Google+

Nessuno ha fatto più della Chiesa contro la pedofilia. Ripassino per il produttore de “Il caso Spotlight”

marzo 2, 2016 Leone Grotti

Michael Sugar dal palco degli Oscar (migliori film) ha chiesto a papa Francesco di «proteggere i bambini». Evidentemente si è «fossilizzato sul passato»

Il caso Spotlight ha vinto il premio Oscar come miglior film dell’anno. Al momento di ritirare la prestigiosa statuetta, il produttore cinematografico Michael Sugar si è sentito in dovere di rivolgersi così al Vaticano: «Questo film ha dato voce ai sopravvissuti, e l’Oscar amplifica questa voce. Speriamo diventi un coro, capace di risuonare fino al Vaticano. Papa Francesco, è venuto il tempo di proteggere i bambini e restaurare la fede».

PRETI PEDOFILI. Quello dei preti pedofili è un vero scandalo ed è per questo che Benedetto XVI prima, e papa Francesco adesso, hanno messo in campo sforzi senza precedenti per evitare che i crimini vengano coperti, punire i colpevoli e impedire che nuovi abusi si verifichino. In più, entrambi hanno denunciato le colpe dei sacerdoti e chiesto perdono (basta leggere le ultime dichiarazioni del cardinale George Pell), alle vittime e non solo, per gli errori commessi. Detto questo, l’appello di Sugar è davvero fuori luogo e forse è il caso di ricordare al premuroso produttore che il Vaticano ha fatto più di qualunque Stato al mondo per contrastare il fenomeno.

PRETI SANZIONATI. Negli ultimi 10 anni oltre 3.000 preti sono stati sanzionati: più di 850 sacerdoti sono stati sospesi a divinis, cioè ridotti allo stato laicale, altri 2.572 hanno subìto pene minori come il ritiro perpetuo a vita di penitenza e preghiera. Solo nel 2013, 43 chierici sono stati laicizzati e ad altri 358 sono state inflitte sanzioni. Benedetto XVI è stato il primo Papa nella storia della Chiesa a incontrare vittime di abusi (in America, Australia, Germania, Regno Unito, Malta) e nel 2010 ha varato le modifiche alle “Normae de gravioribus delictis” dello Stato vaticano, portando la prescrizione del reato di pedofilia da dieci a vent’anni, a partire dal compimento della maggiore età della vittima. Attualmente, non esiste nessuno Stato al mondo con leggi così severe nei confronti della pedofilia. Anche per chi scarica materiale pornografico sono state introdotte pene severissime, che non hanno pari in alcuna legislazione statale al mondo. Nel 2011, inoltre, è stata inviata una circolare della Congregazione per la dottrina della fede a tutte le diocesi per aiutarle a dotarsi di linee guida nel trattamento degli abusi sui minori.

«TOLLERANZA ZERO». Come dichiarato nel 2014 anche dall’ex osservatore permanente della Santa Sede all’Onu di Ginevra, monsignor Silvano Maria Tomasi, «guardando alla Chiesa, non si può rimanere fossilizzati sul suo passato. L’evoluzione avvenuta con la promulgazione di nuove leggi, di istruzioni ai vescovi del mondo, l’attenzione data alle vittime e simili prese di posizione mostrano chiaramente che una nuova cultura di tolleranza zero verso gli abusi sui minorenni è entrata in vigore».

LE PAROLE DI FRANCESCO. Il produttore de Il caso Spotlight è uno di coloro che sono evidentemente rimasti fossilizzati sul passato. Anche per quanto riguarda il suo richiamo a papa Francesco. L’attuale pontefice l’anno scorso ha dichiarato che quando un prete abusa di un bambino è come se «facesse una messa nera» e che «non c’è assolutamente posto nel ministero per coloro che abusano dei minori». Più volte ha incontrato le vittime senza nascondere che «mi vergogno per gli abusi dei preti, anche Dio piange».

COMMISSIONE E TRIBUNALE. Il Papa però non si è limitato alle dichiarazioni e nel giugno del 2015 ha stabilito che “l’abuso d’ufficio episcopale”, quello ad esempio di chi copre denunce di abusi da parte di ecclesiastici, è un reato canonico. Inoltre, ha istituito un tribunale ad hoc per i reati di pedofilia, come richiesto dal cardinale Sean Patrick O’Malley, presidente della Commissione per la tutela dei minori istituita proprio da Francesco.

IL “CAVALLO” SUGAR. Il signor Sugar è a conoscenza dei passi che sono stati fatti? Il signor Sugar sa che secondo le statistiche le istituzioni cattoliche restano il luogo «più sicuro al mondo» per un minore, come dettagliato nel libro Pedofilia. Un battaglia che la Chiesa sta vincendo, che riprende i dati del John Jay College di New York, uno dei più importanti centri di criminologia al mondo, e della City University of New York, tempio del politicamente corretto? Forse non lo sa, oppure finge di non saperlo.
In entrambi i casi, anche per il produttore hollywoodiano vale la metafora del monsignor Tomasi: «Tra le professioni, il clero cattolico ha la più bassa percentuale dei soggetti che perpetrano abusi su minorenni. Inoltre, nessun’altra organizzazione o istituzione ha fatto tanto quanto la Chiesa [contro gli abusi]. Si può portare il cavallo all’abbeveratoio ma non si può forzarlo a bere».

Foto Ansa e Ansa/Ap


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

34 Commenti

  1. Bob scrive:

    Per tutti coloro che vogliono farsi un’idea imparziale del fenomeno consiglio vivamente di andarsi a vedere il sito di “rete l’abus0″ dove parlano direttamente le vittime dei preti ped0fili.

    • Giannino Stoppani scrive:

      Per avere un’idea imparziale direi che conviene ascoltare le vittime dei pedofili di tutti i tipi, non solo dei preti.
      A proposito, senti mo’ che diceva il neo-pseudo-papà Vendola:
      “Non è facile affrontare un tema come quello della pedofilia ad esempio, cioè del diritto dei bambini ad avere una loro sessualità, ad avere rapporti tra loro, o con gli adulti – tema ancora più scabroso – e trattarne con chi la sessualità l’ha vista sempre in funzione della famiglia e dalla procreazione”.

      • Bob scrive:

        Nonsense.
        I p edof ili non preti
        1) non vengono protetti e coperti dalla chiesa
        2) non mi vengono a fare la morale su come dovrei vivere io o peggio su come lo stato italiano debba fare le proprie leggi
        3) sono OT rispetto questo articolo di tempi.

        • Giannino Stoppani scrive:

          I pedofili non preti fanno il loro porco comodo senza che nessuno se li inc uli manco di striscio, anzi, lo fanno non solo sotto la copertura, con la benedizione delle “autorevoli” associazioni psico-pedo-porno più in voga, nonché con l’approvazione di “autorevoli” intellettuali considerati i “padri” del movimento lgbtpedoporno italiota.

          • Bob scrive:

            Non cambiare argomento. Io ho indicato un sito in cui delle persone vere, che sono state veramente vitti me di preti pe dof ili, raccontano le loro storie e di come la chiesa abbia sempre insabbiato tutto. Il resto sono solo chiacchiere.

            • Giannino Stoppani scrive:

              Occhio che anche a calunniare la Chiesa si fa reato.

              • giovanna scrive:

                La trollona si permette di calunniare, spettegolare, mina cciare, molestare a tutto spiano..sa che può contare sulla semi infermità menta le, nulla la tocca.

                Solo come “riccardino” , il diciottenne carampano, se l’era fatta sotto…ma credo solo perché paventava di non poter più trollare massicciamente , o era una sceneggiata anche quella…fatto sta che sembrava preoccupata per le sue schi fose uscite, un unicum, in ogni caso.

              • Bob scrive:

                Perdonami Giannino, dove sta la calu nnia?
                Io ho solo citato un sito web.
                Se vuoi prendertela con qualcuno prendila con le testimonianze pubblicate.

                • Toni scrive:

                  Bob, quelli come te dovrebbero riflettere prima di scrivere. hai dimostrato in passato di avere forti limiti ed una profonda disonestà intellettuale . Parli e straparli a casaccio. Nel caso della pedofilia della Chiesa manifesti solo l’ottusa ipocrisia di chi cerca di colpire un nemico usando un’arma devastante e tralasciando, anzi minimizzando, con argomenti ridicoli, che nella Chiesa è un fenomeno estremamente marginale rispetto ad una dimensione mondiale. Solo che ti (e vi) interessa colpire la chiesa… del resto come potrebbe essere diversamente: non amate i bambini, squartarli con l’aborto lo reputate un diritto, considerate il padre e una madre un pregiudizi e daresti bambini a qualsiasi laido che pretende di fare il genitore.
                  Del resto, come ho detto in altre discussioni, gli stessi laidi che accusano la Chiesa fanno finta di non sapere il lento processo di sdoganamento della pedofilia, attraverso pubblicazioni di studi che parlano in termini positivi di relazioni adulti e bambini, partiti politici pedofili riconosciuti costituzionalmente (Olanda) intellettuali, professori universitari, politici e ministri che hanno manifestato simpatie pro pedofile (naturalmente quello buono… consensuale).

                  La sai quale è la conclusione? Che a te della pedofilia non interessa nulla… ti interessa solo per calunniare la Chiesa. Chiaro? E questo è doppiamente infame (calunnia e strumentalizzazione) .

                • Giannino Stoppani scrive:

                  La calunnia sta nell’affermazione, chiaramente falsa: “come la chiesa abbia sempre insabbiato tutto”.

                  • Bob scrive:

                    Cerca questa string su internet.

                    pedofilia_stop_all_inchiesta_su_don_mercedes_il_vaticano_pone_il_segreto_sugli_atti

                    Poi se vuoi prendila anche con i giornalisti.

  2. underwater scrive:

    Bob e Lady, ovvero come dimostrare che l articolo, invece, ha colto ne, segno ed il film propaganda ignoranza.

    • Sabrina D. scrive:

      Un ripassino per Luigi Amicone:

      la pedofilia è un REATO contro le persone e contro la società, pertanto va perseguito a norma di LEGGE, per la precisione legge PENALE.

      Delle sospensioni a “divinis” e riduzioni a stato laicale la società se ne FREGA e le ipotetiche “punizioni” del vaticano non hanno nessun valore.

      Ricordiamo al caro Amicone l’incipit del CRIMEN SOLLECITATIONIS:

      “Spondeo voveo ac iuro…”, ovvero:

      “Prometto, mi obbligo e giuro che manterrò inviolabilmente il segreto su ogni e qualsiasi notizia, di cui io sia messo al corrente nell’esercizio del mio incarico”

      Il crimine della pedofilia nella chiesa è stato taciuto da SEMPRE,
      sopratutto dai papi stessi e sono stati i mass-media a denunciare, sotto il pontificato di Ratzinger, lo scandalo di migliaia e migliaia di casi di pedofilia in tutto il mondo.

      La chiesa è accusata di aver agito piu di ogni altro a FAVORE della pedofilia, perfino dall’Unione Europea, come dimostrano le parole di cosidetti “monsignori” o vescovi vari tra cui bagnasco: la chiesa non denuncia per evitare di turbare le famiglie delle vittime della chiesa stessa.
      Veramente da vergognarsi.

      Ovviamente e prontamente è stato precisato, mettendo a tacere queste mistificazioni, dal garante della privacy:
      “denunciare, doverosamente all’autorità giudiziaria, gli abusi subiti da minori non vuol dire affatto mettere i bambini ‘in piazza’, ma tutelarne i diritti fondamentali””.

      La chiesa tutt’oggi non consente le indagini sulle gerarchie, non collabora e non consente che i papi siano posti sotto inchiesta.

      La chiesa è sempre stata un lupo vestito da agnello.

      • Giannino Stoppani scrive:

        Lo sai cos’è il segreto istruttorio, capra?

      • Bob scrive:

        Il problema è che stai parlando con persone ferme all’epoca dello stato pontificio, che non hanno ancora capito che in Italia è la chiesa che deve sottomettersi alle leggi dello Stato laico e non viceversa.

        • Filippo81 scrive:

          ah bob dai mille nomi (ma di che cosa hai paura ad usare sempre il medesimo nome?), sappi che se quelli come te non si svegliano, tra qualche anno altro che Stato laico, avremo una teocrazia di tipo saudita, che vi farà rimpiangere tante cose tra cui forse anche lo Stato pontificio !

          • Bob scrive:

            Ciao Giovanna.
            Io uso sempre e solo questo Nick.
            E poi, scusa, che discorso é il tuo? Dici che dovremmo tapparci il naso ed accettare le ingerenze e prepotenze della chiesa perché sono il meno peggio?

            • giovanna scrive:

              Questa è bella,trollona, vorresti insinuare che io sono Filippo81 !!!
              Credi che tutti siano truffatori e imbroglioni e sleali e pu zzoni come te ???
              Filippo81 , che dici ???
              Daiiiii, è una ennesima troll-firma coi fiocchi !

              In ogni caso, trollona , qui Bob, tu stessa hai scritto, come Bob, che avevi saputo che parecchie persone si erano lamentate con la redazione per essere additati come troll !
              La tua frase-confessione è lì, nero su bianco !
              Infatti, se e non eri un horror-nick-stupidotto della trollona, mi vuoi spiegare come facevi a saperlo ???
              Te l’ho chiesto mille volte, ma non hai mai risposto, chissà perché ???
              Ci prendi proprio per fessacchiotti, eh, trollona !

              Che poi, una che pensa, come te, che regalare figli sia una bella cosa, non dovrebbe certo scandalizzarsi della pedo filia…infatti, hai scritto, con più di un horror-nick, che quando ci sarà l’istanza di legalizzarla…se ne parlerà…al momento, è un argomento utilissimo contro la Chiesa….ma di certo a te dei bambini, dal primo istante in cui li consideri suole di scarpe , a quando nascono, che si possono regalare, a quando crescono, che se snon sono perfetti è meglio sopprimerli….te ne frega meno di zero.

              Trollona, ripeto, non so se sei più patetica o più penosa.
              Comunque, il fatto che palesi questa sofferenza psichica, non può che dispiacermi : non godo delle disgrazie altrui, come succede a te.

              • Bob scrive:

                Eh, no, questa volta ti ho beccato io! E con quest’ultimo post ti sei smascherato definitivamente! Ora é palese che sei tu ad essere un multinick terror, petaloso e anche un po’ antani! 😜

                • Giannino Stoppani scrive:

                  Sì, certo.

                  • giovanna scrive:

                    Che avevo detto : patetica e penosa.
                    Poi, Bob è uno dei tuoi horror-nick più degradati, più chiaramente trolleggianti, più inconsistenti, peggio di micheleL, il ché è tutto dire !
                    Mi fai pena veramente, trollona.
                    Annaspi, annaspi…senza il trollare credi di essere finita.

                    Non è così, ne sono certa…dai, deciditi ad uscire dalla tua cameretta, a contattare esseri umani in carne e ossa…o non puoi proprio ?
                    Se non ti è concesso uscire, mi spiace, ma non credo che la soluzione dei tuoi problemi sia molestare e stalkerare a tutto spiano.

                    • Bob scrive:

                      Bando alle ciance: non hai risposto!
                      Dici che dovremmo tapparci il naso ed accettare le ingerenze e prepotenze della chiesa perché sono il meno peggio?

                    • Bob scrive:

                      Comunque, cara Giovanna, il mio scopo con questo post era farti capire quanto tu sia mole sta e fastidi osa con i tuoi continui attac chi pers onali. Rileggiti il tutto e rifletti.

                    • giovanna scrive:

                      Trollona, qui bob, ma che fai, ripeti a pappagallo, spiccicati, i rilievi che ho fatto ad ALTRI tuoi horror-nick ???
                      Oltre che una roba moooolto infantile, è una troll firma pazzesca !
                      Ma dove c’hai quella testa di troll, sulle nuvolette ???
                      C’è anche un’etica del troll !
                      Ogni horror-nick risponde per sé, ci mancherebbe il contrario !
                      Robba da denuncia al multi-horror-troll-sindacato !

                      ( allora, trollona, come facevi a sapere, come “bob”, che ALCUNI COMMENTATORI si erano lamentati presso la redazione ? Dai, sono curiosa di vedere come te la cavi. Ma non credo che risponderai mai, in fondo sei una pecora, troll-coraggio zero, .anche come “nino” non hai mai risposto come facessero i tuoi figli ad andare un anno all’asilo e l’anno dopo a lavorare…una pecora meschina cui rimbalza tutto, questo sei )

                    • Bob scrive:

                      Ma allora proprio non ci arrivi.
                      Per la cronaca io non ho mai detto che alcuni commentatori si erano lamentati. Non è che sei stata tu loggandoti come Bob giusto per autogiustificarti?
                      Comunque vista la tua testardaggine da oggi in poi ti ignoreró.
                      Buona vita. 😊

                    • giovanna scrive:

                      Figurati se VOI commentatori mi ignorate !
                      In tutte le tue identità sei presente giorno e notte, figurati !
                      Come BOB, poi, già parecchie volte hai giurato di sparire e sei sempre qui, trollona !
                      Sei mancante del tutto di dignità e amor proprio, fossero pure la dignità e l’amor proprio del troll.
                      ( curiosa quella che sarei stata io a loggarmi come BOB , quando tu hai fatto mille volte lo scherzetto di loggarti come “giovanna”….eh ! un’altra troll-firma ! ma non siamo tutti disonesti e falsi come te, no )

        • giovanna scrive:

          E tu con chi stai parlando, trollona ?
          Con te stessa, come al solito, nelle vesti di bob e di sabrina D. !
          Non so se sei più patetica o più penosa, trollona.
          Ma che bisogno hai di fare queste sceneggiate ?
          E’ una specie di dipendenza ?
          Altrimenti non ti soddisfa abbastanza il trollare, l’unico divertimento della tua grigia vita ?
          Speriamo bene, che ti fermi a queste pagliacciate, e non ti metti ad ammazzare qualcuno, come capita alle persone che soffrono di identità multiple.

        • Menelik scrive:

          Di Chiesa sottomessa allo stato laico l’abbiamo già visto nella Germania anni 30 e Unione Sovietica dal 1917 alla rivoluzione popolare del 1989.
          Questo basta e avanza.
          Abbiamo poi visto come lo stato laico del presidente massone messicano con l’appoggio militare dei magnati della finanza USA, tanto per cambiare massoni, hanno voluto ridurre la Chiesa Cattolica al silenzio a suon di fucilazioni e impiccagioni (1926-1929).
          Pure questo basta e avanza, che quando lo stato laico s’è mosso, il mondo è diventato un immenso cimitero.
          E il partito nazionalista laico dei Giovani Turchi nei confronti della Chiesa Cristiana Armena?
          Eh…troppi esempi ci sono per chi non ha gli occhi foderati di ideologia ammuffita.
          Basta solo levarsi il ciarpame ideologico dagli occhi e voler vedere.

        • Giannino Stoppani scrive:

          A uno stato democratico non si “sottomette” nessuno.

        • Toni scrive:

          La Chiesa è uno Stato sovrano… questo devi capire tu

      • Toni scrive:

        Sabrina D.
        invece di fare ripassini impara qualcosa. Inizia dal sapere cosa è CRIMEN SOLLECITATIONIS. Un documento conosciuto e che è stato chiamato ” documento segreto scoperto dalla BBC” ma che era pubblicato sul sito del Vaticano. C’è il detto ì “Chi sputa in cilelo in faccia torna” : La stessa BBC che aveva un suo presentatore che abusava ragazzine minorenni e di non fece nulla per fermarlo. Con prova (email pubblicata)di avere deliberatamente cercato di mettere a tacere la vicenda.
        Invece di sparare “di migliaia e migliaia di abusi” ti faccio osservare che in USA ci sono state statistiche che hanno determinato un numero di preti pedofili superiore allo stesso numero di preti presenti in USA.
        Poi …”perfino l’Unione Europea” :-)
        Un solo prete pedofilo è troppo… ma quelli come te e Bob che fate finta di interessarvi delle vittime pedofilia fate pena.

  3. alessandra scrive:

    il film spotlight non mi e’ piaciuto affatto.lo trovo ingeneroso verso le tantissime brave persone che esistono nella chiesa cattolica che non meritano di essere equiparate e confuse con questi pedofili. benedetto sedicesimo e francesco hanno immediatamente e vigirosamente condannato gli abusi.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana