Google+

Fukushima, un anno dopo: telecamere e giornalisti entrano nella centrale nucleare

febbraio 22, 2012 Leone Grotti

Permesso a 30 giornalisti un tour dentro la centrale nucleare di Fukushima, che l’11 marzo 2011, in seguito a un terremoto e un maremoto, ha spaventato il mondo intero per il pericolo di fuoriuscite radioattive.

I giornalisti di 30 testate estere e giapponesi sono entrati nella centrale nucleare Daiichi di Fukushima. È il secondo tour, permesso dallo Stato, tra i reattori che l’11 marzo scorso sono stati al centro del disastro nucleare più grave dopo quello di Chernobyl, in seguito al terremoto e al maremoto che hanno colpito il Giappone, lasciando sul terreno 20 mila persone tra morti e dispersi.

Due mesi fa il governo nipponico ha dichiarato che i reattori sono stati portati a uno stato di spegnimento a freddo. A causa della fuoriuscita di vapori nucleari, l’anno scorso 80 mila persone che vivevano a una distanza di 20 chilometri dalla centrale sono state evacuate e alla zona non sono ancora stati tolti i sigilli. In seguito al disastro, quasi tutti i 54 reattori del Giappone sono stati spenti per effettuare controlli di sicurezza ma ora il governo vorrebbe riaprirne qualcuno per diminuire la spesa, che sta diventando eccessiva, per gli approvvigionamenti energetici del paese.


Per il tour concesso nella centrale di Fukushima, i giornalisti hanno dovuto indossare tute protettive contro le radiazioni, maschere anti-gas ed elmetti. Hanno visto tutto dai finestrini di un autobus, avendo il permesso di scendere una sola volta. Il direttore dell’impianto, che li accompagnava, in uno dei suoi discorsi si è scusato con chi ha dovuto abbandonare casa sua a causa delle radiazioni: «Siamo davvero dispiaciuti del grande inconveniente che abbiamo causato con l’incidente. Tra pochi giorni cadrà il primo anniversario dell’evento e quando ci ripenso, la parte peggiore era quando non riuscivamo ad evacuare i residenti locali». Alla fine del 2011 il governo ha detto che parte degli 80 mila residenti della “zona rossa” potranno tornare alle loro case entro breve.
twitter: @LeoneGrotti

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nel mondo delle supercar c’è grande fermento per l’imminente debutto della Aston Martin Valkyrie e della Mercedes-AMG Project One, “parenti strette” delle vetture da Formula 1. Auto che, però, vuoi per il frazionamento dei propulsori, vuoi per alcune soluzioni telaistiche, non attingono tanto profondamente quanto affermato nei proclami alla tecnologia delle monoposto. Diversamente da quanto […]

L'articolo Ferrari F50: la Formula 1 sono io proviene da RED Live.

Ha riconquistato ciò che un tempo era già suo. La Honda Civic Type R di nuova generazione è tornata al Nürburgring, riprendendosi il record per le vetture a trazione anteriore. Del resto, quello che altri chiamano “l’Inferno verde”, vale a dire la mitica Nordschleife – in tedesco l’anello nord – pista di 20,8 km entrata […]

L'articolo Honda Civic Type R MY17: Regina del Ring proviene da RED Live.

Cittadino, fuoristradista, “agonista”, pratico o “alieno”. Cinque modi d’essere automobilista. Cinque modi d’interpretare SUV e crossover. Ecco 20 modelli che soddisfano ogni gusto e desiderio.

L'articolo SUV e crossover compatte: ecco le migliori 25 proviene da RED Live.

Ebbene sì, è accaduto. Anche il Giaguaro si è spuntato le unghie ed è sceso a compromessi con il downsizing. La rinnovata sportiva F-Type, disponibile in configurazione sia Coupé sia Convertible, verrà dotata di un “piccolo” 4 cilindri 2.0 turbo da 300 cv, destinato ad affiancare i confermati V6 e V8 Supercharged. Turbina twin-scroll Pietra […]

L'articolo Jaguar F-Type 2.0T: la prima volta del 4 cilindri proviene da RED Live.

In mezzo a tante amenità con gli occhi a mandorla, al Salone di Shanghai si possono ammirare anche alcune autentiche perle. Tra queste merita una menzione speciale l’Aston Martin Vantage S Great Britain Edition, una serie speciale tirata in soli cinque esemplari destinati proprio al mercato cinese. Ciascuno sarà venduto a 236.000 sterline, pari a […]

L'articolo Aston Martin Vantage S Great Britain Edition proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana