Google+

Quale farmaco si usa in Belgio per fare l’eutanasia? Lo stesso che l’America utilizza per la pena di morte

luglio 30, 2015 Leone Grotti

A rivelarlo in uno studio sono stati quattro importanti medici, tra i più autorevoli sostenitori ed esecutori dell’eutanasia in Belgio

siringhe-eutanasia-shutterstock_249815845

Quattro importanti medici, tra i più autorevoli sostenitori ed esecutori dell’eutanasia in Belgio, hanno pubblicato insieme ad altri due autori il 28 luglio uno studio sul British Medical Journal nel quale analizzano 100 richieste di “buona morte” da parte di pazienti con problemi psicologici. Lo scopo dello studio è di «giustificare l’iniezione letale per persone sane, ma che convivono con sofferenze psicologiche in Belgio».

UCCIDERE I DEPRESSI. Tra gli autori ci sono anche Wim Distelmans, il re indiscusso dell’eutanasia belga, e Lieve Thienpont, che ha approvato la morte di Laura, 24 anni, sana ma depressa. All’interno dello studio, che sostiene l’importanza di uccidere le persone depresse, si può trovare un particolare interessante: «Per terminare la propria vita a casa o in ospedale, la maggioranza ha usato il Tiopental sodico».

PENA DI MORTE. Il nome di questo barbiturico può dire poco, ma è meglio conosciuto come uno dei tre farmaci che negli Stati Uniti viene somministrato ai prigionieri condannati a morte attraverso iniezione letale. Non solo, la vendita agli Stati Uniti del farmaco fondamentale per la pena di morte è stata vietata nel 2011 dall’Unione Europea, proprio nel tentativo di bloccare per sempre le iniezioni letali. Al tempo, l’unica azienda a produrre il farmaco, Hospira Inc., ha chiuso il suo stabilimento in Italia.

SALVARNE CENTO. L’azione dell’Unione Europea è stata lodata da tutto il mondo ed effettivamente molti Stati americani si trovano ora in crisi, non sapendo più come somministrare l’iniezione letale per uccidere i condannati a morte. A dettare la decisione dei Ventotto è stata la volontà di salvare le circa 100 persone uccise negli Usa in questo modo ogni anno.

CONDANNARNE MILLE. Anche il Belgio fa parte dell’Ue, eppure non ha mai fatto niente per impedire che il farmaco venisse utilizzato in casa sua per uccidere migliaia di persone. Grazie al Tiopental sodico, nel 2011 in Belgio sono state uccise almeno 1.133 persone, 1.432 nel 2012, 1.816 nel 2013 e si attendono a breve gli ultimi dati riguardanti il 2014. Altro che America, dalle parti di Bruxelles le vittime del barbiturico aumentano esponenzialmente. Perché nessuno vuole salvare anche le vittime di questa pena di morte (“buona”)?

Foto siringhe da Shutterstock


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

11 Commenti

  1. Giuseppe scrive:

    Egregio/a Xyzwk, lo sai come i francesi definiscono un “scheletro nell’armadio”. No?
    Te lo dico io: “Uno scheletro nell’armadio è un belga contento di aver vinto a nascondino!”
    Comincio a pensare che la definizione non sia del tutto peregrina.
    A proposito, non è che – per caso – sei belga pure tu?

  2. giovanna scrive:

    Cara xyzwk ,bob, filomena, lucilllo, valentina, lena, triestina, ena, elena, misericordiaocinismo,annaluzzi,unartistaecreativaassolutamentenonabortista,
    carolina, mariarossi, jenny, maria, maria grazia, giovanni antonio, laica clericale, ornella,,gianni,giada ,laura,ennio,fgh,elizabeth,,eloisa,perconoscere,saba,francesco acanfora, diamante,associazionestreghe,augusta,mirella,carlo, gennaro,asia, vanda, valeria,sentinellaseduta,sanaan,sayad,g45678,paola,annapaola,massimo,flavia,
    isabella,giulia,lavinia,percapire, percomprendere, unacubistainpensione, sabacirino, luca, celso, rita…

    quando scrivi queste cose mi fai paura ! qualunque vita è degna di essere vissuta, fatti aiutare, non cedere al nulla. piuttosto, continua a trollare qui, ce ne faremo una ragione, pur di salvare una vita.

    Scusa se non entro nel merito, ma ne abbiamo già discusso ampiamente, nei termini in cui piace discuterne a te, qui :

    http://www.tempi.it/napolitano-richiama-attenzione-del-parlamento-sul-fine-vita-noi-richiamiamo-la-sua-su-numeri-e-casi-di-eutanasia#.VbobXHkw_ow ( ti presentavi come Filomena)

    http://www.tempi.it/napolitano-richiama-attenzione-del-parlamento-sul-fine-vita-noi-richiamiamo-la-sua-su-numeri-e-casi-di-eutanasia#.VbobXHkw_ow ( valentina, giovanni antonio, laica clericale, luca )

    http://www.tempi.it/sposati-da-63-anni-vogliono-suicidarsi-i-tre-figli-li-convincono-a-fare-l-eutanasia-non-sapevamo-che-ci-amaste-cosi-tanto#.VbociXkw_ow (Lucillo, valentina )

    http://www.tempi.it/eutanasia-e-la-battaglia-ideologica-dei-sani-e-escamotage-per-non-fare-i-conti-con-la-nostra-condizione-umana#.VbodJXkw_ow (misericordia o cinismo, Filomena )

    non ho più tempo di cercare gli altri link con le tue solite pappardelle , comunque solo da questi pochi link si evince che abbiamo già dato !

  3. cosimo scrive:

    si… il singolo che in tutte le epoche se ha voluto farla finita ci è sempre riuscito. Oggi se non sei produttivo, lo “Stato” (quindi qualcuno ALTRO da te) “graziosamente” ti “aiuta”. Decidere per se stesso ed essere “aiutati” .. non riesci a vedervi una piccola “contraddizione”? Poi, quando questo partire dal decidere per se’ stesso arriva con molta facilità a decidere per gli altri…. la “contraddizione” aumenta.
    Infatti in Belgio si è passati ad approvare l’eutanasia per bambini (mi devi dire che capisce un bambino su cosa sia vita o morte). Poi man mano la autorizzeranno per quelli che poverini, saranno incapaci di intendere e di volere ma sempre e solo per “compassione”
    In Olanda, bontà loro, per ora, si son fermati all’età di 12 anni. A me un mondo di “diritti” cosi fa andare in bagno per espletare bisogni ma di quelli grossi. A te?

  4. Erry scrive:

    Secondo lei, uno che decide di morire è veramente libero di sciegliere? In mezzo alla disperazione si è veramente liberi di scegliere?
    Io non credo.
    Se in un momento di follia io decido di farla finita io vorrei che lo stato, o chi ho accanto, mi impedisca di farlo. Lasciare che qualcuno si tolga la vita non è affatto rispettare la sua volontà.

    • giovanna scrive:

      Certo che girando tra le vecchie discussioni il multi-troll-multi-nick-horror, salta fuori da tutte le parti !
      Chi si ricorda Bifocale e Giovanni cattivo ?
      Il primo, arido e secco, il secondo con una bella storiella di padre di famiglia, del tutto a favore di aborto e gay-gender e sempre a fare comunella con Filomena.
      Una volta me li confusi e fecero un baccano !
      Avevo ragione a confonderli, nonostante le “differenze stilistiche ” che vanta il multi-troll !

      Riporto , per i più pigri un passaggio di Giovanni, poi chiamatosi giovanni cattivo :

      “Giovanni

      4 giugno 2014 alle 09:38

      Cisco ti sbagli (ripeto se intendi il ruolo di madre fuori dal suo dato biologico di base, gravidanza e parto). Le ragioni per cui al sesso femminile o maschile vengono associate certe qualità naturali è puramente culturale e quindi convenzionale.

      Gli articoli del codice civile che citava Andrea X sono basati sul presupposto che “naturalmente”, biologicamente, l’uomo è più adatto a prendere le decisioni a comandare, Le donne fino al 1975 (stesso anno in cui è stato approvato il nuovo diritto di famiglia) non erano ammesse in magistratura perchè considerate “naturalmente”, biologicamente, “troppo emotive” per dare giudizi ponderati. Son passati solo 40 anni , ma sembrano secoli, queste norme appaiono oggi del tutto assurde

      Similmente oggi il ruolo di madre viene associato a qualità “femminili” come la tenerezza e il ruolo di padre a qualità ritenute “maschili” come la forza di carattere. Ti pare tanto strano che , anche in una ordinaria coppia etero, sia il soggetto di sesso maschile ad avere le qualità normalmente attribuite alle madri e viceversa? A me no.”

      Impressionante, veramente impressionante.

      • giovanna scrive:

        Però voglio dire che sono contenta che il personaggio di Giovanni cattivo sia stato completamente inventato. Era strano leggere di un padre di famiglia che auspicava per i suoi figli una precocissima educazione sessuale e indottrinamento gender .Che affermava di voler spiegare alle sue figlie che potevano scegliere se essere o meno omosessuali e che affidava le figlie ad una coppia di gay con frequenza. Che raccontava di riunioni familiari con coppie assortite e figli assortiti, in cui nessun figlio aveva entrambi i genitori presenti, ma scoppiati e riaccoppiati come se nulla fosse.
        Che sosteneva l’aborto in modo così feroce, raccontando di madre e zia che avevano abortito come andare dal dentista e snocciolando a menadito tutta la propaganda abortista.
        Ecco, sapere che questo padre non esiste, che era frutto della fervida e cattiva fantasia del multinick-horror, come Lucillo il mortifero, come Valentina concordo non concordo, come Lena la sanguinaria, come Triestina e i gemelli horror, bé, mi fa piacere, che vi devo dire !
        ( certo non so come il multinick-horror, femminista assatanata, si sia potuta vantare, tramite il nick giovanni cattivo, di una specie di vio lenza sessuale ai danni di una donna malata di mente….infatti, la Filomena dell’epoca non spese una parola in difesa della poveretta…certo, l’aveva tirata fuori lei questa storiella edificante ! robba da matti ! )

  5. Sebastiano scrive:

    Non capisco la meraviglia: stessa pena = stesso veleno.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana