Google+

Altro che vittima dei nemici, Benedetto XVI lascia da vincitore

febbraio 24, 2013 Pippo Corigliano

La tesi dominante è che Benedetto XVI lascia perché sono troppo forti le tensioni che assillano la Chiesa e il Papa cede davanti a quest’enorme pressione. Ma un po’ di storia l’avete studiata?

A Roma si dice: ma ce fai o ce sei? La grande stampa italiana merita questa domanda: fa finta di essere ignorante o lo è davvero? La tesi dominante è che Benedetto XVI lascia perché sono troppo forti le tensioni che assillano la Chiesa e il Papa cede davanti a quest’enorme pressione.

Ma un po’ di storia l’avete studiata? Gli attacchi di ora sono il tocco di una piuma rispetto alle aggressioni e alle divisioni interne dei secoli passati. Il Papa lascia perché sta invecchiando e pensa al bene della Chiesa che ha bisogno di essere guidata con mano ferma. Punto e basta. Ma non lascia cadendo vittima degli avversari, lascia da vincitore. Gesù è morto sulla croce da vittorioso. Nessuno come Gesù ha inciso nella Storia.

La storia si ripete: il lungo, unico, pontificato di Wojtyla-Ratzinger è stato la riscossa della Chiesa che nel ’78 sembrava assediata da forze contrarie (Paolo VI è quasi morto assieme al suo amico Moro) dissanguata da un’emorragia interna. Ancora risuona il grido di riscossa «Non abbiate paura» che non è rivolto ai cattolici ma agli altri, agli assedianti, e quel colpo d’ariete: «Spalancate le porte a Cristo!».

La grande stampa non si accorge che viaggia sull’onda di una cultura di morte e di desolazione che è perdente anche se sembra irresistibile. Le vittorie dei fautori della morte (aborto, divorzio, eutanasia) sono vittorie in un deserto pieno di carcasse umane. Invece è vincente l’appello di Ratzinger che invita finalmente la creatura ad abbandonarsi nel Creatore.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana