Google+

I maestri del ritratto italiano sbarcano a New York

gennaio 4, 2012 Mariapia Bruno

Il dolce profilo del “Ritratto di Signora” di Antonio del Pollaiuolo si accosta al ritratto ideale di Simonetta Vespucci del Botticelli e si pone in netto contrasto con le soluzioni di respiro quasi fiamminghe del giovane uomo immortalato con tutti i suoi amabili dettagli da Antonello da Messina. Accanto a questi i ritratti eseguiti da Giovanni Bellini (“Fra Teodoro di Urbino come San Domenico”), dal Ghirlandaio (“Ritratto di vecchio e fanciullo”), da Pietro di Spagna (“Federico da Montefeltro e suo figlio Guidobaldo”) e dal Mantegna (“Cardinale Ludovico Trevisan”). Sono tutti maestri italiani della ritrattistica del Rinascimento quelli che hanno preso il volo per il Metropolitan Museum di New York, dove resteranno esposti fino al 18 marzo 2012, all’interno della mostra “The Renaissance Portrait from Donatello to Bellini” (Il ritratto rinascimentale da Donatello a Bellini).

Si tratta di un elegante percorso incentrato sulle diverse funzioni del ritratto, da quella puramente estetica, a quella sociale e politica e a quella celebrativa, sviluppatosi in Italia e in Europa. Quello che accomuna, dunque, le varie tipologie di ritratto in mostra, dalle composizioni “ufficiali” come i ritratti di sovrani e regnanti, ai ritratti privati, in cui i soggetti vengono catturati nella loro intimità familiare, è la scelta di porre in primo piano il soggetto umano realmente esistito, che trasmette, attraverso la composizione pittorica di cui è protagonista, la propria individualità, raccontandoci la storia unica di cui è protagonista.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Se l’elettrico costituisce il futuro della mobilità, la tecnologia ibrida plug-in è figlia del presente. Rappresenta infatti la massima espressione del compromesso tra propulsione tradizionale e a zero emissioni. Un’auto ibrida plug-in non è altro, del resto, che un’auto ibrida, quindi dotata di un powertrain composto dall’interazione tra due motori – il primo a combustione […]

L'articolo Hyundai Ioniq Plug-in: praticamente astemia proviene da RED Live.

She’s back. Dopo quasi vent’anni d’assenza, la BMW Serie 8 è di nuovo tra noi. La coupé di Monaco, destinata a collocarsi al vertice della gamma del costruttore tedesco, arriverà nelle concessionarie nel 2018, ma le linee sono già state svelate in occasione del Concorso d’eleganza di Villa d’Este. Chiamata a sfidare rivali blasonate quali […]

L'articolo BMW Serie 8: classe cattiva proviene da RED Live.

Un accessorio può fare la differenza? Snob Milano, giovane realtà della provincia di Varese, ne è convinta. E difatti rimpolpa il suo catalogo, già ricco di occhiali da sole e da vista, con le due nuove maschere da moto Café Bubble e Café Flat, ricercate nel design e nei contenuti tecnici.  I punti in comune  Amate […]

L'articolo Snob Milano Café Bubble e Café Flat proviene da RED Live.

Il Wörthersee Meeting, vale a dire il più grande raduno tuning dedicato alle vetture del Gruppo VW, è da sempre una ghiotta occasione per i dipendenti della Casa tedesca per mostrare al mondo delle concept che, spesso, anticipano i modelli destinati a entrare in produzione. Così è avvenuto per la Golf GTI Clubsport. E così […]

L'articolo VW Golf GTI First Decade: la prima volta dell’ibrido proviene da RED Live.

La SUV nipponica si rinnova puntando su di una linea aggressiva e un telaio dalla superiore rigidità torsionale. Confermata la gamma motori che ai benzina 2.0 e 2.5 vede affiancarsi un 2.2 td. Debutta il sistema G-Vectoring Control.

L'articolo Mazda CX-5: a me gli occhi proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana