Google+

Emilia Romagna, Errani condannato per falso si dimette

luglio 8, 2014 Chiara Rizzo

È stato condannato al processo d’appello per Terremerse, con l’accusa di aver fatto redarre documenti falsi per nascondere un finanziamento alla coop del fratello: «Sono innocente»

La corte d’appello di Bologna ha condannato ad un anno per falso ideologico il presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani, che subito dopo la sentenza si è dimesso, dopo 15 anni da governatore. La sentenza è arrivata nell’ambito del processo Terremerse, sul finanziamento regionale alla cooperativa agricola del fratello di Errani, Giovanni. Il governatore dimissionario era stato assolto in primo grado, insieme ai due funzionari della Regione, Filomena Terzini e Valtiero Mazzotti, accusati di falso e favoreggiamento (anche loro condannati, ad un anno ciascuno).

I FATTI. Il processo è scaturito da una presunta truffa per il finanziamento da un milione di euro alla coop agricola Terremerse, nel 2006, quando era presieduta da Giovanni Errani. Il governatore dimissionario è stato indagato in seguito ad una relazione inviata alla procura di Bologna nel 2009, con cui si dimostrava la presunta regolarità del finanziamento: l’accusa ha ritenuto che quella relazione fosse un falso, e che Vasco Errani avesse istigato i due dirigenti che l’avevano redatta, Terzini e Mazzotti, a commettere a loro volta un falso per coprire alcune irregolarità. Giovanni Errani è sottoposto ancora al processo di primo grado per la stessa vicenda, con l’accusa di truffa ai danni della Regione Emilia Romagna. In primo grado Vasco Errani era stato assolto dal Gup perché il fatto non sussiste, e Terzini e Mazzotti dopo il dibattimento perché il fatto non costituisce reato. Il legale dell’ormai ex governatore, Alessandro Gamberini, ha già annunciato il ricorso in Cassazione.

ERRANI: «PROFONDA AMAREZZA». Nella lettera di dimissioni Errani ha motivato la sua decisione irrevocabile, definita “puramente un gesto di responsabilità”: “È un momento di amarezza. Ma per prima cosa non parlo di me. Parlo della Regione, perché il mio compito è tutelare l’istituzione, il suo onore, la realtà pulita e di esempio a tanti che è questa Emilia-Romagna. Ho sempre messo l’istituzione davanti ad ogni altra considerazione – a me stesso – e non cambio ora. Non si faccia nessuna confusione: quanto subisco io personalmente non diventi fango per l’istituzione. Per questo intendo rassegnare subito le mie dimissioni, e nel farlo rivendico il mio impegno e la mia onestà lungo tutti questi anni. E la mia piena innocenza anche in questo fatto specifico. Piena innocenza. Dunque annuncio subito che presenterò ricorso affinché prevalga questa semplice verità. Le mie dimissioni sono dunque puramente un gesto di responsabilità. Ad esse unisco il ringraziamento a collaboratori, istituzioni, organi dello Stato, forze sociali ed economiche, perché con tutti c’è stata una collaborazione significativa e costruttiva. A tutti, ancora grazie ed un augurio di buon lavoro”. L’Emilia Romagna adesso avrà tre mesi di tempo prima delle nuove elezioni, e sarà guidata dalla vicepresidente Simonetta Saliera, con la Consulta di garanzia statutaria.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana