Google+

Egitto. La nuova Costituzione abolisce tutte le restrizioni esistenti alla costruzione di chiese

ottobre 29, 2013 Leone Grotti

Fino ad oggi i cristiani dovevano ottenere un permesso speciale del presidente, ma un articolo votato nella nuova Costituzione elimina tutti i divieti

L’assemblea costituente egiziana, incaricata di emendare la Carta del 2012 scritta dai Fratelli Musulmani a colpi di maggioranza, ha approvato domenica scorsa un articolo che cancella le restrizioni esistenti alla costruzione di chiese sul suolo egiziano.

DIECI ANNI PER UNA CHIESA. I cristiani, che costituiscono circa il 10 per cento della popolazione egiziana, hanno bisogno secondo l’attuale Costituzione di un permesso speciale del presidente per costruire, ampliare o rinnovare una chiesa. Al contrario, non esiste alcuna legge che limiti la costruzione di moschee. In Egitto oggi ci vogliono anche più di dieci anni prima di ottenere il permesso di costruire una chiesa. Le domande ancora pendenti sono 149.

LIBERTÀ RELIGIOSA. È stato discusso anche il controverso articolo 47 che riguarda la libertà religiosa: i cristiani chiedono che questa libertà sia accordata a tutti i credenti egiziani, mentre Al Azhar, la massima autorità islamica sunnita del paese, vuole che questo diritto sia riconosciuto solo a musulmani sunniti, cristiani ed ebrei. Secondo l’attuale Costituzione, ad esempio, cristiani e musulmani non hanno uguali diritti, mentre sciiti e baha’i non sono affatto riconosciuti.

ASSEMBLEA COSTITUENTE. La commissione di 50 membri che sta emendando la Costituzione dovrebbe finire il suo lavoro a dicembre. Se nella vecchia assemblea costituente cristiani e laici erano stati costretti ad andarsene perché ignorati dalla maggioranza composta da Fratelli Musulmani e salafiti, nella commissione attuale sono rappresentate tutte le anime egiziane e ogni articolo, per essere votato, deve ottenere il 75 per cento dei consensi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. alex says:

    Una microscopica buona notizia nella desolazione generale

    • Antonio says:

      si,ma se si riprendessero tutta la loro feccia migrante che porta incredibile degrado,sporcizia, scrocco di risorse sociali, delinquenza, malattie ecc ecc sarebbe anche meglio. Ognuno a casa propria.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi