Un giorno in aeroporto con Lady Gaga. [link url=https://www.tempi.it/fotogallery/tutti-i-look-di-lady-gaga-in-aeroporto]Foto[/link]

Un sondaggio effettuato dal sito di prenotazioni online Skyscanner ha decretato quale sia il posto più ambito in cabina aereo. Quello per cui gli utenti si dichiarano pronti a pagare qualche euro in più pur di usufruire di tutti i vantaggi che un 6A può avere. È all’inizio, quindi comodo al momento dell’atterraggio, e per uscire non occorre aspettare che certi lentissimi viaggiatori recuperino i bagagli, inoltre si viene serviti subito quando passa il carrello del cibo, ma è anche sufficientemente lontano dalla zona toilette, il punto di massimo traffico di passeggeri di ogni volo. Al contrario il posto che più fa temere sulla sorte del viaggio è il 31E, un posto centrale di una fila troppo lontana da tutti i comfort, e nella zona ritenuta “ad alto rischio di presenza di bambini”, i peggiori compagni di viaggio che chi si sposta per lavoro può avere.

Chissà se anche Lady Gaga, l’unica a detenere tessere fedeltà e punti millemiglia da record in ogni compagnia, ha di questi problemi o si arrabbia con i suoi assistenti nel caso in cui sbaglino a prenotarle il posto. Di sicuro la cantante è una di quelle in grado di comprare un biglietto in più solo per i suoi accessori, come fece Bono degli U2 nel 2005, quando comprò un posto in più accanto a sé per il suo cappello di marca, temendo per la sua incolumità nella stiva. Ma miss Germanotta ha un chiaro debole per gli atterraggi, mica quelli dei comuni mortali, in tuta e segno del cuscino impresso sulla guancia. La cantante scende dalle scalette dell’aereo con occhialoni da sole, supertacchi scomodissimi e mise di una certa importanza. D’altronde i fan sono sempre pronti ad accoglierla al gate con cartelloni e altre prove d’affetto, non può certo deluderli facendosi cogliere struccata o in preda a una cattiva digestione dopo aver mangiato i panini in similplastica che servono a bordo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •