Google+

2.053.656 gli embrioni distrutti in 25 anni nel Regno Unito

marzo 12, 2015 Redazione

bambini_provetta1Dal 1990, cioè da quando Londra ha cominciato a contarli, sono oltre due milioni gli embrioni prodotti nel Regno Unito per la fecondazione assistita che sono andati distrutti perché inutilizzati. Per la precisione, 2.053.656. I dati sono stati resi pubblici ieri dal membro della Camera dei Lord, Lord Alton, che li ha richiesti al Ministero.

«L’anno scorso», ha dichiarato Lord Alton, «il tasso annuale [di embrioni distrutti] è cresciuto fino al dato sconcertante di 170 mila unità. E anche questi numeri è molto probabile che siano sottostimati, visto che non esistono quelli completi. La legge britannica, così come la scienza, riconosce che la vita umana comincia con il concepimento. È per questo motivo che i governanti hanno detto che gli embrioni umani dovrebbero essere trattati con rispetto e non dovrebbero essere usati [per qualunque scopo] se ci sono alternative disponibili. Come possono questi sentimenti essere conciliati con questa insensata distruzione su scala industriale? Se non riusciamo a rispettare e proteggere la vita umana nei suoi primi stadi, falliremo anche nel tentativo di proteggerla in quelli successivi. Dovrebbe esserci un’onesta e aperta rivalutazione della legge che permette tutto questo».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La show car a batteria al debutto al Salone di Parigi può contare su di un motore da 170 cv e un’autonomia di 600 km. È una hatchback compatta disponibile a guida autonoma e anticipa 30 futuri modelli elettrici Volkswagen. Una rivoluzione.

La nuova ammiraglia della Stella è lunga 6,5 metri, pesa oltre 5 tonnellate ed è caratterizzata da una blindatura in grado di resistere sia alle armi d’assalto sia agli esplosivi. Adotta da un V12 6.0 biturbo da 530 cv. Il prezzo? 1,4 milioni di euro.

Una sella road da 63 grammi per dimostrare dove la tecnologia può portare ma anche un modello specifico da endurance, che offre comfort e supporto extra, e uno dedicato ai biker più esigenti.

La concept giapponese anticipa il design dei futuri modelli Mitsubishi. È dotata di un powertrain ibrido plug-in con tre motori elettrici. Una soluzione che porta in dote la trazione integrale a gestione elettronica e un’autonomia di 120 km a zero emissioni.

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana