Google+

Da Buttiglione a Borg, ecco come vedono i cristiani al Parlamento Europeo

dicembre 15, 2012 Benedetta Frigerio

Mercoledì è passata una risoluzione contro la famiglia e per l’aborto votata anche dai moderati. Intervista all’europarlamentare leghista Lorenzo Fontana

Tutelare tutti i cittadini, ma in particolare le minoranze, sopratutto degli stranieri e degli omosessuali. È il contenuto della risoluzione approvata mercoledì al Parlamento Europeo con 308 voti favorevoli contro 229 contrari e 48 astenuti. E che esorta la Commissione Europea a occuparsi di quella che viene definita come l’urgenza della tutela delle minoranze. C’è stato chi ha rifiutato il settantanovesimo punto, preoccupato delle «restrizioni all’accesso ai servizi di salute riproduttiva», in riferimento all’aborto e all’educazione sessuale. All’ottantanovesimo si sprona a prendere provvedimenti sulle coabitazioni, sul matrimonio delle coppie dello stesso sesso e sui loro figli. Anche qui i moderati si sono opposti. Ma non è stato sufficiente. Ne parliamo con l’onorevole leghista Lorenzo Fontana, del Gruppo Europa della Libertà e della Democrazia.

Fontana, nonostante la risoluzione non sia vincolante per gli Stati, anche questo conferma un certo “trend” all’interno del Parlamento Europeo.
Anche il Partito popolare europeo ormai è permeato dalla mentalità anticristiana. E anche chi è contro i diritti senza doveri e la falsa tolleranza, che sta portando a una discriminazione al contrario dei cristiani, spesso cede davanti alle pressioni della nutrita lobby radicale e omosessuale.

Di che pressione parla?
Penso a quando Mario Mauro poteva diventare presidente del Parlamento Europeo, lo hanno bruciato subito. Mi hanno letto il dossier che girava fra gli scranni sul suo conto: gli davano dell’integralista, contrario all’aborto e alle nozze gay. Penso all’ultima crociata contro l’ex ministro degli esteri maltese Tonio Borg, nuovo commissario europeo per la salute e i consumatori. È stato attaccato ferocemente perché cattolico. Per un mese il Parlamento ha parlato di lui come di un estremista, perché non era a favore all’aborto, al matrimonio omosessuale, all’eutanasia. Questo è accaduto nonostante Borg non abbia competenze in questi campi, come egli stesso ha ribadito.

Però Borg, a differenza di Rocco Buttiglione, è stato nominato.
È stato bravissimo nel rispondere, rimanendo sul piano della realtà giuridica e legale. Senza andare allo scontro ideologico ha detto che lui crede in certe cose, ma che non aveva i poteri per entrare nel merito di certe questioni. Sulla sua materia ha poi dimostrato un’ottima competenza, che ha rinserrato le fila del Partito Popolare e del nostro partito. Così tutti i moderati hanno votato orgogliosamente in suo favore.

Questo dice che muovendosi in maniera intelligente è possibile lavorare anche in un ambiente che non ha simpatie per certi valori.
Fa sempre impressione vedere la culla del cristianesimo odiare se stessa. Ma se io credo nel bene non posso sottrarmi dal viverlo e dal proporlo. Cercando di dare battaglia in maniera ragionevole e realista. Finché siamo in una democrazia, dove non dico che ti è permesso di parlare tranquillamente ma almeno di non essere arrestato, è necessario rimanere così.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. francesco taddei says:

    l’on. mauro pensa al partito popolare di don sturzo. forse quello attuale europeo è ben altra cosa.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download