Google+

Bagnasco: «In atto persecuzione contro la famiglia». Corriere: i libretti Unar «preparano il terreno al matrimonio gay»

febbraio 15, 2014 Redazione

Dura critica del presidente della Cei a chi vuole «destrutturare la persona e quindi la società». Perfino il Corriere ammette che i libretti dell’Unar vogliono introdurre l’ideologia di genere «in modo un po’ strisciante»

«È in atto una strategia persecutoria contro la famiglia, un attacco per destrutturare la persona e quindi destrutturare la società e metterla in balia di chi è più forte e ha tutto l’interesse a che la gente sia smarrita. Nel torbido il male opera meglio». Lo ha detto senza mezzi termini il presidente della Cei Angelo Bagnasco, presiedendo l’inaugurazione dell’anno giudiziario del tribunale ecclesiastico ligure.

RELIGIOSITÀ ROBA DA OMOFOBI. Non fa nomi Bagnasco ma è facile leggere un riferimento ai libretti dell’Unar intitolati “Educare alla diversità a scuola” destinati agli insegnanti delle scuole elementari, medie e superiori, pubblicati sotto l’egida della “Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità”.
Nei libretti, come vi abbiamo raccontato nel dettaglio, si definisce la famiglia padre-madre-figli come «uno stereotipo da pubblicità», il sesso maschile e femminile come un’astrazione, la lettura di libri in cui i protagonisti sono eterosessuali una violenza e la religiosità un disvalore che caratterizza gli omofobi.

beck-unarMINISTERO ALL’OSCURO. Ma dell’iniziativa non erano a conoscenza né il Dipartimento delle pari opportunità né il ministero dell’Istruzione. «Di questa ricerca ignoravo addirittura l’esistenza», dichiara ad Avvenire il viceministro Maria Cecilia Guerra. «Non è accettabile che materiale didattico su questi argomenti sia diffuso tra gli insegnanti da un ufficio del Dipartimento Pari opportunità senza alcun confronto con il Miur».

«PREPARANO ALLE NOZZE GAY». Perfino il Corriere della Sera critica in parte «le raccomandazioni per gli insegnanti che hanno l’aria di essere una corsa in avanti un po’ troppo precipitosa» con lo scopo di «preparare il terreno al matrimonio omosessuale». Si vuole insegnare l’ideologia di genere? Lo si faccia «a viso aperto, non nel modo un po’ strisciante, all’insegna della correttezza politica per bimbi, cui fanno pensare le istruzioni dei tre libretti».

«COSÌ AUMENTA LA VIOLENZA». Anche perché, come afferma oggi su Radio Vaticana lo psicologo Marco Scicchitano, «cercando di dare un’educazione che spinge a non considerare le differenze che ci sono tra maschile e femminile, in realtà non si fa altro che enfatizzare la possibilità che i ragazzi sviluppino un’identità più fragile, meno sicura, meno aderente a quello che naturalmente si sentono di essere e questo poi – l’insicurezza – viene a formare il terreno psicologico di base che porta al bullismo, alla violenza».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

67 Commenti

  1. domenico b. scrive:

    Avrei una domanda, se qualcuno mi può rispondere: l’insegnamento di queste “nozioni ( sic…)” nelle scuole sarà obbligatorio per tutti gli istituti italiani o solamente da chi verrà richiesto? E’ già prevista una data di inizio? Le insegnanti di mio figlio (scuola elementare) non mi hanno Saputo rispondere. Grazie

    • Anonimo24 scrive:

      Non so rispondere alle tue domande, ma ti consiglierei di vigilare su cosa legge tuo figlio e magari andare con maggior frequenza a scuola a chiedere in modo da fare ciò che ritieni più giusto. Fortunatamente sono ancora troppo giovane per avere figli, spero che se un giorno li avrò questa pazzia dell’ideologia gender sia scomparsa. 😀

      • sentinella seduta scrive:

        Domenico B, stai pure tranquillo perché con i nuovi programmi tuo figlio imparerà a vivere in un mondo più libero e meno ostile di quello che prospettano in questo forum di fan’ di bagnasco.
        .

        • Fran'cesco scrive:

          Ben vengano i “fans di Bagnasco” contro il mondo talmente libero da permettere per esempio l’eutanasia ai bambini in Belgio

        • giuliano scrive:

          sentinella seduta è l’acronimo di un collaborazionista nazi comunista 2014. Ovvero uno dei vermi da rintracciare a guerra finita

    • giuliano scrive:

      è una domanda dalla sempice risposta. E’ ovvio che questo insegnamento sarà OBBLIGATORIO, perchè credi che i vermi rossi si siano dati la pena di promuoverlo ?? Pensa alla vicenda dell’Aborto, era considerato solo come una dolorosa necessità, ora è reso obbligatorio dalle pressioni internazionali e si tenta perfino di legiferare per togliere il residuo diritto dei medici alla obiezione di coscenza. Non bisiogna uccidere i feti, bisogna uccidere i rossi

  2. filomena scrive:

    Io capisco che la chiesa essendo fondata sul dogma può essere solo conservatrice e reazionaria. Che però le persone mettano i paraocchi e non capiscano che la società deve includere tutte le persone e tutti i tipi di famiglia, significa proprio non guardare più in la del proprio naso.

    • Quercia scrive:

      Anche quella incestuosa consenziente? anche quella poligama consenziente?

      Secondo me no Assolutamente no. Perchè è sbagliato. Ad ogni modo..se si, qualcuno può dissentire (senza ovviamente minacciare/insultare/picchiare/perseguitare gli incestuosi o i poligami)? oppure prima lo si bolla come incestuofobo/poligamofobo, subito dopo si crea il reato di incestuofobia e infine lo si arresta e rieduca?
      In Italia al momento non c’è fortunatamente e giustamente alcun caso di poligamofobia (eppure esistono e manifestano a livello mondiale) http://www.youtube.com/watch?v=QWw14msXKxg.
      Non vorrei che fra qualche anno nei giornaloni si cominciassero a versare fiumi d’inchiostro sull'”allarme poligamofobia”.

      «Non è accettabile che materiale didattico su questi argomenti sia diffuso tra gli insegnanti da un ufficio del Dipartimento Pari opportunità senza alcun confronto con il Miur».
      Saranno presi provvedimenti? eventuali sanzioni? ritiri immediati del materiale? licenziamenti? stop a finanziamenti? una pacca sulla spalla?

      Sono sempre più tentato dall’educazione parentale.
      http://www.lanuovabq.it/it/articoli-la-scuola-in-famiglia-si-puo-fare-8435.htm

      • Jack scrive:

        Grazie Quercia del link sull esperienza di homeschooling a Reggio Emilia.
        Proverò a cercare nella mia zona, anche se qui grazie a Dio e al suo popolo non mancano scuole paritarie!

        ..Spero di farcela economicamente!!

        • Quercia scrive:

          Prego, figurati.

          Cmq è proprio per il discorso economico che sono tentato dall’homeschooling.
          Per coprire 5 ore al giorno, per 5 giorni a settimana, per 9 mesi, pagando gli “insegnanti” minimo 15 €/h viene un costo di ca 15.000 €. Se 10 famiglie si mettono assieme, 1.500 € all’anno per ogni bambino. Una specie di gruppo d’acquisto.
          E’ poco 15 € all’ora? vediamo quanti neolaureati in matematica/lettere/geografia/ecc (con PI) sono disponibili a lavorare 5 ore al giorno (invece di 8) per 9 mesi (invece di 12) a 15 € lordi all’ora.
          Non stiamo parlando di istruzione universitaria, ma asilo / elementari / medie.

          Però non so se è fattibile a livello legale. Personalmente ho qualche dubbio.

    • Anonimo24 scrive:

      La famiglia è una composta da uomo e donna ed è un dato di fatto, in quanto serve anche per la procreazione. E’ un’opinione che possa essere formata da persone dello stesso sesso.
      Nella società non è discriminato nessuno, e i discriminatori vengono puniti secondo la legge italiana.
      Far studiare a dei bambini l’ideologia gender è solo uno stupro per la psiche dei bambini in quanto si lede la capacità di discernimento futura.
      Concludo dicendo che tutti i sostenitori dell’ideologia gender dicono di essere vittime delle discriminazioni, ma tendono a discriminare chiunque non la pensi come loro, vedi in Francia dove ci sono stati e ci sono ancora arresti per chi si esprime contro l’ideologia gender anche solo manifestando.
      Qui gli unici che hanno i paraocchi e mancanza di acume sono proprio i sostenitori del gender.

      • filomena scrive:

        La differenza tra chi vuole imporre solo la famiglia tradizionale e chi vorrebbe aprire ad altri tipi di famiglia è che pur essendo due visioni assolute, la seconda include entrambe mentre la prima esclude la seconda.

        • Anonimo24 scrive:

          La prima include ciò che è scientificamente giusto e che la natura ha creato per la procreazione, è la seconda che è sbagliata nel volersi opporre alla prima e distruggerla.
          La prima comunque non ha mai impedito la convivenza a due persone dello stesso sesso.

          • filomena scrive:

            Scientificamente non esiste una cosa giusta per sempre ma fino a prova contaria. La procreazione è stato invece dimostrato che può avvenire secondo modalità in continua evoluzione. La visione tradizionale è solo una possibilità legittima come altre. Chi la difende escludendo altre compie solo una difesa di posizione discriminando chi la vede diversamente.

            • Anonimo24 scrive:

              Infatti voi discriminate la famiglia naturale, noi non discriminiamo che due persone dello stesso sesso possono convivere.
              Le prove scientifiche contrarie alla famiglia naturale non esistono in quanto è l’unico tipo di famiglia che può portare alla procreazione, se tu intendi invece che la procreazione assistita è un nuovo metodo per far nascere dei bambini in quanto gli omosessuali non possono per ovvi motivi, allora non è evoluzione della procreazione bensì perdita della bussola morale e la dignità dell’uomo.
              Leggi quest’articolo riguardante la procreazione in continua evoluzione. http://www.uccronline.it/2013/08/17/tutto-quello-che-non-si-dice-sulla-procreazione-assistita/

              Eccoti la definizione di metodo scientifico in quanto ciò che hai detto non è corretto: Il metodo scientifico è la modalità tipica con cui la scienza procede per raggiungere una conoscenza della realtà oggettiva, affidabile, verificabile e condivisibile. Esso consiste, da una parte, nella raccolta di evidenze empiriche attraverso l’osservazione sperimentale; dall’altra, nella formulazione di ipotesi e teorie da sottoporre al vaglio dell’esperimento per testarne l’efficacia.
              Fonte Wikipedia.

              Una cosa è scientificamente corretta se osserva i punti citati nella definizione, quindi nel caso di famiglia naturale è totalmente valida, mentre nel secondo caso no.
              Buona serata

              • Anonimo24 scrive:

                Dal momento in cui il commento che ho scritto (uguale a questo, ma con un link di un’altro sito) è in attesa di moderazione (penso che non venga pubblicato) lo riscrivo togliendo il link.

                Infatti voi discriminate la famiglia naturale, noi non discriminiamo che due persone dello stesso sesso possono convivere.
                Le prove scientifiche contrarie alla famiglia naturale non esistono in quanto è l’unico tipo di famiglia che può portare alla procreazione, se tu intendi invece che la procreazione assistita è un nuovo metodo per far nascere dei bambini in quanto gli omosessuali non possono per ovvi motivi, allora non è evoluzione della procreazione bensì perdita della bussola morale e la dignità dell’uomo.
                Eccoti la definizione di metodo scientifico in quanto ciò che hai detto non è corretto: Il metodo scientifico è la modalità tipica con cui la scienza procede per raggiungere una conoscenza della realtà oggettiva, affidabile, verificabile e condivisibile. Esso consiste, da una parte, nella raccolta di evidenze empiriche attraverso l’osservazione sperimentale; dall’altra, nella formulazione di ipotesi e teorie da sottoporre al vaglio dell’esperimento per testarne l’efficacia.
                Fonte Wikipedia.
                Una cosa è scientificamente corretta se osserva i punti citati nella definizione, quindi nel caso di famiglia naturale è totalmente valida, mentre nel secondo caso no.
                Buona serata

                P.s. cerca su google “i contro della procreazione assistita” e clicca sul primo sito
                Buona lettura

                • filomena scrive:

                  Altro falso post con nome clonato

                • filomena scrive:

                  Intanto la scienza non si occupa di morale e poi la definizione di scientificità che dai non c’entra nulla con la famiglia che attiene alla relazione tra 2 persone per condividere esperienze di vita comune e crescere assieme in un rapporto esclusivo. I figli, se desiderati sono a completamento dell’unione. Si può essere felici anche senza in ogni caso.

                  • LawFirstpope scrive:

                    Non si occupa di morale ma deve rispettarne i vincoli, altrimenti anche gli esperimenti pseudo-scientifici (e del tutto disumani) dei nazisti sono legittimi!
                    … e trollallero trollallà…

                    • Anonimo24 scrive:

                      non avrei potuto rispondere meglio LawFirstpope 😀
                      Filomena se non arrivi a comprendere perché ti ho dato la definizione di metodo scientifico non è colpa mia 😛

                    • LawFirstpope scrive:

                      Ci perdi troppo tempo: coi troll bastano un paio di righe, tanto non la leggono la tua risposta! 😀

                  • Fran'cesco scrive:

                    Filomena,
                    dove sta scritto che la famiglia DEVE iniziare a 2, in un rapporto esclusivo e i figli sono un optional?
                    Nessuna autorita’ morale ha mai dato una definizione di famiglia, e meno male. E se adesso l’ONU se ne inventa una perde completamente la credibilita’ che le e’ rimasta.

                    • filomena scrive:

                      Ma scusa non siete voi che sostenere il matrimonio tra uomo e donna. Mi risulta che siamo in numero di due, quindi così inizia la famiglia. Questo non significa dire come DEVE essere ma come di fatto avviene. Dove sta il problema?

                    • Fran'cesco scrive:

                      Filomena, non vuoi rispondere alla mia domanda? Chi e’ che definisce cos’e’ la famiglia?
                      Dici bene, la famiglia e’ quello che finora e’ stata…

                    • filomena scrive:

                      Scusami proprio non capisco dove vuoi arrivare. Provo a risponderti onestamente cosa ne penso io. Nessuno dovrebbe avere in tasca una risposta preconfezionata per dare una definizione di famiglia. Quello che conta è vivere bene un rapporto nella misura in cui ci migliora la qualità di vita.

                    • filomena scrive:

                      Forse intende i dal punto di vista normativo? Se è così lo dice la Costituzione ma io credevo stessimo discutendo di come ognuno la interpreta a livello sociale. Poi si può condividere meno l’art. 29 anche perché è stato il frutto di un compromesso tra laici e cattolici. Ti potrei citare altri articoli che condivido di più.

                    • Anonimo24 scrive:

                      Definizione famiglia fonte wikipedia:
                      La famiglia è l’istituzione fondamentale in ogni società umana, fondata sul matrimonio o la convivenza, con i caratteri della esclusività, della stabilità e della responsabilità, attraverso la quale la società stessa si RIPRODUCE e PERPETUA, sia sul piano biologico, sia su quello culturale.

                      Ti basta come definizione??? oppure la devo anche commentare???

                    • filomena scrive:

                      Tu la puoi commentare come credi, ma resta il fatto che non è un assioma. Del resto a mio parere la prima parte è condivisibile, poi rispetto alla seconda dico OK nella misura in cui il rapporto ci fa stare bene. Diversamente diventa una frustrazione costante che mette in discussione tutto.

                    • Tex scrive:

                      Cara Filomena un consiglio: leggi cosa dice Papa Francesco paragonandolo con quello che desideri tu. (senza pregiudizi, con lealtà e senza barare)

                    • filomena scrive:

                      Tex,
                      l’opinione del papa, per quanto rispettabile, vale per i credenti e non costituisce obbligo di osservanza per tutti. Per fortuna non siamo in una teocrazia e quello che io desidero come dici tu, ma che è un discorso di buon senso, è l’opinione ormai prevalente che prima o dopo amplierà la legislazione in merito come hanno fatto molti altri paesi. Questo senza nulla togliere a coloro che ritengono il matrimonio indissolubile. Nessuno imporrà loro il divorzio.

                    • LawFirstpope scrive:

                      Se parla dando argomentazioni ragionevoli la parola del papa vale per tutti (tant’è che diversi non credenti ne fanno tesoro)

                    • Fran'cesco scrive:

                      Filomena, la mia era una provocazione. Se non interessa “la riproduzione”, che bisogno c’e’ di limitare la definizione di famiglia? Tre persone possono stare bene, anche due piu’ un animale, anche venti che non si accoppiano, anche quattro che accettano di scambiarsi ogni venti giorni …

            • Fran'cesco scrive:

              Oibo’, oltre a XX+XY possono procreare anche altre lettere???
              Definire la famiglia vuol dire anche definire come continua il genere umano. Altrimenti perche’ non aprire la famiglia ad altre categorie, non necessariamente umane, non necessariamente 2, non necessariamente vive, non necessariamente fisse, non necessariamente fondate sull’amore, …. ?

            • Giannino Stoppani scrive:

              Dunque, “è stato dimostrato” che la procreazione può avvenire secondo modalità in continua evoluzione…
              Certo, infatti i bambini nascono sotto i cavoli!
              Letteralmente ROBA DA MATTI!

            • michele scrive:

              Filomena, tu vivi nel mondo dei balocchi. La scienza di cui parli tu era quella sperimentata artificialmente dai nazisti in poi, giusto per farti un esempio. E NON E’ EVOLUZIONE.

    • Filomeno scrive:

      Azz Filomena che mente eccelsa !

    • Blueiron scrive:

      No Filomena. La Chiesa è fondata sulla figura storica di Gesù Cristo morto e risorto. Una figura storica non è un dogma, è un fatto reale concreto: è azione testimoniata, è carne e sangue. La testimonianza storica in tal senso, è presente anche in fonti non cristiane: Giuseppe Flavio, Tacito, Svetonio, Plinio il giovane, solo per citarne alcune. La dogmatica riguarda solo quegli aspetti della Rivelazione che non sono direttamente spiegabili dalla ragione umana, ma quante cose la ragione umana non riesce a spiegare eppure esistono? Come per esempio i misteri della vita e dell’universo dietro ai quali la scienza tenta di fornire modelli interpretativi senza riuscire a giungere a spiegazioni assolutamente soddisfacenti (e guai se lo fossero smetteremmo di camminare e di sorprenderci di fronte al Mistero).
      E’ indispensabile lasciarsi interrogare dalla vita così com’è, un Dono che, nonostante tutto, non abbiamo alcun diritto di stravolgere per soddisfare il nostro egoismo, soprattutto quando ciò va a discapito degli innocenti.

  3. AndreaB scrive:

    Se e’ l’uomo a decidere cio’ che e’ giusto e cio’ che e’ sbagliato, semplicemente assecondando le proprie pulsioni, rifiutando ogni verita’ anche evidente ed evidentemente a suo sfavore, addormentando anche il suo ultimo barlume di coscenza, l’egoismo e’ l’odio prendono di nuovo il sopravvento e i disastri della storia si ripetono… Chi assale con violenza e’ odio chi propone pacificamente idee pacifiche, diverse dalle sue, sono sempre stati quelli che hanno privato l’uomo dei diritti fondamentali.

    • AndreaB scrive:

      Coscienza – Chiedo scusa.

    • filomena scrive:

      Guarda che io ho sempre rispettato tutti e mi piacerebbe essere ricambiata. Se il tuo pensiero quale esso sia muove da questo principio non si ripete nessuna delle tragedie del passato che ovviamente non trovano giustificazione alcuna, tantomeno da visioni progressiste e aperte al cambiamento.

      • AndreaB scrive:

        Filomena, ma da dove nasce il rispetto?
        Tutti i popoli che hanno cacciato il proprio Creatore dalle loro vite si sono ritrovati soli nei loro egoismi e dopo due, tre generazioni i valori di rispetto per i diritti umani venivano cancellati… E’ quello che sta succedendo ancora: nessun progresso, niente di nuovo, e’ la storia che si ripete… La natura umana viene sofisticata dalle elucubrazioni dell’uomo contro la propria natura.
        l’insoddisfazione aumenta ed i motivi vengono cercati dovunque tranne che nei nostri difetti e nel nostro egoismo. Non vogliamo rinunciare a niente e non ascoltiamo piu’ nessuno, anche quelle persone che sentiamo essere giuste… Anzi, quando ci mettono di fronte a quelle verita’ che abbiamo rifiutato da tempo a causa del nostro egoismo, iniziamo ad odiarle.

        Non c’e’ progresso in questo… La storia si ripete banalmente, di nuovo, in modo peggiore del passato.

        Le persone giuste, quelle di cui ci si puo’ veramente fidare, vengono messe da parte perche’ ravvivano parti della nostra coscienza che ci fanno soffrire, cosi’ iniziamo a disprezzarle e poi ad odiarle, trovando ogni possibile cavillo per sottolineare i loro difetti e per provare che le cose che ci dicono sono sbagliate, anche se nel piu’ profondo del cuore le sentiamo giuste. Iniziamo cosi’ a cercare persone che ci danno ragione, che su certi temi non ci contraddicono, indipendentemente dal fatto che siano affidabili e che ci vogliano veramente bene.

  4. Pinco scrive:

    Oramai se non sei un rancoroso omofobo vieni bollato come sostenitore della “teoria del gender”. Se difendi la laicità sei laicista.

  5. Franco C. scrive:

    Bisogna ricordare che per ora, dico per ora, esiste la possibilitá di educare i propri figli a casa, la “homeschool”, anche tramite associazioni di genitori che decidano di pagare una insegnante per es.
    Tranquilli che la dittatura gay cercherá di vietare anche quello perché la loro dottrina, come certifica la loro icona pedofila Mario Mieli, vuole staccare il bimbo dalla trasmissione dell’educazione alla morale cristiana che sarebbe educastrazione.
    Spargiamo la voce dato che la gente non ha la minima idea di cosa sia l’ideologia gender e si pappa le smielate imbecillitá sia teologiche che socioantropologiche di Laura Pausini.

  6. Franco C. scrive:

    La sentinella seduta probabilmente nella sua sfrenata ricerca di libertá sará d’accordo con la dottrina di Mario Mieli che si bimbi sì….vuole tanto bene.

  7. Giovanni scrive:

    In casi come questo, lo stato ci perde a livello di immagine. È solo un modo per peggiorare ulteriormente la situazione. Con la scusa di conferire ampliare i diritti del codice civile sulla successione e sugli altri diritti gli stati occidentali si stanno impegando a fondo per pedere la reputazione di fronte agli elettori che con il passare del tempo votano sempre meno e credono sempre meno nei politici e nella politica. Possiamo essere cattivi quanto vogliamo, possiamo pensare al denaro quanto vogliamo, possiamo negare la verità tutte le volte che vogliamo, ma sempre esseri umani rimaniamo e in quanto tali (poiché l’uomo è uno) abbiamo tutti le stesse opinioni su tutto, anche quando diciamo il contrario di quello che pensiamo.

  8. Anonimo24 scrive:

    Per Filomena
    “Tu la puoi commentare come credi, ma resta il fatto che non è un assioma.”
    un assioma è una proposizione o un principio che viene assunto come vero perché ritenuto evidente o perché fornisce il punto di partenza di un quadro teorico di riferimento. (Wikipedia)

    “Del resto a mio parere la prima parte è condivisibile”
    Nessuno ha mai vietato la convivenza a due persone dello stesso sesso.

    “poi rispetto alla seconda dico OK nella misura in cui il rapporto ci fa stare bene. Diversamente diventa una frustrazione costante che mette in discussione tutto.”
    Cosa metterebbe in discussione?????

    • filomena scrive:

      In primo luogo mi aspetterei scusami uno scambio di opinioni non copia incolla da wikipedia (che peraltro non è nemmeno una fonte rigorosa), ma non importa. Cosa metterebbe in discussione? La continuazione del rapporto, nel momento in cui non ci rende più felici.

      • Anonimo24 scrive:

        Una definizione nn sì puo cambiare ovunque la vai a prendere eserviva per farti capire che la famiglia madre, padre e figli e’ un assioma. Quando si va in crisi e si e’ infelici il problema si affronta e lo si risolve qualsiasi esso sia. Ma oggi e piu facile cambiare partner e nn affrontare la difficolta’.

      • Anonimo24 scrive:

        Una definizione nn sì puo cambiare ovunque la vai a prendere eserviva per farti capire che la famiglia madre, padre e figli e’ un assioma. Quando si va in crisi e si e’ infelici il problema si affronta e lo si risolve qualsiasi esso sia. Ma oggi e piu facile cambiare partner e nn affrontare la difficolta’.

  9. Blueiron scrive:

    Giorgio Barillà… ma che dici? omofobia? ma cosa vuol dire? Il termine sul piano giuridico ha la stesa consistenza di una bolla di sapone, è l’insano delirio lessicale di chi vaga nel nulla: popolo bue dei diritti a tutti i costi e del disorientamento collettivo, che vuole solo disgregazione e solitudine nel marasma del tutto e nulla. Non prevalebunt !

    • Fran'cesco scrive:

      E oltre a “omofobia” aggiungerei lgbt, gender, ma anche femminicidio e tante altre cose inventate consolidare un’ideologia. Storie gia’ viste…

  10. Daniele Ridolfi scrive:

    Il Gay Center sta chiedendo a Renzi, Presidente del Consiglio in pectore, di nominare Vladimir Luxuria Ministro per le Pari Opportunità allo scopo di mostrare al mondo, Russia in particolare (ieri Luxuria è stato arrestato – ma non è assolutamente stato maltrattato – a Sochi dalla Polizia russa perché ha pubblicamente esibito uno striscione con scritto “Gay è ok” e, così facendo, ha violato la legge russa che proibisce la propaganda LGBT in presenza di minorenni… comunque è stato rilasciato nel giro di poche ore), che l’Italia non discrimina gli omosessuali…
    La strategia è chiara: si va “in casa degli altri” (in questo caso la Russia) con la precisa intenzione di trasgredire le norme vigenti in quel luogo e, quindi, di farsi arrestare. Poi si usa l’arresto in terra straniera come pretesto per impietosire i propri connazionali ed ottenere la nomina a Ministro come risarcimento morale (e non solo…).
    Mi ricorda la Bonino, che negli anni ’70 eseguiva aborti con una pompa per biciclette e poi andava a costituirsi spontaneamente alla Polizia… fino a quando non entrò prima nel Parlamento europeo e poi in quello italiano e così divenne intoccabile.

    • Daniele Ridolfi scrive:

      Una correzione: da fonti ufficiali (Ministero degli Esteri) si apprende che Luxuria non è affatto stato arrestato dalla Polizia russa, ma è stato soltanto portato nella Questura di Sochi e lì la Polizia gli ha spiegato che le leggi russe vietano la propaganda LGBT se sono presenti minorenni. Il fatto che sia stato trattenuto per ore era dovuto al fatto che i poliziotti parlavano in russo e Luxuria non comprendeva ciò che gli dicevano (si è dovuto attendere l’arrivo di un interprete). Ma non è stato né ammanettato, né messo in cella, né maltrattato in alcun modo: quindi dove sarebbero le fantomatiche persecuzioni contro gli omosessuali?

      • Fran'cesco scrive:

        Fossi gay mi inc***erei come una iena. E’ questo il messaggio che vogliono passare? Complimentoni!
        Buffonate, carnevali tipo gay pride etc etc. Non credo sia questa la miglior Italia gay.

      • filomena scrive:

        Stanno nel fatto che è stata impedita la libertà di espressione. Ma come proprio voi che sostenete che la legge contro l’omofobia vi impedirebbe di criticare i gay poi non una parola per difendere Luxuria?

        • Giannino Stoppani scrive:

          Non ho capito bene: Vladimiro Guadagno ha l’occasione di gustarsi un innocuo assaggino della medicina che vuol propinare a noialtri con la legge Scalfarotto, ma noialtri medesimi non dovremmo compiacersi di questa provvidenziale opportunità di ravvedimento che gli è toccata?
          Eppoi, dal momento che ha ottenuto il suo scopo propagandistico senza spiacevoli conseguenze, mi pare ci sia da complimentarsi con lui più che difenderlo, non ti pare?

        • Fran'cesco scrive:

          Il mio commento ovviamente non era contro la liberta’ di espressione, ci mancherebbe altro.
          Era contro quell’imb***lle e i suoi soci delle iene, che non contenti di aver provocato una volta l’hanno fatto una seconda, e poi si sono messi a “piangere” perche’ li han trattatia male.
          Bella immagine dell’Italia che diamo.

          Con tutti gli italiani all’estero perseguitati, rapiti, incarcerati … per motivi insulsi, ci manca solo che il nostro consolato si debba dare da fare per assistere un imb***lle provocatore straricco e con del buon tempo da perdere…

    • filomena scrive:

      Se c’è uno che è entrato in parlamento per non essere condannato….non è sicuramente la Bonino….ma in comune ha solo l’iniziale del cognome. Indovina indovina….

      • Daniele Ridolfi scrive:

        Intanto B. il 27 novembre scorso è stato espulso dal Parlamento, mentre la Bonino è in politica (come Parlamentare e/o Ministro… e c’era pure chi l’avrebbe voluta Presidentessa della Repubblica) ininterrottamente dal 1976 e non ha mai reso conto alla Giustizia italiana degli aborti (eseguiti con pompa per biciclette) da lei praticati in giro per l’Italia negli anni ’70.
        Il reato di B. (condannato in via definitiva per evasione fiscale in merito al “caso Mondadori”) è di certo grave, però estirpare feti dall’utero (e pergiunta con una pompa per biciclette) lo è infinitamente di più.

  11. franco trevisan scrive:

    concordo con l’intervento del cardinale, voglio però accentuare e riconoscere come in altri interventi, che sono i genitori, due a due, quattro a quattro, otto ad otto e così via, s svolgere i compiti genitoriali.
    Quale genitore darebbe come cibo ai propri figli rifiuti di qualsiasi genere? Dare in pasto la …(sapienza) degli omosessuali,è dare veleno culturale e cattiva educazione alla vita. ciao e salutili

  12. domenico b. scrive:

    Grazie, sentinella seduta, sicuramente sarà anche un mondo più pulito, perchè per quel che ne penso io questi nuovi programmi scritti su libri di carta saranno utilissimi per pulirsi il sedere

  13. Arcobaleno Stinto scrive:

    Per l’ora di religione cattolica è prevista la facoltà di non avvalersi, per l’ora di religione gay temo che sarà obbligatoria, quindi bisognerà ricorrere alle assenze strategiche, ma bisognerà saperlo in anticipo.

  14. filomena scrive:

    Altro falso post con nome clonato

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Per la prima volta nella propria storia, Tiguan adotta un “piccolo” 1.6 TDI da 115 cv. Un motore prodigo di coppia, in grado di muovere la SUV tedesca con sufficiente brio a fronte di consumi contenuti e di un prezzo d’attacco di 26.500 euro. Ricca dotazione di serie.

Migliorare si può: i grandi dello sport lo hanno dimostrato e raccontato nel corso di una serata milanese in cui si è dato spazio anche al progetto di solidarietà Bimbingamba.

Il primo Suv di casa Škoda ha appena visto la luce ma fa già la voce grossa. Tre motorizzazioni benzina e Diesel, trazione 4x4, cambio automatico a doppia frizione, spazi interni da riferimento, prezzi da 23.950 euro. Arriverà a dicembre

Il design si ispira alla MT-10 ma la facilità e il gusto di guida restano quelli di sempre, al prezzo decisamente concorrenziale di 8.990 euro f.c. In vendita da dicembre

Ecco le nostre proposte per il fine settimana. Se non sapete cosa fare date un'occhiata, se sapete già cosa fare potremmo farvi cambiare idea...

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana