Google+

La democrazia diretta di Grillo è una dittatura

febbraio 27, 2014 Redazione

«Di quale democrazia diretta stiamo parlando?» si chiede oggi su Libero Filippo Facci. Come non dargli ragione sulla vicenda dei senatori del Movimento Cinque Stelle espulsi da Beppe Grillo. Facci fa bene, soprattutto, nell’evidenziare che non c’è partito più antidemocratico del M5S, che invece si picca di essere il più trasparente, il più vicino ai cittadini, il più lontano da derive leaderistiche. Balle.

«Lo sanno tutti da sempre: c’è solo Grillo e soprattutto quella “Casaleggio associati” che gestisce le votazioni online con modalità che non convincono neppure gli stessi grillini: del resto, anche se le consultazioni online fossero state regolari e valide (ma non ci crede nessuno, ripetiamo) stiamo parlando di 29 mila persone rispetto ai 7,4 milioni di voti presi, un elettore su 250, eccola qui la democrazia diretta col suo potere taumaturgico».

Quella di Grillo e Casaleggio è «una dittatura in cui a comandare non sono neppure i capogruppo alla Camera e al Senato bensì i due “responsabili del team di comunicazione” nominati da Casaleggio per armonizzare le posizioni dei parlamentari, uno stratagemma dei due imperatori, in pratica, per comandare i parlamentari senza essere in parlamento».

Ora i senatori liquidati e altri onorevoli ci raccontano le magagne che starebbero dietro alla gestione del blog di Grillo, della democrazia grillina, del fatto che nessuno di loro decide alcunché, perché – scrive Facci – «Grillo e Casaleggio sono i mangiafuoco di cui loro restano le marionette». Bè, ben svegliati cittadini pentastellati, ve ne accorgete solo ora?

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

3 Commenti

  1. claudio scrive:

    Cari eletti M5s non è mai troppo tardi… ben vengano i ripensamenti.
    Cari elettori, invece non rifarete lo stesso errore un’altra volta, vero? Errare umanum est, perseverare diabolicum…

  2. mike scrive:

    non mi sono mai piaciuti. se si dividono meglio. chi se ne va ha senso civico. un anno fa abbiamo rischiato grosso, fortuna che si sono fermati al 25%. la cosa migliore sarebbe se oltre a dividersi scomparissero dalla scena politica. per non tornare mai più. speriamo, la speranza è l’ultima a morire.

  3. titti scrive:

    Magari gli altri partiti sapessero liberarsi della zavorra come fa il m5s, di quelli che stanno lì solo per intascare soldi senza battersi per nulla. E’ diabolico perseverare con questo sistema politico e le speranze dovrebbero essere rivolte a che finalmente si riesca a renderlo più vicino agli interessi dei cittadino.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana