Google+

Fosse comuni ed esecuzioni sommarie in piazza per gli «apostati»: l’ordinaria amministrazione del Califfato

ottobre 30, 2014 Redazione

Trenta uomini, musulmani sunniti come i combattenti dello Stato islamico, sono stati messi in fila ieri mattina sulla strada principale del distretto di al-Bakir e mitragliati

hit-anbar-iraq-stato-islamico1Dovunque arrivi il Califfato, le scene che si ripetono sono sempre le stesse: esecuzioni sommarie, terrore, devastazioni. A Hit non è stata fatta eccezione. La città della provincia di Anbar, a poche decine di chilometri dalla capitale dell’Iraq Baghdad, è stata conquistata da appena un mese ma i terroristi non hanno perso tempo.

ESECUZIONI SOMMARIE. Trenta uomini, musulmani sunniti come i combattenti dello Stato islamico, sono stati messi in fila ieri mattina sulla strada principale del distretto di al-Bakir e mitragliati. Erano soprattutto leader delle tribù locali, colpevoli di essersi alleati con il governo iracheno contro i terroristi. Prima di arrivare sul luogo dell’esecuzione, sono stati fatti sfilare per le strade, mentre gli altoparlanti delle moschee riferivano che si trattava di apostati. Per lo Stato islamico pecca di apostasia qualunque musulmano si opponga al Califfato.

hit-anbar-iraq-stato-islamicoFOSSE COMUNI. Il leader del consiglio provinciale di Anbar ha parlato delle esecuzioni come di «un crimine contro l’umanità». I terroristi stanno avanzando verso Baghdad da ovest e già hanno cominciato a sparare su Abu Ghraib, la città dalla quale è possibile colpire l’aeroporto di Baghdad. Altre notizie diffuse oggi parlano di una fossa comune trovata a Ramadi con 150 corpi  e di una fuori dalla città di Hit con 47 cadaveri.

RAID AEREI. Anche lo Stato islamico ha subito delle perdite. Sono almeno 300 i miliziani uccisi dai bombardamenti aerei della coalizione guidata dagli Stati Uniti. I raid hanno colpito la località irachena di Baiji, dove si trova la più grande raffineria di petrolio del paese.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.