tu su “mancati diritti” è falso perché parte da presupposti inconcepibili in quella epoca non solo per la società cristiana ma, in maniera ancora più incisiva, per tutte le altre e che tu puoi concepire SOLO OGGI (mi preme che ti sia chiaro questo punto) .
                      Comunque grazie alla Chiesa avvenivano conquiste, non per merito delle femministe, ma per l’ovvio riconoscimento della dignità delle persone che andava di pari passo con l’evolversi della coscienza. La Chiesa veniva a patti con il potere? Si, avvolte, ed avvolte no. Ma nessun potere poteva imporre alla Chiesa che la donna fosse un essere inferiore all’uomo. Mentre la condizione femminile è peggiorata con l’illuminismo e Napoleone di seguito. Hume reputava una disgrazia riconoscere eredita alle figli femmine mentre Darwin ne dimostrava “scientificamente” l’inferiorità.

                      Per quanto riguarda il perché Cristo non ha avuto apostoli donne e la chiesa si sia limitata alle diaconesse, in tutta onesta, non so darti una risposta, anche se ci ho riflettuto spesso ma niente mi ha soddisfatto. Ho pensato che Maria, che è il vertice di ogni cristiano in terra comportasse una degna compensazione, ma non basta. Forse per il fatto che Dio è Padre e di riflesso credo che un uomo sia più coerente dal punto di vista psicologico. Forse perché fare le donne prete avrebbe sviluppato una cattiveria particolare e blasfema nei nemici della chiesa. Non ho una risposta anche se posso continuare a lungo con i “forse”. Certo che ordine sacro non è sinonimo di santità, come non è sinonimo di capacità. I Teologi non hanno detto una sola parola che porta a sostenere questioni di capacità. Probabile è la continuazione dell’esempio di Cristo (che poi non era vincolato alla cultura del tempo, quindi se avesse voluto). Non lo so, , ma la cosa non mi turba per altri motivi: la Chiesa non deve essere potere, ma servizio (il primo e quello che è al servizio di tutti) ogni altra cosa viene dal maligno. La Chiesa non gestisce un potere a piacimento, dato che ogni precetto si applica al papa come a ogni cattolico. Un papa può avere il dogma dell’infallibilità, consacrare , confessare e finire nelle fiamme eterne, una prostituta e un ladro no, e non c’è nulla che possa cambiare questo Ma la cosa di cui sono maggiormente convinto è che ogni autentico processo di conquista di dignità della donna non passa in contrapposizione a Cristo e alla sua Chiesa.

                      Sono contento che almeno non vuoi comprare. Spero sia vero. Ma questo mercato non lo determini tu e la musica si sente. Spero anche che falliscano tutti i tuoi artifizi per fare il genitore, ma di ti auguro di essere uno zio amato.

                    • To_Ni scrive:

                      mi moderano

                    • To_Ni scrive:

                      Moderazione inspiegabile. Era un post molto lungo, per me, che non sono Michele al quale piace sfiancare con pipponi*. Forse ho detto delle eresie, ma verrei corretto da amici che scrivono qui con molta competenza. E non sarebbe un problema.

                      Comunque, Michele, la donna ha trovato dignità grazie alla chiesa , non alla spinta della società laica, la quale remava contro (paradossalmente anche dal “misogino” S. Agostino puoi trovare elementi indicatori). Lo ha fatto, come ho già accennato, con l’illuminismo (sarebbe interessante analizzare la condizione della donna durante la rivoluzione francese*) ma sono interessanti alcuni segni indicatori durante il Rinascimento (anche riflettendo sui processi alle “streghe”).
                      Il punto principale della mia, diciamo, argomentazione è che qualsiasi giudizio su un epoca deve basarsi su una comparazione contestuale all’epoca stessa (società cristiano cattolica, società cristiana-protestante, società cinese, araba ecc) e non in un rapporto a quella odierna che è l risultato del superamento di dicotomie storiche (quindi di necessità contingenti) . Certo io sostengo anche che sono esistite della “fratture” storiche che hanno costituito rispetto all’epoca un passo indietro (mi riferisco al protestantesimo di Lutero e Calvino, l’illuminismo i cui tratti principali formano lo stampo del nazismo e del comunismo ed il 68).

                      Per quanto riguarda la donna nella Chiesa non sono in grado di darti una risposta. Cristo non temeva le convenzioni del tempo. Certe affermazioni di Lui , per esempio il dialogo con Marta e Maria (una che ascoltava e l’altra che lavorava) era inconcepibile con la mentalità del tempo. Inconcepibile era il fatto che donne “mantenevano” economicamente Cristo e gli apostoli (qualcuno si scandalizza pure oggi della cosa) . La forte presa di posizione rspetto alla legge di Mosè, per affermare l’eguaglianza dei diritti e dei doveri dell’uomo e della donna di fronte al vincolo del matrimonio … altro scandalo. Le stesse apparizioni fatte per prima a delle donne, considerate giuridicamente all’epoca come testimoni poco attendibili, conferma il fatto che Cristo agiva in modo inconcepibile per l’epoca creando imbarazzo agli stessi apostoli (imbarazzo che si trova traccia nei Vangeli). Quindi se Lui avesse voluto donne prete non avrebbe trovato difficoltà. Da qui la mia mancanza di risposte. Non ho trovato nei teologi una parola che portassero a dedurra per incapacità né per minori qualità (nessun teologo). Ma del resto l’ordine sacro non garantisce santità e/o capacità. E’ solo , credo, il rispetto della volonta di Cristo.
                      Ma devo ammettre che la cosa non mi ha turbato per molti motivi:
                      La Chiesa non può essere una società demogratica, perche non è un organo politico. La sua logica parte da una Rivelazione, quindi chi non ci crede può avere tutte le perplessità che vuole. Per ME Cristo è più reale di me e di te …quindi.
                      La Chiesa è un servizio non un potere . Chi la usa come potere la viola;
                      La Chiesa non potrà MAI cambiare il fatto che prostitute e ladri precederanno i farisei (gli ecclesiastici che fanno potere del loro ruolo) nel Regbno di Dio. Non hanno il potere di imporre precetti che escludono se stessi.
                      La Chiesa, ed è la cosa che più mi convince, nella sua fedeltà a Cristo è l’unica via che da dignita alla donna in senso autentico. Il resto, quello che viene dal “mondo” la riduce ad un pezzo di carne che lavora, un oggetto da usare. La liberazione della donna nel senso corrente per me altro non è che lo scimmittamento del maschio nelle sue espressioni peggiori. Capisci allora che non ho nessuna difficoltà a volere donne che lavorano, che trovano soddisfazzioni professionali, che non vengano sfruttate, umiliate, usate ecc. Io ho figlie che studiano, con sogni e speranze, credi che amo la loro umiliazione futura? Ma di pari non voglio che una donna che scieglie di essere madre e moglie deve essere “culturalmente” qualificata una mentecatta fallita. Operazione che oggi si fa e che trova conferma nel giochino secondo la quale “se si fa questa scelta” la si fa “perche si è succube”. Quindi rientramo nella logica che il potere culturale ti deve dire come devi essere (per me questo è il mio principlae nemico). Solo che non credo nelle strade che si percorrono oggi, contro l’ingiustizzia, dat che perseguono doppi fini. Ma di questo ne abbiamo parlato in passato.

                      Per quanto il tuo desiderio di avere figli, sono favorevole al fatto che ti sposi con una donna e che insieme portate al mondo un bel bambino. In alternativa di essere uno zio amato.

                      PS: anch’io ho fatto un pippone. Ma non ne farò in futuro, quindi se mi presenti le stesse obbiezioni ti rimando a questo post, o l’altro se lo pubblicano. Cerca di essere sintetico. Ho la febbre, ma il medico mi ha garantito che non dipende dall’omofobia.

                    • MicheleL scrive:

                      Purtroppo non ho tempo per continuare la discussione oggi e qui. Mi salvo il suo lungo intervento e lo riprenderò in futuro (e.g. nella discussione sul “Unione Gender-Europea”).

                      Aggiungo solo che la chiesa cattolica si è adattata ai cambiamento sociali in tema femminile, non li ha causati.
                      Se c’erano le badesse era perchè c’erano famiglie potenti con figlie da piazzare in seno al potere ecclesiastico, non perchè la chiesa riconoscesse motu proprio le loro doti, ma solo dopo che fu indotta a riconoscerle per vox populi.
                      Sempre donne che hanno avuto un ruolo sociale in una iniziale indifferenza ecclesiastica. La ““Bella brigata”” di Santa Caterina, le gesta di Giovanna d’Arco.

                      Su teologi e capacità femminili, S. Agostino sulla sudditanza femminile “sic ex tali subiectione naturaliter femina subiecta est viro, quia naturaliter in homine magis abundat discretio rationis”, ovvero che il maschio avrebbe per natura un più vigoroso discernimento razionale.
                      Sui primi passi dell’illuminismo pesano secoli di pregiudizi. Darwin era un osservatore ma anche un uomo fondamentalmente religioso. Osserò la storia e ne dedusse la superiorità maschile, senza chiedersi se vi fossero dei pregiudizi, perchè all’epoca il giudizio sulla donna era scontato: un pregiudizio che infatti fatichiamo a scrollarci di dosso ancora oggi dopo 150 anni.

                    • To_Ni scrive:

                      Non so riprendo la discussione dato che mi accorgo che vuoi dire le cose tanto per dirle e trovare giustificazioni.
                      Le badesse non sempre erano di famiglie ricche, ordine di Fontevraultl non trovo la forza nella vox popoli (che tra l’altro era vox cattolica) , ma trovò l’avversione di molti vescovi, ma non dei papa.
                      Darwin non guardo la storia ma la scatola cranica.
                      Giustifichi Darwin religioso e non S. Agostino e l’influenza aristotelica.
                      Gli illuministi ripresero “la propria tradizione” che la chiesa avversava (tra l’altro chiusero e reprimevano anche le conquiste che già esistevano, incluso gli ordini monastici delle badesse)
                      ecc. ecc.
                      Ti conosco troppo bene se calunni la realtà di oggi, figuriamoci quella di ieri.

                    • MicheleL scrive:

                      Anche io inizio a conoscerla To_Ni e so con quanta superficialità lei si forma idee radicali. Tipico dei religiosi meno illuminati, ma apprezzati come ottuso braccio militante dell’intelligentia religiosa. Infatti lei mi conosce perfettamente, sa tutto di me, ha fatto persino una bella diagnosi da psicanalista quale non è…
                      A lei non interessa la verità, le basta dare a intendere e sperare che le vada bene, come con Bayer, che poi invece la smentisce.
                      Fontevrault? Prima badessa Pétronille de Chémillé, era nipote di Goffredo di Vendôme fondatore dell’abbazia della Trinità a Vendôme, maestro di Roberto d’Arbrissel, fondatore dell’abbazia di Fontevrault. Seconda badessa, Matilde del Maine, duchessa della Normandia, zia di Enrico II d’Inghilterra.
                      La posizione di badessa di Fontevrault, attrasse nel corso degli anni molte nobili e ricche appartenenti all’alta aristocrazia compresi membri della famiglia reale francese.
                      Come al solito, ci ha provato e non le è andata bene. Ha la fortuna che io sono paziente con lei, mi leggo le sue “astuzie” e mi prendo cura di aiutarla a capire.

                      Non giustifico Darwin, ma Darwin non è come S. Agostino, perchè molte delle cose che Darwin disse oggi fanno sorridere gli scienziati, mentre S. Agostino è dottore della chiesa.
                      Darwin ebbe una brillante intuizione, seppe sostenerla con prove utilissime, ma disse anche un sacco di ingenuità e inesattezze, quando non delle vere e proprie assurdità. La verità scientifica non è nelle tasche di nessun scienziato, ma nella mole della letteratura.
                      Non giustifico nessuno dei due, io non ho santi da adorare, non alcuno problema a riconoscere un errore quando ne vedo uno sostenuto da prove, questo non mina un sistema di credenze e superstizioni che rischia di venire giù come un castello di carte.

                    • To_Ni scrive:

                      Come al solito sei un ignorante in mala fede bestiale oltre che insolente vestito di manierismi stucchevoli.
                      L’illuminismo condizionato dalla religione che hai sotteso nel primo intervento perché non lo vedi alla luce della schiavitù su cui gli illuminati hanno costruito molte fortune? Pure la schiavitù trova fondamento nella religione? Pure le posizioni di Voltaire che diceva che i negri erano figli tra donne e scimmie? Quando Roussou chiuse i figli in manicomio per trovare il tempo per fare filosofia trovava giustificazione nella Bibbia?
                      Assolutamente no, gli illuministi erano ideologi di una borghesia che non voleva frantumata la loro ricchezza e non trovarono opportuno (molto spesso) farla ereditare alle donne. (Sai come gli “illuminati” hanno regolamentato le “case di piacere”? Sai che se in quelle case nascevano bambine dovevano continuare il mestiere della madre, mentre i maschi potevano essere dati in adozione? Fondamento trovato nella Chiesa? .. cialtrone)

                      La ricchezza io non mi sogno di negare che fosse importante in quei secoli . Del resto se non avevi un comandate in un esercito aristocratico difficilmente avrebbe trovato rispetto dalle umili truppe (non ricordo il nome dello stratega, legato alla battaglia di Lepanto che disse questa frase). Eppure in quei secoli bui abbiamo avuto papi figli di contadini (ne conosci re e regine figli di contadini?). Abbiamo avuto badesse povere (ordini ce ne erano molti). Roberto d’Arbrissel, fondatore dell’abbazia di Fontevrault divenne sottoposto all’autorità di una badessa. Se le badesse di tale ordine erano di famiglie aristocratiche comunque non venivano mandate dalle famiglie , perché per essere badesse tra i requisiti c’era di essere state sposate e vedove. Tutte e tutti dovevano rinunciare alla ricchezze.

                      Cialtrone “non giustifichi Darwin”, che fai , cambi le carte in tavola? Non guardava la Storia? Imbecille S.Agostino si esprimeva secondo la cultura e le idee che circolavano al suo tempo. Se Aristotele diceva che la donna era un essere incompleto non mi meraviglia che lui, per non apparire un presuntuoso rispetto al tempo e a un gigante come Aristotele, si lasciasse condizionare. Ma S. Agostino, diversamente a quelli della Sua epoca ritrovava insopportabilmente incomprensibile che una donna dovesse chiedere il permesso a suo padre per sposare l’uomo che voleva (dato che per lui ad Eva non l’ha accompagnato nessuno). Sant’Agostino faceva un passo avanti. Poi San Tommaso supera la posizione di Sant’Agostino (e di Aristotile datoo che dio nella creazione “fece cosa buona” e non imperfezioni). Cosi come succede in tutte le cose quando i pensieri, sentimenti e le cognizioni scientifiche se ti permettono di generare idee produttive questo avviene CON I MEZZI CHE HAI A DISPOSIZIONE IN QUELL’EPOCA. Capito Zuccone?

                      I Santi noi li veneriamo, non li adoriamo. Zuccone, neanche questo sai.

                      Calunniatore , con te non mi va mai male. Con te non sbaglio mai e rido del tuo illusorio narcisistico senso di appagamento che non riesci a celare . Sei limpido per me e voglio tornare, in altra discussione, sui bambini che vuoi avere gratis … non ho ignorato un passaggio. Ho una domanda da farti… spero che non mi annoierai con una risposta lenzuolo, perché è facile come domanda.

                    • To_Ni scrive:

                      Vedi che ti ho risposto e sono in moderazione , non te ne andare , non ti preoccupare se non ci legge nessuno (tanto tu gli applausi te li fai da solo :-) )

                    • MicheleL scrive:

                      Molte cose le piacerebbero To_Ni anche se sa che non sono vere. Lei infatti sa benissimo che non cerco i riflettori, le piace pensarlo, anche se sa che non è vero. Le diedi la mia mail per discutere direttamente con me (e gliela ripeto: michele-elle@hmamail.com ), così avremmo potuto farlo senza lungaggini, ma lei preferisce la benedizione di Tempi…Attendiamo fiduciosi allora :)

                    • To_Ni scrive:

                      Aggiungo al post in moderazione:

                      Bayer, non mi ha smentito. La violenza c’è stata (io quello ho detto). Poi , dopo alcuni anni ha detto che lui non era condizionato. :-) facile

                      Il castello di carta che crolla è quello dell’uomo che , tu concentrato sul tuo ombellicaccio non te ne accorgi, è reso un lattante insaziabile. E’ infelice e lo sa… l’unica risposta esistente, degna alla sua umanità, si lotta per togliergliela. fallite miseramente e ci sono segni inquietanti che lo dimostrano.

                      PS: Leggo sempre più distrattamente i tuoi post, avvolte vado ad intuizione, … sei carta conosciuta. ora mi si è posato l’occhio su Bayer ed ho pensato : “vuoi vedere che sostiene che HA VINTO e che è bravo?” … in effetti … era così

                    • MicheleL scrive:

                      Ah To_Ni, quello concentrato sul suo ombelico è lei. Legge “di pancia” e ignora i fatti. Adesso che i fatti la sbugiardano si ridimensiona…”Volevo solo denunciare la violenza”…Sì, certo. Lei è anche un disonesto, oltre che arrogante. Lei ha ovviamente cercato di invalidare la decisione dell’APA dando a intendere che sia stata forza. Questo lei ha cercato di fare…O adesso vuole dirmi che era una uscita da non-violento? Lei non fa che peggiorare le cose. Infatti poi dice che Bayer avrebbe detto che la pressione non fu importante “per lui”…Ancora una volta mente sapendo ti mentire (e non dica che non ho pazienza con lei), perchè ha già letto questo paragrafo:

                      “That the American Psychiatric Association responded to the concerted pressure of an angry, militant movement that had made full use of coercive and intimidating tactics is undeniable. To assert, however, that the decision of December 1973 represented nothing more than a capitulation in the face of force involves a great distortion. Though it is difficult to determine the precise proportion of psychiatrists who have adopted the nonpathological view, it is clear that the numbers are substantial.” (Pg. 189) Ronald Bayer Homosexuality and American Psychiatry: The Politics of Diagnosis

                      “Che l’American Psychiatric Association abbia risposto alla pressione concertata di un arrabbiato movimento militante che aveva fatto pieno uso di tattiche coercitive e intimidatorio è innegabile . Per affermare, tuttavia, che la decisione di dicembre 1973 rappresentava nient’altro che una capitolazione di fronte forza richiede un grande distorsione. Anche se è difficile determinare il numero preciso di psichiatri che hanno adottato la vista non patologica, è chiaro che i numeri sono sostanziali ” (Pg 189) Ronald Bayer Homosexuality and American Psychiatry: The Politics of Diagnosis

                      Dove chiarisce che la forza non fu determinate e che la decisione ha coinvolto un numero sostanziale di esperti, quindi non parla per lui. Come vede, una smentita precisa, puntuale e circostanziata. Al solito.

                    • To_Ni scrive:

                      “Dove chiarisce che la forza non fu determinate e che la decisione ha coinvolto un numero sostanziale di esperti, quindi non parla per lui. Come vede, una smentita precisa, puntuale e circostanziata. Al solito.”

                      Ho capito:

                      Parla (nel 1987) “lui” di violenza avvenuta (il fatto avvenuto 1971) . Poi dice (sempre nel 1987) che la cosa non ha avuto peso sugli altri (l’interpretazione dell’impressione che altri hanno avuto sul fatto … sempre nel 1983).

                      :-)

                      Non sai ragionare. :-)

                      P.S. :Ti saluta sull’argomento pure William Dannemeyer

                    • MicheleL scrive:

                      Ecco, adesso posi i paraocchi, si guardi intorno e rifletta sugli ultimi 40 anni di storia e di evidenze scientifiche e sociali. L’omosessualtà non è una malattia, e questo fu chiarito già 40 anni fa da studi arci-confermati che furono alla base della decisione dell’APA. Questi sono i fatti, confermati non solo da Bayer, ma da tutta la comunità scientifica rispettabile.

                      Infatti lei che estremisti va a trovare? William Dannemeyer. Un politico di destra che ha costruito una carriera sull’omofobia, uno che andò al Congresso a dire che gli omosessuali si mettono lampadine nel retto…Sarebbe questo il suo capire e ragionare?
                      Ma non si vergogna nemmeno un po’?

                    • To_Ni scrive:

                      Capisci perché mi diverti un mondo? Fallisci miseramente e tenti virate omissioni e contorsioni. Se l’omosessualità non è una malattia doveva trovare altre modalità. Bayer e William Dannemeyer furono testimoni di aggressioni . Questi sono fatti.
                      Ora su William Dannemeyer che racconta un “fatto” (l’aggressione, non la sua concezione della omosessualità) diventa “cattivo” , di “destra”, … forse pure “spacciatore”? Figlio di “Al Capone”? Madre bagascia?

                      :-) Grazie!

                • Giannino Stoppani scrive:

                  Scusa Susanna, ma la carampana vetero-femminista che qui adotta il nick MicheleL non la può proprio perdere l’occasione per dimostrare di non capire un cappero di cristianesimo, del quale conosce solo i pregiudizi appresi alle fumose riunioni del collettivo studentesco “Hasta la victoria siempre!” che frequentava alla vana ricerca di qualcuno a cui darlo (non è un refuso, ahimé)
                  Nessuno la può smuovere da quella prospettiva, oramai ci si è incancrenita.
                  Inutile dire che in quanto a “virilità”, tutte le donne lo surclassano.

                  • SUSANNA ROLLI scrive:

                    :) !!

                    • giovanna scrive:

                      Che poi questa signorina “micheleL” che dice che siamo persone tutto sommato buone, anche se bisognose di essere rieducate dalla stessa signorina, proprio ieri ha detto che siamo un letamaio !
                      Alla faccia dell’ipocrisia.
                      Vabbè, quello che dice un troll , per definizione, è fasullo.

        • Filippo81 scrive:

          Bella, Susanna, sono d’accordo !

  2. Giovanna Jacob scrive:

    Invece di cantare “Imagine”, i francesi dovrebbero rendere omaggio a Giovanna d’Arco: la santa che diede loro una patria brandendo le armi.

    • Filippo81 scrive:

      Infatti, Giovanna, o dovrebbero riscoprire gli inni degli insorgenti della Vandea o degli Chouan che si opposero militarmente ai tagliatori di teste dell’epoca,i giacobini.

  3. paolab scrive:

    “Un tempo avevo sogni sulla Chiesa. Una Chiesa che procede per la sua strada in povertà e umiltà, una Chiesa che non dipende dai poteri di questo mondo. Una Chiesa che dà spazio alle persone capaci di pensare in modo più aperto. Una Chiesa che infonde coraggio, soprattutto a coloro che si sentono piccoli o peccatori. Sognavo una Chiesa giovane. Oggi non ho più di questi sogni. Dopo i settantacinque anni ho deciso di pregare per la Chiesa.” (Carlo Maria Martini, Conversazioni notturne a Gerusalemme)

    «Ivi entrò in una caverna per passarvi la notte, quand’ecco il Signore gli disse: “Che fai qui, Elia?”. Egli rispose: “Sono pieno di zelo per il Signore degli eserciti, poiché gli Israeliti hanno abbandonato la tua alleanza, hanno demolito i tuoi altari, hanno ucciso di spada i tuoi profeti. Sono rimasto solo ed essi tentano di togliermi la vita”. Gli fu detto: “Esci e fermati sul monte alla presenza del Signore”. Ecco, il Signore passò. Ci fu un vento impetuoso e gagliardo da spaccare i monti e spezzare le rocce davanti al Signore, ma il Signore non era nel vento. Dopo il vento ci fu un terremoto, ma il Signore non era nel terremoto. Dopo il terremoto ci fu un fuoco, ma il Signore non era nel fuoco. Dopo il fuoco ci fu il mormorio di un vento leggero. Come l’udì, Elia si coprì il volto con il mantello, uscì e si fermò all’ingresso della caverna. Ed ecco, sentì una voce che gli diceva: “Che fai qui, Elia?”». 1Re 19, 9-13

    se la tenga la sua virilità, è degna dei fanatici che vuole combattere.

    • Raider scrive:

      Lei cosa fa, Paolab, riguardo la virilità dei fanatici che, così pare, lei non intende combattere? Cosa propone di fare o di non fare, siccome non si è già disfatto abbastanza? O le è di disturbo la virilità? O la trova disturbante solo nei Cristiani? Dopotutto, l’appello a reagire di Hadjadj è contro «valori» che «possono al massimo riunire un esercito di consumatori».
      “Noi ci eravamo rammolliti, avevamo perso ogni virilità, ridotti allo stato di bambini viziati, di marionette preoccupate dal nostro cardiogramma, pupazzi consumatori di pornografia». Addormentati «nel conforto e nel successo», ci siamo accontentati «di una pace imposta», poco importa «a quale prezzo di devastazione e “danni collaterali”».
      “Hadjadj non invoca una nuova crociata, ma invita a riscoprire una dimensione ormai dimenticata del cristianesimo, «ridotto a consigli gentili di morale civica».

    • Luca P. scrive:

      Guarda Paolab che se Elia non fosse stato “pieno di zelo per il Signore degli eserciti” (ovvero la stessa “virilità” di cui parla Hadjadj) sarebbe andata ben diversamente !
      Al soffiare gagliardo del vento, al tremare della terra, al fuoco … Elia sarebbe già scappato e rintanato della caverna. Al mormorio del vento invece si sarebbe fatto una bella dormita.
      Ecco cara Paolab … se l’occidente pensa che l’unico modo per essere diversi dai fanatici dell’ISIS sia quello di essere “rammolliti e bambini viziati” magari demandando a moderni cavalieri senza volto il compito di bombardare i territori dei cattivi … allora l’ISIS ha già vinto.
      Hadjadj dice bene. La loro diabolica forza morale è quella che li sta rendendo vincenti.
      E’ la stessa che ha spinto ieri in uno stadio di calcio in Turchia a fischiare il minuto di silenzio per la Francia, o alcune studentesse mussulmane a Varese ad assentarsi allo stesso gesto.
      Ecco in questo ventre molle dell’Occidente o l’uomo ritrova lo stesso zelo di Elia … oppure gli jihadisti si moltiplicheranno come un tumore nelle sue stesse viscere.

      • beppe scrive:

        caro LUCA , vedrai che i vari paolab ecc, si rifugeranno nel loro castello biando, fatto con le FETTE BISCOTTATE SPESSE COSI’, e scacceranno i cattivoni colpendoli con centinaia di peluches…che come si sa provocano allergie ..letali.

    • SUSANNA ROLLI scrive:

      ..Se un orso le si para improvvisamente davanti per sbranarla, lei che fa? Lo invita calorosamente a farsi da parte? O cercherà di difendersi in qualche modo, magari cercando ,con l’aiuto di qualche guardia, di rinchiuderlo da qualche parte, di fare il modo che non possa nuocere, di immobilizzarlo se proprio non lo si può o vuole eliminare…
      Ma se lei preferisce farsi sbranare!!!! Ognuno ha i suoi gusti!

      • paolab scrive:

        cara susanna, non finga di non capire. il Cristiano cerca e spera il coraggio per vivere e, se deve capitare, di morire per ciò in cui crede. ma essere disposti a morire per la propra idealità e la propria fede non significa per questo essere pronti a uccidere. dopo di che resta pendente l’imbarazzante questione dell’evangelico porgi l’altra guancia. sono molto sorpresa che nessuno si ponga la domanda di cosa significhi questo invito di cristo nel momento presente. stranamente, le uniche prescrizioni evangeliche che non vengono mai prese alla lettera sono proprio quelle della povertà e della non violenza. capisco la difficoltà, per me sono difficilissime da seguire, figurarsi da realizzare. ma lei, voi che frequentate tanto assiduamente queste pagine? non vi ponete nemmeno la questione?
        (e comunque sentire chiamare alle armi della virilità contro l’islamismo mi fa ribrezzo. non è innocente questo fare un tutt’uno di Islam e terrorismo. e trovo rivoltante questa vera e propria istigazione all’odio religioso. io se devo oppormi, mi oppongo al fanatismo. e tale mi pare – con le debite proporzioni, dato che non uccide nessuno – anche quello del signor hadjadj.)

        • giovanna scrive:

          Bè, Ste, di micheleL , inteso come nick, forse ce n’è uno solo, ma la signorina che usa questo nick ne usa in contemporanea almeno una dozzina ! :-)

          Scusami, Ste, non volevo minimizzare quello che hai scritto, ma la nostra MIcheleL non è in grado di capirlo, te lo assicuro , tanto è presa dall’esigenza di trollare a tutto spiano, un’esigenza irrinunciabile per il suo precario equilibrio psichico.

        • giovanna scrive:

          “Paolab”, va bene il registro tuttattaccato, va bene il registro che non usa le maiuscole, ma il nome di nostro Signore, per un minimo di decenza e buona educazione, lo devi scrivere maiuscolo o risulti talmente offensiva della sensibilità altrui ( sai, per NOI cristiani è un’offesa a nostro padre ) che i discorsi buonisti del cavolo che fai diventano ancora più ridicoli.
          Cafona.
          Registro radical-chic, ma cafona.

    • To_Ni scrive:

      Sai dire qualcosa di cristiano per favore , smetti di dire fesserie estrapolando 3 passi, letti a casaccio. Non solo non capisci che il passo di Elia significa tutt’altro quello che vuoi intendere.
      Non sai neppure leggere la Bibbia. Li hai letti i passi successivi al 1Re19, 14 e segg.?

      La virilità è una qualità umana presente in tutte le epoche e a tutte le latitudini. ma per voi conta solo la presenza degli omosessuali nella storia. La virilità non si abbina al fanatismo, ma la detestate perché preferite un epoca di eunuchi e polli da batteria per essere umani.

      PS: Smettila di giocare alla cattolica … sei ridicola

  4. GD scrive:

    Hadjadj non invoca una nuova crociata…. No ? E dove si ferma la sua invocazione ?

    • giovanna scrive:

      Eccola, la coppia paolab-GD !

      Hanno fatto interventi identici , ma proprio identici, con citazione identica, con questi due nick, lo stesso giorno , sotto due articoli diversi , e ora compaiono sempre appaiati negli stessi articoli.
      Paolab lancia il sasso delle citazioni evangeliche per usarle contro il Vangelo, poi sparisce e compare GD con frasette lapidarie per sostenerla.

      Questo è un copione per questi due horror-nick : invece “micheleL” va per conto suo, anche perché altrimenti si intreccia, come è già successo…tutti questi horror-nick non sono facili da gestire per un’unica persona, anche psycho in massimo grado !

      Certo che la vita del multi-nick-horror deve essere proprio tremenda : magari accalappia qualche utente di passaggio, che cede alla tentazione di discutere col sottovuoto spinto…ma poi, che soddisfazione è ?
      La vita vera è un miliardo di volte più soddisfacente : cara signorina trollina, ti perdi tanto, ma proprio tanto.
      Mi dispiacerebbe se non fossi nelle condizioni psichiche di poter scegliere, ma un cane con cui aprirsi possibile che non lo trovi, intendo nella vita, non sul web ?

      Susanna, sì, è Hadjadj, quello nella foto !

  5. MicheleL scrive:

    Chiunque oggi inneggia alla “virilità” guerriera è chiaramente da considerare un pericolo per l’umanità.
    Abbiamo le bombe atomiche, potremmo radere al suolo la Siria in 5 minuti. Ma perchè limitarsi a questo? Finiamo il lavoro dei crociati, potremmo annientare l’Islam! Follia, ma non per tutti. Non per i “virili” guerrieri.
    Nessuna guerra è “pulita”, tanto vale fare pulizia alla radice!

    Ma se la “virilità guerriera” diventa “cristiana”, pare meno grave. Come se la religione autorizzasse a fare ogni cosa. E in effetti è così. Metà della popolazione poi è donna. Ma le donne, si sa, se ne devono stare a casa zitte.

    La religione è, oggi, un enorme ostacolo al cammino di pace, perchè non la promuove, mentre è un terribile carburante per una violenza cieca e sorda al dialogo.

    • Per non tacere del fatto che se non fosse per S. Marco D’Aviano (prego informarsi) oggi tutti noi, compresi questi atei tuttologi, staremmo ad imparare a memoria il Corano.

    • SUSANNA ROLLI scrive:

      @ MicheleL
      Se non ci fossero i cristiani con la loro fides et ratio le persone diversamente abili nell’amore farebbero proprio una gran brutta fine, e questo mi dispiacerebbe molto, credimi.
      E non urlare quando scrivi, per favore!

      • MicheleL scrive:

        Se non ci fossero gli omosessuali (il cui amore secondo lei è diverso, mentre per me l’amore è amore, ma tant’è), non ci sarebbero stati nemmeno molti padri della chiesa, giacchè non è un mistero che per molti questo diverso modo di sentire fosse (in passato) piegato verso una vocazione. Questione di punto di vista Susanna, con i se e i ma non si fa la storia, sarebbe già molto conoscerla e farne tesoro.

        Io non credo che gli omosessuali debbano ulteriormente accettare di essere discriminati per il ruolo che il cristianesimo ha avito nella cultura occidentale: si tratta di una discriminazione ingiusta e due torti non fanno un dritto. Oggi, come ho scritto sopra, la religione rappresenta un ostacolo al dialogo. Molto del buono che la religione poteva dare alla società laica (uguaglianza, libertà, solidarietà, cultura) lo ha dato e purtroppo oggi per continuare ad avere un ruolo protagonista il cattolicesimo, che annaspa rispetto alla mancanza di autorevolezza, attualità e cultura dei suoi esponenti, è vittima di tendenze radicali, anche se per fortuna la corrente conservatrice ha subito una battuta di arresto con il cambio al vertice del dopo Ratzinger.

        P.S. Non mi pare di aver scritto in maiuscolo (urlare nella c.d. “netiquette”). Ho esclamato delle cose e penso che quando di parla di guerra sia il caso di esclamare le cose.

        • Corrado scrive:

          Caro MicheleL,
          vai in Siria con la tua sciarpina arcobaleno e parla con i tagliagole se sei coerente con i tuoi principi. Ma non lo sei e preferisci stare qua ad ammorbarci con le tue assurde parole e teorie non sei credibile.

          • MicheleL scrive:

            Ci vada lei in Siria, troverà persone con cui è impossibile dialogare perchè hanno la “verità” dalla loro, contro ogni evidenza.
            Purtroppo, oggi, non è possibile recuperare un terrorista in carcere, perchè è refrattario ad ogni genere di informazione, che li induca a ragionare.
            Le ricorda nulla?

            • Corrado scrive:

              Si, mi ricorda lei refrattario ad ogni informazione e la verità dalla sua contro ogni evidenza.
              Per questo motivo in Siria si troverebbe bene, ma sei un debole che non crede alla forza dei suoi principi perchè non da la vita per difenderli, tu dai solo parole.
              Io invece per Cristo morirei.

              • MicheleL scrive:

                Verso quale evidente realtà sarei refrattario?
                E per quale Cristo morirebbe lei? Di chiese cristiane ce ne sono diverse e se sceglie, sceglie alcuni uomini su altri e in ultima analisi, per chi è pronto a morire e per difendere cosa?

                • ste scrive:

                  Beh, signor michelel, se conosce la veritá allora me la dica. É pronto leí a morire per essa? Non uccidere. Morire. Io se devo morire per Cristo e per i miei fratelli, spero di averne la forza. Non so leí, ma normalmente morire per qualcuno non é facile subito. E mi spiace per leí ma di Cristo ce n’é uno solo. Come un solo michelel, o un solo ste. Peró ogni persona lo conosce in modo distinto… Leí lo conosce?

                  • giovanna scrive:

                    Ste, ti ho rivolto qualche riga sopra : devo essermi sbagliata a posizionarmi, oppure gli interventi sono così tanti che si accavallano.
                    Se non ci azzecco stavolta, allora non è colpa mia !

                  • MicheleL scrive:

                    Io sono disposto a morire per le persone che sono importanti per me, perchè la loro felicità è la mia felicità. Desidero anche legarmi a quante più persone posso. Le persone, è vero, sono reali. Cristo è oggi un concetto astratto, ci sono tanti Cristi quante chiese cristiane e forse anche dentro ciascuna di esse.

                    Purtroppo oggi c’è gente disposta a morire (e ad uccidere) per un dio, non per per il loro prossimo, perchè più si è vicini alle persone, più diventa difficile ucciderle e facile capire che farlo è sbagliato. Quando il concetto di dio supera quello dell’uomo, l’uomo perde di importanza e il dialogo, che è necessario per risolvere i contrasti, diventa difficile se non impossibile.

                    • giovanna scrive:

                      Curiosamente, cara “micheleL”, da quando ti faccio notare che la tua solitudine è spaventosa e ti abbrutisce, hai cominciato a raccontare la storiella imbarazzante che per te le relazioni umane sono importanti.
                      Ma quando mai ???
                      L’unica tua occupazione attuale è trollare su internet ed individuare delle vi ttime da minacciare , come ti è riuscito in passato ( ce l’hai raccontato con tutti i particolari come sei riuscita a minare la serenità di persone in carne e ossa ).

                      Guarda, se continui a raccontare e soprattutto a raccontarti frottole sulla condizione penosa , molto penosa, in cui vivi, avrai sempre più difficoltà ad uscirne.
                      La prima cosa da fare è vedere la realtà, per uscire dalla palude in cui tiri a campare tristemente.
                      E se non vedi la tua realtà , non ci saranno 80studi80 che ti potranno dare un minimo di speranza.
                      Più reale, meno virtuale, dammi retta.

                    • To_Ni scrive:

                      MicheleL

                      Non ho partecipato a questa discussione perché ho preferito cogliere il tuo piglio del finto pacifista, ignorante, vigliacco superficiale. Un toccasana per l’ISIS.
                      “E’ già nobile difendere l’onore, la proprietà e la religione a fil di spada. E’ ancora più nobile difenderli cercando di non nuocere al colpevole. Ma è indegno di un uomo, innaturale e disonorevole, abbandonare il proprio posto e lasciare proprietà, onore e religione alla mercé del delinquente”.

                      E’ Gandhi. Noterai che quando scriveva di “uomo, innaturale e disonorevole”, è come se ti avesse letto.

                      Leggi pure questo, dove esprime al massima la sua ammirazione per te:

                      “La mia fede nella nonviolenza è una forza estremamente attiva. Non lascia posto alla viltà e neppure alla debolezza. Vi è speranza che il violento diventi un giorno nonviolento, ma per il vile non ve n’è alcuna. Perciò ho detto più volte che se non sappiamo difendere noi stessi, le nostre donne e i nostri luoghi di culto con la forza della sofferenza, vale a dire con la nonviolenza, dobbiamo almeno, se siamo uomini, essere capaci di difendere tutto questo combattendo.”
                      “Rischierei mille volte la violenza piuttosto che la distruzione di tutto un popolo.”

                      Penoso , sei, come sempre

                    • To_Ni scrive:

                      “Io sono disposto a morire per le persone che sono importanti per me, perchè la loro felicità è la mia felicità. ” … Io punto che diventi dell’ISIS, collaborazionista ed inventore di calunnie. Certo, lo faresti come una scelta sulla “via della verità” utile, mescolandoti “agli ultimi, con umiltà.”

                    • Giannino Stoppani scrive:

                      “ci sono tanti cristi quante chiese cristiane”
                      Ci risiamo!
                      Ennesima affermazione completamente senza fondamento a cui il nostro multi-creti-nick degli “autorevoli studi” lascia cadere dall’alto con l’aria di chi vuol dar ad intendere di saperla lunga nella vana speranza che ciò da solo basti a conferirle la necessaria dose di “autorevolezza”.
                      Chissà quante nottate il poverino ha trascorso sui trattati di teologia per delineare con la dovuta precisione le peculiari differenze tra i vari cristi delle varie confessioni.
                      Eh sì cari amici, quando incontrate un valdese o evangelista o ortodosso o pentecostale, non mancate di far presente che il Cristo che adorate voi e quelli che adorano loro non sono manco parenti!
                      “Your own personal Jesus”…

                    • MicheleL scrive:

                      @To_NI Il vigliacco è lei To_Ni, che si nasconde dietro accuse e insulti e affibia le sue decerebrate deduzioni al prossimo. Io non sono contrario all’uso della forza. Nego la violenza come metodo primario, quella stessa violenza verbale che lei riserva agli avversari quando capisce di avere torto.
                      Non vedo contraddizione tra le parole di Ghandi e le idee che ho espresso.

                      @Sig. Stoppani: la frattura tra confessioni cristiane è un fatto evidente. Quale sia quella giusta è una questione in cui non mi addentro, ma che evidenzia semplicemente che morire per un dio equivale a morire per una minoranza di uomini che non hanno l’uomo come loro priorità ma essi stessi divinizzati tramite il loro rapporto privilegiato con il loro dio, ovvero più lontani dall’uomo di chi invece mette l’uomo e la comunità al centro, senza pretendere di essere portatore di verità assolute da imporre al prossimo, magari a suon di kalashnikov.

                    • Giannino Stoppani scrive:

                      La frattura tra le confessioni cristiane sarà anche evidente, ma di certo ha poco a che fare con la persona del Redentore, quindi fai poco ad addentrarti, visto che non ne capisci granché.
                      Il resto è l’ennesima più una dimostrazione che tu speri di conferire autorevolezza alle tue supercazzole solo dandoti l’aria di chi crede di saperla lunga.
                      La storia anche recente ha ampiamente dimostrato che di atrocità ne commettono anche, anzi, sopratutto quelli che non hanno leggi divine da rispettare e giudizio universale da temere, visto che, se la “comunità” che tu elevi a divinità decide che gli ebrei sono untermenschen da internare e gassare…
                      Aspetta il “mondo migliore” vai, che domani arriva di sicuro.

                    • To_Ni scrive:

                      Mi moderano … peccato.

                      Il tono che ti rivolgo te lo sei meritato sul campo (hai al petto la medaglia del perfetto calunniatore).
                      Nessuno è per la forza come metodo primario;
                      La violenza non c’entra con la virilità cristiana;
                      Il Cristiano non uccide in nome di Dio.

                      Corbellerie, le tue, come al solito.

                      Io ti conosco, quindi c’è la contraddizione con le parole di Gandhi

                    • To_Ni scrive:

                      Caro MicleleL ti ho risposto, ma capisci … mi moderano (e li capisco pure) . Spero che non blocchino neppure questo dove mi limito a dire che Gandhi se ti avesse conosciuto ti avrebbe preso a pedate nel c….

                    • MicheleL scrive:

                      Uno come lei non capisce nemmeno le cose che pensa, figurarsi capire quello che penserebbe Ghandi.

                    • To_Ni scrive:

                      Posso riproporre ogni insulsaggine che hai scritto, come poi l’hai negata o sminuita, come hai calunniato, negato ed accusato. Credimi non è difficile conoscerti sei banale, e 80 o 100 o 200 autorevoli studi non ti sollevano da questa condizione. Non mi curo del tu giudizio, figurati, ma ti rendo evidente. E Gandhi farebbe un eccezione alla non violenza … solo per te.

                    • MicheleL scrive:

                      Lo faccia, avanti. Le rispiegherò tutto per filo e per segno, sa che lo farò. Poi lei mi spiegherà qual’è la ragione (ragione, ovvero qualcosa di tangibile e non supposizioni e illazioni, fatti verificabili, misurabili) per le accuse che lancia, lei che travisa il pensiero altrui, che cavilla “dimenticando” interi capoversi che la smentiscono, lei che difende ciarlatani. Lei che calunnia padri di famiglia, salvo poi ritirare la mano quando rischia la querela.

                    • To_Ni scrive:

                      Taci cialtrone, io non calunnio “padri di famiglia” … chiamo con il loro nome i compratori di bambini.
                      Che devi rispondere punto su punto nulla puoi contro le figuracce che hai fatto in mille circostanze. Non basta che ti convinci che accozzi risposte forte di una faccia che non conosce vergogna. .

                    • MicheleL scrive:

                      Lei è molto arrogante To_Ni, al limite del patetico. Che lei decida una cosa non la rende vera. Che lei consideri giusta una calunnia non la giustifica. Lei insulta e calunnia perchè non sa spiegare. Ogni tanto ci prova a trovare maldestramente qualche scampolo di evidenza, ma ci rimedia sistematicamente figuracce (e.g. Bayer). Fa lo stesso con me, millanta figuracce, ma sa benissimo che le ho sempre risposto in modo puntuale e con riferimenti concreti (altra cosa dai suoi “li dico io”).
                      Quanto ai genitori omosessuali -si vergogni-. Lei insulta padri e madri di famiglia amorevoli, contrapponendo a quanto di più umano e prezioso abbiamo, ovvero l’amore, quanto di più dovremmo combattere, ovvero il pregiudizio e le lotte che i potenti inducono fomentandolo a loro vantaggio.

                    • To_Ni scrive:

                      quel carrozzone ideologico su cui fondi la tua esistenza e razionalizzi i tuoi desideri impulsi . Io ti tratto come meriti perche tu insulti e calunni in maniera ipocrita, io a viso aperto. Su Bayer dimostri che sei poca cosa dato che ti ho dimostrato, per filo e per segno, cosa ho detto e come le tue argomentazioni non c’entrano nulla con quello che ho sostenuto. I tuoi “riferimenti concreti” sono frutto di una vile strategia persecutoria volta ad impedire alle persone quello che vuole dire. Un sistema in cui tu (calunniatore, bugiardo, vanesio, narcisista, razzista ecc) non sei messo in discussione e, protetto, punti a perseguitare chiunque trova rigetto o SOLA INDIFFERENZA in ciò che pretendi .
                      Hai detto che mi attacco ai particolari. Si, è vero, sono attento, perche non ho la tua limitatezza e la tua malafede a non voler vedere le false somiglianze. Le patacche ne riconosco.
                      Quanto ai genitori omosessuali non dirmi di vergognarmi.. Mi trattengo dal dire quello che penso e ringrazia la redazione perche ti brucerei il monitor con le sole parole che scrivere (tranquillo, con il sorriso sulle labbra… perche sono d’animo gioviale). Non sono padri e madri. Esiste un padre di fronte ad una madre. Voi siete compratori vili. L’amore non hai idea cosa sia ne tu e neppure i tuoi amorevoli genitori compratori.

                    • To_Ni scrive:

                      Tu sei una vergogna MicheleL, e molto triste. Io ti ho spigato puntualmente le ragioni per ritenere quel carrozzone ideologico su cui fondi la tua esistenza e razionalizzi i tuoi desideri impulsi . Io ti tratto come meriti perche tu insulti e calunni in maniera ipocrita, io a viso aperto. Su Bayer dimostri che sei poca cosa dato che ti ho dimostrato, per filo e per segno, cosa ho detto e come le tue argomentazioni non c’entrano nulla con quello che ho sostenuto. I tuoi “riferimenti concreti” sono frutto di una vile strategia persecutoria volta ad impedire alle persone quello che vuole dire. Un sistema in cui tu (calunniatore, bugiardo, vanesio, narcisista, razzista ecc) non sei messo in discussione e, protetto, punti a perseguitare chiunque trova rigetto o SOLA INDIFFERENZA in ciò che pretendi .
                      Hai detto che mi attacco ai particolari. Si, è vero, sono attento, perche non ho la tua limitatezza e la tua malafede a non voler vedere le false somiglianze. Le patacche le riconosco.
                      Quanto ai genitori omosessuali non dirmi di vergognarmi.. Mi trattengo dal dire quello che penso e ringrazia la redazione perche ti brucerei il monitor con le sole parole che scrivere (tranquillo, con il sorriso sulle labbra… perche sono d’animo gioviale). Non sono padri e madri. Esiste un padre di fronte ad una madre. Voi siete compratori vili. L’amore non hai idea cosa sia ne tu e neppure i tuoi amorevoli genitori compratori.

                    • To_Ni scrive:

                      Caro MicheleL
                      perdonerai i molti errori che sono presenti nel mio ultimo post. Scrivo con un tablet.
                      Ci tengo, per la stima che trovo per te, a rassicurarti che se la mancanza di vocali, di virgole ecc ti è di impedimento a cogliere il mio dire, al quale mi sembra sei molto affezionato, sono disponibile, ad una tua sillaba di accenno , a riscriverlo daccapo. E questo, quante volte vuoi. Credimi, per me :-) è un piacere.

                    • MicheleL scrive:

                      Lei è sempre più ridicolo To_Ni. Pensa che io non sia in grado di insultarla? Lei è patetico, sembra quei bulletti che si atteggiano “mo’ te meno…Se m’arrabbio io…”…. Cosa? Cosa To_Ni? Pensa che i suoi vuoti insulti possano qualcosa? Io non la insulto ipocritamente, io le spiego perchè lei si squalifica da solo, quando le dico che è ignorante le spiego perchè, quando le dico che è patetico, lo stesso. Perchè io cerco una discussione, lei è sulla difensiva, lei disperatamente rattoppa il suo castello di carte mi insulta mentre viene giù.

                      Lei non è attento ai particolari, lei cerca disperatamente di ignorare il quadre generale e spara “verità” manco fosse un profeta. Come con Bayer, del cui cavillo confuso le ho trovato puntuale e ampia smentita.
                      “Esiste un padre di fronte ad una madre”? Ma anche no e va bene così. 80 studi non confutati (salvo dal suo “non è vero! Apocalisse! Gomblotto!), 4 schifezze confutate dettagliatamente (Regnerus, Cameron, Marks, Sulins). Fatti.

                      “Voi siete compratori vili”, noi? Noi chi? E le coppie etero che fanno lo stesso? Lei è etero, a meno di omofobia interiorizzata. Siete dunque “voi”?
                      Lei si attacca al dettaglio che non rappresenta le cose e le deforma tutte. Com eogni buon fondamentalista. La gestazione per altri è un caso scabroso che va normato per tutti e nell’interesse primario dei più deboli. Lei ne fa una clava per la sua omofobia e insulta migliaia di amorevoli genitori che non hanno con essa nulla a che fare e crescono bene i loro figli. Si rende conto di cosa sta facendo? Come fa a non vergognarsi?

                      P.S. dei suoi errori di ortografia me ne infischio, il problema vero sono le tare ideologiche!

    • Filippo81 scrive:

      Caro Michele , pensala come vuoi, io sono invece convinto del contrario di ciò che affermi.

  6. SUSANNA ROLLI scrive:

    Scusa Redazione, Hadjadj è i lsignore della foto sopra? Curiosità.

  7. Stefano scrive:

    Ma cosa dice Hadjadj? L’Isis, ma aggiungerei tutti gli islamici che promuovono e sostengono la sharia, avrebbero forza morale? Ma quale? Possibile che nessuno, nessuno riesca a dire che sono dei malati mentali, psicotici e patologici? Hanno un super-io religioso che come un chip ha sostituito il pensiero e ammazzano e si fanno saltare in aria come se fossimo tutti delle sagome di cartone. Noi cristiani invece possiamo aspirare alla salus/salvezza grazie all’amicizia con Cristo, un rapporto quindi e non una religione, checché ne dica Bergoglio. Cristiano cioè san(t)o.

  8. luigi scrive:

    La nostra é una religione di forza, coraggio e di vero eroismo. Nei santi queste qualità hanno brillato più intensamente, in nessuno dei quali che io ricordi ci sia stata l oscura idiozia del politicamente corretto. Comunque ognuno ha la sua chiamata

  9. Marco scrive:

    Vai Amicone! Caschetto, armatura e scudo crociato e vai pure a fare la guerra santa in memoria dei bei tempi! Tira fuori tutta la virilità cristiana! Noi ti seguiamo eh…tu comunque inizia ad andare! 😉

    • To_Ni scrive:

      Vai Marco!!! prima delle crociate i musulmani hanno massacrato le coste del Mediterraneo per 2 secoli. Sgozzavano interi paesi … rapinavo i bambini e li trasformavano nei crudeli giannizzeri (ma sai cosa sono?) propria come vogliono fare ora. Nella scuola, pubblica, ti hanno minimizzato tale bazzecola, ma non temere, stai a casa, se quelli dell’ISI verranno a trovarti ti faranno una ripassatina di storia :-)

    • Giannino Stoppani scrive:

      I codardi partono sempre col treno successivo.

      • gianni staceppa scrive:

        I codardi partono col treno successivo: lei invece non parte mai e sta sempre a scrivere sul blog di Tempi.

        • SUSANNA ROLLI scrive:

          Gianni, tra Giannino e Gianni c’è un bel po’ di differenza, stia certo. E che stia sempre a scrivere sul blog di Tempi non mi pare sia contemplato come peccatomortale nel CCC.
          Giovanna!!!!!!!!!!!!! dove sei?

          • gianni staceppa scrive:

            Ho forse detto che è peccato mortale?

            • SUSANNA ROLLI scrive:

              C’era una volta l’ironia……
              Cioè, che male c’è se se ne sta sempre a scrivere sul blog di Tempi?
              Embè?. Una volta tanto che si può fare qualcosa A GRATIS!!

              • gianni staceppa scrive:

                Coi ciellini bisogna rispiegare sempre tutto, perché non capiscono o fanno finta di non capire. Io non critico di per sé il fatto che qualcuno stia sempre a commentare sul blog, ma che stando sul blog dia del codardo ad altri, quando non risulta che lui stesso si sia mai distinto per meriti di guerra. Abbiate rispetto poi dei fascisti e dei nazisti, che ormai per vostra gioia sono tutti morti. Ora è chiaro?

                • To_Ni scrive:

                  Camerata Joe … perché sei tu, giusto? Il solo imbecille che su questo sito metteva sullo stesso piano lo sterminio degli ebrei ai bombardamenti alleati in Germania.
                  Dire che la guerra contro i nazisti è giusta è dire una cosa sbagliata? Chi ha offeso i morti? Non spiegare nulla se devi solo minchiate.
                  Sei il solito, cambi nick per dire le solite ca …………….ate

                • SUSANNA ROLLI scrive:

                  Toppato! Non sono di CL, conosco don Giussani. E poi come fate a dire per certo che tutti quelli che scrivono qui sono di CL? Ce l’abbiamo scritto in fronte?

                • Giannino Stoppani scrive:

                  Caro Staceppa, io l’unico merito di guerra che ho è quello di aver fatto il militare come molti dei maschi della mia età, tuttavia ciò mi pare basti e avanzi a farti notare che a darti del codardo ci ha pensato da solo e per ben due volte.
                  La prima quando hai detto sghignazzando che avresti mandato altri a combattere al posto tuo, la seconda quando frase generica sui codardi te la sei intestata senza batter ciglio.

                  • SUSANNA ROLLI scrive:

                    …per l’appunto, una grandisssima differenza!

                  • gianni staceppa scrive:

                    Non so chi sia questo Camerata Joe. Chi si atteggia a tradizionalista e va alle messe gospel, e gode di idee dei fratelli maggiori, massoni, protestanti e bergoglioni vari fa ridere i polli. Ma sì, tanto quel che conta è raccogliere le briciole che cadono dalle tavole dei potenti. Il messaggio di Stoppino è incomprensibile: vada a un corso di italiano per stranieri, ce ne sono molti anche dove abita lui. Aver fatto il militare non è un merito di guerra. Neanche questo le hanno spiegato?

                    • Giannino Stoppani scrive:

                      Non c’era bisogno di spiegarmelo, la mia era una battuta.
                      Ti vedo bello pronto.

                    • giovanna scrive:

                      Giannino !
                      Non so se hanno censurato qualcosa, ma quale camerata Joe !
                      E’ sempre la nostra trollona !
                      Ti ha dato pure l’indizio di chiamarti “stoppino ” !

                      Ricordi la mia regola?
                      Chiunque si presenti qui (a parte il nick nazi-islamico, che si riconosce lontano un miglio), e che non è d’accordo con tempi, è sempre la trollona multi-nick !
                      Dimmi tu quando la mia regola è stata disattesa !
                      Una volta su mille ?
                      Forse nemmeno.

  10. paolab scrive:

    Se per caso qualcuno fosse interessato alle parole di papa Francesco, le riporto. così potete trarre le vostre conclusioni.
    (fonte http://it.radiovaticana.va/news/2015/11/19/papa_ges%C3%B9_piange_sul_mondo_che_uccide_e_non_capisce_la_pace/1187929)
    Ma anche oggi Gesù piange. Perché noi abbiamo preferito la strada delle guerre, la strada dell’odio, la strada delle inimicizie. Siamo vicini al Natale: ci saranno luci, ci saranno feste, alberi luminosi, anche presepi … tutto truccato: il mondo continua a fare la guerra, a fare le guerre. Il mondo non ha compreso la strada della pace
    Cosa rimane di una guerra, di questa, che noi stiamo vivendo adesso? Rovine, migliaia di bambini senza educazione, tanti morti innocenti: tanti!, e tanti soldi nelle tasche dei trafficanti di armi. Una volta, Gesù ha detto: ‘Non si può servire due padroni: o Dio, o le ricchezze’. La guerra è proprio la scelta per le ricchezze: ‘Facciamo armi, così l’economia si bilancia un po’, e andiamo avanti con il nostro interesse’. C’è una parola brutta del Signore: ‘Maledetti!’. Perché Lui ha detto: ‘Benedetti gli operatori di pace!’. Questi che operano la guerra, che fanno le guerre, sono maledetti, sono delinquenti. Una guerra si può giustificare – fra virgolette – con tante, tante ragioni. Ma quando tutto il mondo, come è oggi, è in guerra, tutto il mondo!: è una guerra mondiale – a pezzi: qui, là, là, dappertutto … – non c’è giustificazione. E Dio piange. Gesù piange”.
    “E mentre i trafficanti di armi fanno il loro lavoro – prosegue Francesco – ci sono i poveri operatori di pace che soltanto per aiutare una persona, un’altra, un’altra, un’altra, danno la vita”. Come fece “un’icona dei nostri tempi, Teresa di Calcutta”. Contro la quale pure, osserva, “con il cinismo dei potenti, si potrebbe dire: ‘Ma cosa ha fatto quella donna? Ha perso la sua vita aiutando la gente a morire?”. Non si capisce la strada della pace…”:
    “Ci farà bene anche a noi chiedere la grazia del pianto, per questo mondo che non riconosce la strada della pace. Che vive per fare la guerra, con il cinismo di dire di non farla. Chiediamo la conversione del cuore. Proprio alla porta di questo Giubileo della Misericordia, che il nostro giubilo, la nostra gioia sia la grazia che il mondo ritrovi la capacità di piangere per i suoi crimini, per quello che fa con le guerre”.

    • To_Ni scrive:

      Si, mi hai convinto. Con i nazisti abbiamo sbagliato a fare la guerra, potevamo discutere , convincerli.
      In effetti… sbadati che siamo.

      PS: Interpellato anche sulle tante vittime cristiane in Iraq Papa Francesco ha osservato «sì ci sono le minoranze cristiane, ci sono i martiri, ci sono tanti, ma qui ci sono uomini e donne, minoranze religiose e altri, e tutti sono uguali davanti a Dio. Fermare l’aggressore ingiusto – ha spiegato il Papa – è un diritto dell’umanità, ma è anche un diritto che ha l’aggressore di essere fermato perché non faccia il male».

      Paolab… leggi meglio le cose

      • SUSANNA ROLLI scrive:

        To.Ni,
        colonna portante , assieme ad altri, di queste discussioni…
        Puoi anche aspettare a intervenire qualche volta, ma ti prego, non gettare la spugna!
        In fondo, ha detto che “tutto sommato” siamo ABBASTANZA BUONI!! :)!!

        • SUSANNA ROLLI scrive:

          …non riesco a capire perchè la faccina a volte viene bianca, a volte gialla. Ma lo scoprirò.
          Prove tecniche:

          :) : ) ;(!! :)!

          • SUSANNA ROLLI scrive:

            :)

            • SUSANNA ROLLI scrive:

              Scusate, continuano le prove tecniche:

              :)
              :) :)

              • SUSANNA ROLLI scrive:

                Ora ho capito!!
                :) !!!!!!!!!!!!!!!!!

                • giovanna scrive:

                  Rispondo qui ai tuoi richiami, Susanna !
                  Non è che quando si presenta la multi-nick horror posso essere sempre lì, un pochino dovete cavarvela da soli !
                  E’ semplice : uomo, donna, trucido, snob, cattolico, ateo….è sempre lei, se dà addosso alla Chiesa e ai cristiani, se è pro-morte, dal primo istante fino all’ultimo…non può essere che lei !
                  Non vi potete sbagliare !
                  Purtroppo non è che posso presidiare il sito giorno e notte come la trollona: avrei anche una famiglia, una casa, un lavoro, degli amici, da portare avanti !
                  Posso ritagliarmi una mezz’oretta, ma forse non posso nemmeno quello…..alla lunga , poi, aver sempre a che fare con una psico patica come la troll non è più così divertente, …la vita vera è più divertente.
                  Molto più entusiasmante.
                  Lo spirito con cui commentavo era un altro : non quello di far scavallare la giornata ad una poverina, con tutto che mi dispiace per lei.
                  Dunque…arrangiatevi ! :-)

                  • SUSANNA ROLLI scrive:

                    Grazie,Giovanna, eri una buona spalla.
                    Cmq anche io mi ritrovo con tante faccende sempre da sbrigare, ho meditato di lasciare i commenti da un po’ di tempo, sempre con la fretta si rischia anche di sbagliare i commenti, di non capire…
                    Vedrò….

    • giovanna scrive:

      PAOLAB !!!!
      Guarda che ti sei sbagliata !!!!!!
      Tu eri il registro che non metteva le maiuscole, nemmeno davanti al nome di nostro Signore, una cafona di prima categoria, dunque, nonostante l’aplomb da signorina capiscetti, e scrivevi tutto attaccato, senza andare a capo, troppo faticoso !

      Vabbè, almeno continui con la citazione di passi di Antico Testamento, Nuovo Testamento, omelie del Papa, discorsi del Papa…come sempre per dare addosso alla Bibbia, per dare addosso alla Chiesa,per dare addosso ai cristiani, per dare addosso al Papa.

      Che poi, a te che te frega delle guerre, che te frega dei cristiani perseguitati, che te frega dei popoli umiliati, di donne e bambini uccisi…te ne frega un bel niente….ma in qualche modo la giornata tocca scavallarla…
      Brrrrr, vabbè l’attenuante della seminfermità, che fai pure tenerezza.

  11. leo aletti scrive:

    Condivido pienamente, ce lo ripetiamo sempre “tenere stabile questo giudizio”, lo disse don Giussani dopo la strage della torri gemelle. Il bello deve ancora venire.

  12. To_Ni scrive:

    Io sono americano … scusami, ho omesso questo particolare

  13. To_Ni scrive:

    I sono anche* americano … :-) (quindi tecnicamente non ho sbagliato)

    Ma forse volevi dire qualcosa sul tema della guerra giusta e/o ingiusta?

  14. To_Ni scrive:

    Io non ho detto di essere statunitense :-)

  15. To_Ni scrive:

    Sei un pollo, un imbecille ai livelli di camerata joe , peccato che l’hanno rimosso, facevate una bella coppia. :-) uno spasso.

  16. To_Ni scrive:

    Redazione, per favore, rimuovete i miei post di risposta-gioco al deficiente fasci-nazista che interveniva e che avete bannato.

  17. giovanna scrive:

    Eh, ma qui c’è un scontro di titan-troll !
    Se magari cancellano il tizio fuori di capoccia che ce l’ha con Toni, avverto che mi riferivo al tizio e alla nostra trollona preferita.
    Certo, che è una lotta dura per il primato di miglior creti-troll dell’anno.
    Sulla quantità, vince la trollona, indubbiamente.
    Solo nelle vesti di micheleL, batte tutti.

    Toni, guerriero, buona domenica !

  18. To_Ni scrive:

    Camerata Joe
    meno male che sei passato. Hai sventato, alla fine, l’ultimo complotto sio-celli-pluto-miao-bau-prrr-zum-bam mirato ad alterare chimicamente i testicoli dei tori nazionali? Eroico volerli tastare ad uno ad uno per verificarne la consistenza. Un grande!!!
    Che fortuna che esisti.
    PS: No, ti rassicuro, sei tu l’imbecille. Lo dicono anche i tuoi, ne ho parlato giusto ieri. Ma continua pure a giocare con il fez in pelliccia di coniglio ed il manganello di liquirizia . Male non fa … anzi, il danno è già fatto in te e non peggiori.

  19. To_Ni scrive:

    Ciao Giovanna, buona domenica anche a te.

  20. To_Ni scrive:

    Camerata Joe,

    io non posso seguire il tuo esempio, il tue eroismo a smontare il candelabro è ineguagliabile, un gesto dall’estetica dannunziana. Lì in quel dolore, che ti ha reso consapevole, sta la tua forza e l’avversione al sionismo, io riesco solo ad ammirare :-) e non oso emulare.

    eia eia alala …

    PS: quando consumi il manganello di liquirizia, te ne compro un altro

  21. Raider scrive:

    Tanto perché si sappia, a insultare la Redazione e a offendere gli altri scrivendo porcate degne di lui è il multinick islamo-nazista che, per ingannare come è nella sua natura, per scelta di vita e attività a tempo pieno, fa, di volta in volta, il cristiano devoto, l’interprete autorizzato – dal suo imam di fiducia – di don Giussani, Andreotti in playback, il cretino dal vivo e in diretta e differita internettiana, lo spetsnaz da play station, l’islamico che prega ‘Maria’, un escargot che lascia una scia delle pallonate sbavate da Giulietto Chiesa e Maurizio Blondet, il camerata Joe, la camerata de’ Bardi Baby Lucy, la sorella zitella di Baby Lucy, Ambrogio e Ambra. Cancellatelo, rimuovete i suoi deliri e lasciategli mangiare le sue stesse ossa col sale, che gli fa solo bene.

  22. giovanna scrive:

    Ma non è che il multinickislamo-nazista fuori di testa non è altri che la nostra trollona-horror-creti-nick fuori di testa ?
    Io finora l’ho sempre saltato a piè pari, a malapena ho mai letto una sua riga intera, ma a leggere in fila quello che ha scritto la multi-nick-trollona e quello che ha scritto il multinick-‘islamonazista , spuntato fuori , alla fine della discussione come un fungo, mi vengono dei dubbi.
    Sono fuori di capoccia tutti e due, cambiano nick a ritmo vorticoso tutti e due, anche e soprattutto nella discussione, spesso offendendo fin dalla scelta del nick, fanno continuamente citazioni a vanvera di Giussani o della Bibbia, scopiazzando, non sentendole affatto, copiaeincollano tutti e due dai migliori siti farlocchi del mondo, avendo un mucchio di tempo a disposizione, tutti e due ostentano di non conoscere i loro multipli horror-nick, tutti e due si presentano stereotipati, personaggi, non persone, ad argomenti fissi, tutti e due hanno l’ossessione dei ciellini……nooooooooo

    Se fosse, allora voglio la laurea in trollologia per aver enunciato la prima regola del multi-nick : chi si presenta su questo sito e dà addosso alla linea di Tempi, è al 99,99% la signorina multi-creti-horror-nick !

  23. giovanna scrive:

    Ah, hanno un’altra cosa in comune i due multinick fuori di testa : se la prendono tantissimo con Toni !
    La trollona come “micheleL”,soprattutto, ma anche come “daniele” e “nino”, e in passato come “shiva” e l’altro islamo-fuori di capoccia come camerata joe e con vari nick che non ho registrato perché , appunto, l’ho sempre saltato !

    Certo che se fosse, sarebbe validissima la mia intuizione che degli argomenti trattati gliene importa meno di zero : si informano grossolanamente sul web e gli articoli di Tempi sono solo pretesto per uno sfogo di problemi psichiatrici.

    Una pena infinita.
    Quanta solitudine c’è nel mondo, quanta malattia.

  24. giovanna scrive:

    Un’ultima cosa : mi pare di ricordare che l’islamo-nazista mi abbia insultato qualche volta.
    Onestamente, non gli avevo dato nessun peso, dato l’evidente stato di alterazione psichica,né tantomeno gli avevo mai risposto, per lo stesso motivo, ma mi era sembrato strano che se la prendesse con me, che non avevo MAI interagito con lui.
    Ora ,forse, comincio a spiegarmelo.

  25. SUSANNA ROLLI scrive:

    Super detective! :)

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L'abbinata Q+ composta da ruote Qurano 46 e tubolari Corsa Speed ha fatto bella figura: scorrevolezza, efficacia, feeling e comfort si trasformano in piacere di guida. E il tutto orgogliosamente tricolore

Le calzature top della gamma Road e Mtb si apprestano ad affrontare la nuova stagione con una serie di migliorie che ne alzano ulteriormente il livello tecnico e le prestazioni

Al Motor Show di Bologna debutta la smart forfood, che gioca a fare il piccolo ristorante stellato su ruote. Padrino dell'operazione è lo chef Davide Oldani

L’annuncio-shock di Nico Rosberg fa quasi storia a sé: come lui solo Mike Hawthorn, Jackie Stewart e Alain Prost

500 km in otto giorni, fra la vigilia di Natale e Capodanno. È la sfida che, dal 2010, Rapha organizza per invitare ogni ciclista a celebrare il proprio impegno per la causa.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana