Google+

Per Lerner i ciellini non si fanno più incantare da Formigoni (manco da lui, però)

luglio 26, 2012 Redazione

OVVIO E RISAPUTO. Pareva (Formigoni, ndr) in preda a ebrezza da perdizione ieri sera mentre tirava sciabolate ai direttori dei “giornalini” e ai “gazzettieri della Procura di Milano”, colpevoli di anticipare da mesi l’ovvio e il risaputo, cioè che da governatore della Regione Lombardia ha favorito l’arricchimento dei suoi amici, traendone vantaggi politici e materiali.
Gad Lerner, la Repubblica

È UN BVUTO LIBEVATO. (Formigoni è, ndr) Sarcastico, gradasso, compiaciuto nel presentarsi solo contro tutti, è come se confidasse in un popolo che se le beve tutte, basta che ti mostri forte.
Gad Lerner, la Repubblica

HO FATTO UN SONDAGGIO ALL'”INFEDELE”. Da tempo la manfrina del leader popolare contrapposto ai poteri forti non incanta più neanche i militanti di Comunione e Liberazione.
Gad Lerner, la Repubblica

LA POLTRONA LA VOGLIO IO. Chiedo al mio segretario Bersani di chiarire il quadro politico. Esca dall’ambiguità, deve convocare le primarie e insieme a quelle scegliere il candidato della Lombardia.
Giuseppe Civati, consigliere regionale del Pd, la Repubblica

DIAMO LE NOTIZIE, INNANZITUTTO. Per tutta la giornata Formigoni ha fatto di tutto per ostentare indifferenza. Fino a presentarsi in conferenza stampa indossando una sgargiante polo color fucsia con il colletto a quadrino rossi e bianchi.
Andrea Montanari, la Repubblica

VORREI IL MARTIRIO, PLEASE. Può discostarsi Formigoni da questa linea difensiva? Difficile.
Piero Colaprico, la Repubblica

ANCHE NO. È vero, la Germania di Angela Merkel a volte fa pensare a Gulliver.
Bernardo Valli, la Repubblica

AMMISSIONE. Ma a me, e spero a qualche altro patetico moralista, la cifra (i quaranta milioni versati da Berlusconi a Dell’Utri) pare oscena a prescindere.
Michele Serra, la Repubblica

REPUBBLICA STYLE. Non ho informazioni su di lui (Romano Prodi, ndr) per cui posso liberamente divagare.
Corrado Augias, la Repubblica

NIENTE RUBRICA DOMANI?!? Immagino che (Romano Prodi) non abbia più voglia di ricominciare. Lo capisco.
Corrado Augias, la Repubblica Milano

CI MANCAVA ANCHE QUESTA. Eppure la vicenda Formigoni, ora arricchita da un invito a comparire, spiega bene almeno 200 dei 500 punti di spread che separano l’Italia dalla Germania.
Peter Gomez, il Fatto quotidiano

PUNTI DI VISTA (STRANI). Formigoni, infatti, resiste sulla sua poltrona perché qui la politica, che pure continua ad attaccare la magistratura, ha totalmente demandato ai giudici il compito di selezionare le proprie classe diringenti.
Peter Gomez, il Fatto quotidiano

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

2 Commenti

  1. 0527881474 scrive:

    HO FATTO UN SONDAGGIO ALL’”INFEDELE”. Da tempo la manfrina del leader popolare contrapposto ai poteri forti non incanta più neanche i militanti di Comunione e Liberazione.
    Gad Lerner, la Repubblica

    Ovviamente non ci sarà dato di sapere la fonte, vero Gad?

    Ma poi…..per piacere……con quella faccia, con quello boria, con quella bava che gli cola quando si eccita…..ma che coraggio ha di parlare il “buon” Gad?

  2. Anonimus scrive:

    Gad Lerner mi sembra sempre piu cog%$one…..

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

La seconda generazione della crossover coreana beneficia di lievi ritocchi estetici e di un moderno sistema d’infotainment. Debutta il 1.6 turbo benzina da 204 cv di derivazione Pro_cee’d 1.6 T-GDi GT.

Look pistaiolo e dotazione particolarmente ricca per l'ultima versione della supercar nipponica, che entra in listino a 118.900 euro. Le consegne inizieranno a novembre

La concept nipponica anticipa una SUV a tre porte dal design aggressivo, ispirata concettualmente alla prima generazione a passo corto della Toyota Rav4. A soluzioni avveniristiche in abitacolo si affianca un powertrain ibrido.

Al Mondial de l'Automobile debutta la nuova Suzuki Ignis 2017. È una specie di mini Suv che sfida a viso aperto la Fiat Panda 4x4. Arriverà all'inizio del prossimo anno

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana