Google+

A Milano La Grande fabbrica delle Parole

gennaio 19, 2013 Valeria De Domenico

Anfiteatro della Martesana, Milano. Area recuperata al degrado, nel cuore della zona di via Padova. Parco giochi, spazi verdi, locali riservati all’accoglienza di gruppi scout, gruppi di danza popolare, associazioni di mamme e associazioni che promuovono l’inserimento degli stranieri.

E’ qui che ha la sua sede La Grande fabbrica delle Parole. Qui per centinaia di bambini ogni anno nascono le storie, le parole tentano di definire la realtà in modo semplice e naturale e riacquistano il loro potere e la loro bellezza, diventando amiche soprattutto di chi, per storia e condizioni, è alle prime armi con l’italiano.

Il progetto fa capo all’Associazione Terre di Mezzo, che ha ripreso il metodo elaborato e collaudato a San Francisco  dal gruppo 826 Valencia su iniziativa di Dave Eggers,  passando per il Fighting Words di Dubblino e il Ministry of Stories di Londra.

Il laboratorio propone ai bambini un percorso pragmatico. Uno degli scopi è quello di spiegare come funziona il mondo dell’editoria, quindi l’obiettivo del loro lavoro sarà farsi pubblicare un libro da un editore misterioso e saranno affiancati da uno scrittore e da un illustratore. L’altro scopo è quello di ribadire quali sono gli elementi fondamentali della narrazione e per questo saranno chiamati a proporre e scegliere protagonista, ambientazione, desiderio, ostacolo. Da qui in poi inizia il lavoro individuale, quello nel quale ciascuno deve finalmente cimentarsi con le parole e tentare di usarle al meglio per dar corpo alle idee.

Il metodo è indubbiamente efficace. Offre opportunità di coinvolgimento soprattutto per i bambini con difficoltà linguistiche. Nelle scuole di una città come Milano la percentuale di bambini stranieri, nati in Italia, ma inseriti in un contesto familiare in cui si parla una lingua straniera o addirittura nati nel paese d’origine dei genitori e lasciati crescere lì presso i nonni per i primi anni di vita, raggiunge percentuali del 50 per cento. Per costoro un’esperienza  come quella offerta dalla Fabbrica delle Parole è un’occasione preziosissima di acquistare fiducia in sé stessi e di superare le distanze emotive da questo strano mondo in cui tutti pretendono di mettere sulle cose e le sensazioni suoni incomprensibili…

Per chi ha familiarità con la lingua italiana la Fabbrica è un ottimo banco di prova, una sfida che può riservare sorprese. Nella Grande Fabbrica delle Parole, ad esempio, non ci sono gomme per cancellare e questa ci è sembrata una cosa molto bella, che solleva i bambini, specie quelli “bravi”, dall’ansia di sbagliare  e li induce a pensare che qualsiasi errore si possa riparare, con l’aiuto di un adulto, magari.

Il laboratorio, che consideriamo davvero un dono per la città, presuppone però un percorso compiuto: perché i bambini che arrivano a costruire storie abbiano il desiderio di raccontare, siano incuriositi e appassionati alla realtà, è necessario che abbiamo letto, ascoltato e giudicato storie affascinanti, tali da riempirli di stupore e di desiderio di bello. E garantire questo rimane a noi genitori, insegnanti, educatori.

I laboratori sono gratuiti, ma necessitano prenotazione, per le classi di scuola elementare e media: www.grandefabbricadelleparole.it

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Come uno scultore affina le proprie opere, così MINI dedica una serie di aggiornamenti ai modelli in gamma, concentrati principalmente sull’ampliamento delle dotazioni, delle combinazioni di colori e dell’offerta di motori. Protagonista principale è la crossover Countryman, ma beneficiano di una ventata di novità anche la hatchback e la Clubman. Le vetture in configurazione 2017 […]

L'articolo MINI model year 2017: una ventata di novità proviene da RED Live.

Ti guarda attraverso il finestrino semi abbassato, sorridendo sornione. Stringe tra le mani il volante di una Classe E (serie W211) del 2007 e, con malcelato orgoglio, ti dice che lui, con quell’auto, ha percorso 500.000 km limitandosi alla manutenzione ordinaria. Poi, quando scatta il verde, saluta con la manina e ti lascia lì, impietrito. […]

L'articolo Long run Mercedes-Benz E220d proviene da RED Live.

Continua l’offensiva Skoda nel segmento delle SUV. Dopo la Kodiaq, ecco debuttare in veste definitiva la Karoq, erede della conosciuta Yeti. Quest’ultima, sul mercato dal 2009, esce definitivamente di scena, cedendo il passo a una moderna, ma esteticamente più convenzionale, crossover dalle dimensioni compatte. 32 cm più corta della Kodiaq La nuova Karoq, “gemella diversa” […]

L'articolo Skoda Karoq: profumo di Tiguan proviene da RED Live.

Per presentare la nuova Volkswagen UP! GTI non poteva esserci occasione più adatta del Wörthersee 2017, il più grande raduno tuning dedicato alle vetture del Gruppo VW. Anche se, in realtà, come accaduto in passato alla “sorella maggiore” Golf GTI Clubsport, a debuttare non sarà la vettura in versione definitiva, bensì una concept che si […]

L'articolo Volkswagen UP! GTI: la piccola si è arrabbiata proviene da RED Live.

Si chiama Argo ed è la nuova cinque porte Fiat per il mercato brasiliano. Destinata a sostituire Bravo, Punto e Palio in Sud America, debutterà il 30 maggio, per poi essere mostrata ufficialmente al Salone di Buenos Aires dal 10 al 20 giugno. Arriverà in Italia? Teoricamente no. “Molto” teoricamente no. Perché la cura estetica […]

L'articolo Fiat Argo: la compatta che pensiona la Punto proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana