Google+

Egitto. La nuova Costituzione abolisce tutte le restrizioni esistenti alla costruzione di chiese

ottobre 29, 2013 Leone Grotti

Fino ad oggi i cristiani dovevano ottenere un permesso speciale del presidente, ma un articolo votato nella nuova Costituzione elimina tutti i divieti

L’assemblea costituente egiziana, incaricata di emendare la Carta del 2012 scritta dai Fratelli Musulmani a colpi di maggioranza, ha approvato domenica scorsa un articolo che cancella le restrizioni esistenti alla costruzione di chiese sul suolo egiziano.

DIECI ANNI PER UNA CHIESA. I cristiani, che costituiscono circa il 10 per cento della popolazione egiziana, hanno bisogno secondo l’attuale Costituzione di un permesso speciale del presidente per costruire, ampliare o rinnovare una chiesa. Al contrario, non esiste alcuna legge che limiti la costruzione di moschee. In Egitto oggi ci vogliono anche più di dieci anni prima di ottenere il permesso di costruire una chiesa. Le domande ancora pendenti sono 149.

LIBERTÀ RELIGIOSA. È stato discusso anche il controverso articolo 47 che riguarda la libertà religiosa: i cristiani chiedono che questa libertà sia accordata a tutti i credenti egiziani, mentre Al Azhar, la massima autorità islamica sunnita del paese, vuole che questo diritto sia riconosciuto solo a musulmani sunniti, cristiani ed ebrei. Secondo l’attuale Costituzione, ad esempio, cristiani e musulmani non hanno uguali diritti, mentre sciiti e baha’i non sono affatto riconosciuti.

ASSEMBLEA COSTITUENTE. La commissione di 50 membri che sta emendando la Costituzione dovrebbe finire il suo lavoro a dicembre. Se nella vecchia assemblea costituente cristiani e laici erano stati costretti ad andarsene perché ignorati dalla maggioranza composta da Fratelli Musulmani e salafiti, nella commissione attuale sono rappresentate tutte le anime egiziane e ogni articolo, per essere votato, deve ottenere il 75 per cento dei consensi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. alex says:

    Una microscopica buona notizia nella desolazione generale

    • Antonio says:

      si,ma se si riprendessero tutta la loro feccia migrante che porta incredibile degrado,sporcizia, scrocco di risorse sociali, delinquenza, malattie ecc ecc sarebbe anche meglio. Ognuno a casa propria.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.