Google+

Pisapia la cittadinanza al Dalai Lama gliel’ha data, ma era made in China

giugno 27, 2012 Redazione

INGROIA PERMETTENDO. Mario Monti è deciso ad andare fino in fondo per salvare l’euro e, in vista del prossimo Consiglio europeo, avverte gli alleati: «Sono pronto alla trattativa ad oltranza».
Richiamo in prima pagina della Repubblica

AL CUOR NON SI COMANDA. Ascoltare Monti nell’aula della Camera faceva un certo effetto, ieri pomeriggio.
Massimo Franco, Corriere della Sera

CASTA CONCORDIA. Colpiva la sua (di Monti, ndr) insistenza sul «tandem Parlamento-governo».
Massimo Franco, Corriere della Sera

MA VIA SARPI SÌ. «Siamo felici per la sua presenza in aula», ha detto il sindaco rivolgendosi al Dalai Lama. Senza mai pronunciare nel suo discorso in Consiglio la parola Cina.
Alessandra Corica sulla visita del Dalai Lama a Milano, la Repubblica Milano

CINESI E TIBETANI? Pisapia ha ricordato come Milano sia una città «aperta dove convivono ebrei, mussulmani, cristiani, buddisti, induisti».
Carlo Brambilla sulla visita del Dalai Lama a Milano, la Repubblica

LA CITTADINANZA TE LA DO DOMANI. E (Pisapia, ndri) ha ricordato (al Dalai Lama, ndr): «C’è una sua massima che mi piace molto. Quella secondo cui ci sono solo due giorni l’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri e l’altro domani. Oggi è il giorno giusto. E grazie a lei sarà una grande giornata».
Carlo Brambilla sulla visita del Dalai Lama a Milano, la Repubblica

LA CITTADINANZA MADE IN CHINA. Durante il breve incontro, Pisapia ha consegnato a Tenzin Gyatso il “Sigillo della città”: si tratta di un’onorificenza discrezionale che il sindaco può assegnare senza il voto di approvazione del Consiglio comunale.
Carlo Brambilla sulla visita del Dalai Lama a Milano, la Repubblica

PREMIO DELLA GIURIA. Ma la cittadinanza, non ci sono dubbi, è stata conquistata sul campo.
Stefano Boeri, assessore alla Cultura di Milano, sulla visita del Dalai Lama, la Repubblica Milano

LO HA CONVINTO FRANCESCO MERLO. (Il Dalai Lama, ndr) mi ha detto che quello che abbiamo fatto è il meglio che potevamo fare.
Giuliano Pisapia, sincaco di Milano, la Repubblica Milano

ABBIAMO VISTO IL COMMISSARIO REX INSIEME. «Siamo diventati amici» dice un raggiante sindaco Giuliano Pisapia.
Maurizio Giattanasio ed Elisabetta Soglio sulla visita del Dalai Lama a Milano, Corriere della Sera Milano

SPARARE ALLE GOMME NO? A trenta chilometri all’ora in tutto il centro storico (di Milano, ndr), entro la fine dell’anno. Dopo Area C, è una delle ipotesi a cui sta lavorando il Comune per ridurre traffico e smog in città e abbattere il rumore.
Tiziana De Giorgio, la Repubblica Milano

ASPETTANDO L’EUROBATMAN. Ecco perché forse sarebbe meglio ragionare sugli eurobills (una versione più leggera degli eurobond, ndr).
Carlo Cottarelli, Corriere della Sera

MANCAVA LA MAGGIORATANZA. La consigliera del Pdl Nicole Minetti non c’era, in “congedo per motivi personali”. Un’assenza che non è passata inosservata nella seduta che doveva approvare la legge conto la violenza sulle donne.
Corriere della Sera Milano

IL POPOLO DELLA RETE È BUE. La qualità della leadership politica diminuisce ogni cento milioni di nuovi utenti di Facebook e di Twitter.
Thomas L. Friedman, la Repubblica

IL GREGGE DELLA RETE. Leggi i sondaggi, segui i blog, tieni il conto dei messaggi che appaiono su Twitter e degli stati di Facebook e dirigiti esattamente là dove si trovano gli altri – e non dove pensi che dovrebbero andare. Ma se tutti “seguono”, chi dirige?
Thomas L. Friedman sulla crisi della leadership ai tempi di Twitter, la Repubblica

SÌ MA LE RICEVUTE? Gli abiti di Kate, seguita e fotografata in ogni dettaglio ad ogni evento, vengono spesso apprezzati, non senza qualche critica, anche per la sua capacità di fare economia. Ora però il tema è un altro: il nome di chi ha pagato il costo di tante apparizioni, almeno 35mila sterline di conto, ossia il principe Carlo in persona, che considera quegli abiti “spese di lavoro”.
Alessandra Baduel, la Repubblica

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

Commenti Facebook

L’Osservatore Romano

L'Osservatore Romano

Tempi Motori – a cura di Red Live

Svelata l’arma Peugeot per la conquista della Dakar 2015. Diversamente dalla rivale Mini ALL4 Racing, rinuncia alla trazione integrale in favore delle 2WD. Verrà portata in gara da Carlos Sainz e Cyril Despres

Debutta al Salone di Pechino con marchio DS la nuova crossover premium Citroën. Caratterizzata dalle 2WD all’avantreno e dal sistema di trazione evoluto Grip Control, è mossa da un 1.6 turbo a iniezione diretta di benzina da 160 o 200 cv. Arriverà in Italia?

Domenica scorsa, 13 aprile, il Campionato Mondiale Superbike è risultato l’evento motociclistico più seguito del weekend

Speciale Nuovo San Gerardo