Google+

Un paese di esterofili

dicembre 15, 1999 Pavarini Maria Cristina

Gadget&fashion

Nell’era della realtà virtuale e in un’epoca in cui viaggi, spostamenti e contatti con nuove culture e paesi diversi sono quasi all’ordine del giorno, sembra, tuttavia, che la gente continui ad adorare luoghi lontani, esotici e non. Qualche dato a questo proposito l’ha raccolto Nestlé Italia in occasione di una promozione di locali dove consumare il brunch, il pasto-colazione americano così trendy (vedi Tempi, n.45, 1999). Nestlé ha, infatti, intervistato circa mille persone tra 20 e 35 anni e ha chiesto loro quali pensano che siano i paesi che più ci influenzino quotidianamente, o nei quali nascano le mode di maggior successo. Per circa il 70% degli intervistati, i paesi esteri condizionano molto, o abbastanza le abitudini quotidiane. Il 20% di loro si sente influenzato soprattutto in scelte musicali, il 19% nelle scelte alimentari, il 15% in fatto di cinema e l’11% di filosofia (?!?). Tra i paesi e le città che danno vita a nuove mode si distinguono gli Usa, cioè New York (27%), Londra, la metropoli più trasgressiva e cosmopolita (24%), e il Giappone, cioè Tokyo (15%), che con i suoi supereroi di cartone e le sue avanzate tecnologie ha affascinato l’occidente, anche se non è riuscito a far conoscere l’essenza delle sue tradizioni culturali. Tra le mode estere più rappresentative, gli intervistati hanno segnalato la tecnologia multimediale, – naturalmente – la New Age, l’after hour, il piercing, i Rollerblade, i manga e così via, mentre tra le abitudini alimentari è emerso il fast-food, – casualmente – il brunch, la cucina cinese, quella messicana, l’indiana, fino alla giapponese e all’araba. Ma non crediamo che l’esterofilia sia un fenomeno tipicamente italiano, benché ci si senta abbastanza portati naturalmente a denigrare la nostra cultura, le nostre tradizioni e la nostra storia. A Tokyo, ad esempio, esiste uno shopping mall, un’enorme centro commerciale, che riproduce i luoghi più romantici del resto del modo. E chi sono le sue frequentatrici più assidue? Signore “bene” e donne in carriera alla ricerca d’un viaggio… virtuale. (mcpavarini@tiscalinet.it)

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Trionfare alla Pikes Peak e riportare i riflettori sulla I.D. family, la gamma dei prototipi elettrici che ultimamente tiene banco nello stand Volkswagen durante i tutti principali Saloni. Sono queste le due missioni affidate alla strabiliante supercar I.D. R Pikes Peak, svelata nei giorni scorsi ad Alès, in Francia, città natale del leggendario Jacky Ickx. […]

L'articolo Volkswagen I.D. R Pikes Peak, un fulmine sulla vetta proviene da RED Live.

Non è usuale per Kawasaki variare sul tema a così poca distanza dal lancio di un nuovo modello, ma nel caso della Z900RS ha fatto uno strappo alla regola. La “colpa” è di Norikazu Matsumura – il designer che ha concepito la modern classic di casa Kawa -, che complice anche una certa insistenza della […]

L'articolo Prova Kawasaki Z900RS Cafe proviene da RED Live.

È l'outfit scelto dal campione Fabian Cancellara. Composto da maglia e salopette corta+ è disponibile a partire da 89,95 euro

L'articolo Gore C5 Optiline proviene da RED Live.

Costruito in Cina, non è solo mastodontico e pressoché indistruttibile, ma anche costosissimo. La meccanica è quella di un pick-up Ford mentre l'obiettivo è quello di conquistare i facoltosi petrolieri arabi o i magnati russi e cinesi

L'articolo Karlmann King <br> il SUV indistruttibile più caro del mondo proviene da RED Live.

Anlas, azienda di pneumatici turca nata nel 1974, presenta le sue prime gomme dedicate all’enduro estremo. Si chiamano Anlas Capra Extreme e rispettano il regolamento FIM.

L'articolo Anlas Capra Extreme, per correre in enduro proviene da RED Live.