Google+

Fosse comuni ed esecuzioni sommarie in piazza per gli «apostati»: l’ordinaria amministrazione del Califfato

ottobre 30, 2014 Redazione

Trenta uomini, musulmani sunniti come i combattenti dello Stato islamico, sono stati messi in fila ieri mattina sulla strada principale del distretto di al-Bakir e mitragliati

hit-anbar-iraq-stato-islamico1Dovunque arrivi il Califfato, le scene che si ripetono sono sempre le stesse: esecuzioni sommarie, terrore, devastazioni. A Hit non è stata fatta eccezione. La città della provincia di Anbar, a poche decine di chilometri dalla capitale dell’Iraq Baghdad, è stata conquistata da appena un mese ma i terroristi non hanno perso tempo.

ESECUZIONI SOMMARIE. Trenta uomini, musulmani sunniti come i combattenti dello Stato islamico, sono stati messi in fila ieri mattina sulla strada principale del distretto di al-Bakir e mitragliati. Erano soprattutto leader delle tribù locali, colpevoli di essersi alleati con il governo iracheno contro i terroristi. Prima di arrivare sul luogo dell’esecuzione, sono stati fatti sfilare per le strade, mentre gli altoparlanti delle moschee riferivano che si trattava di apostati. Per lo Stato islamico pecca di apostasia qualunque musulmano si opponga al Califfato.

hit-anbar-iraq-stato-islamicoFOSSE COMUNI. Il leader del consiglio provinciale di Anbar ha parlato delle esecuzioni come di «un crimine contro l’umanità». I terroristi stanno avanzando verso Baghdad da ovest e già hanno cominciato a sparare su Abu Ghraib, la città dalla quale è possibile colpire l’aeroporto di Baghdad. Altre notizie diffuse oggi parlano di una fossa comune trovata a Ramadi con 150 corpi  e di una fuori dalla città di Hit con 47 cadaveri.

RAID AEREI. Anche lo Stato islamico ha subito delle perdite. Sono almeno 300 i miliziani uccisi dai bombardamenti aerei della coalizione guidata dagli Stati Uniti. I raid hanno colpito la località irachena di Baiji, dove si trova la più grande raffineria di petrolio del paese.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana