Tutta l’Italia in tavola a Rimini

C’è una parte della fiera di Rimini dove tira sempre un’aria buona, dove è particolarmente facile incontrarsi, dove il gusto per il bello e il buono di ciò che offre la realtà e di quello che riempie di un sapore pieno la vita è di casa a tutte le ore del giorno. È la zona ristorazione, dove accanto ai banconi che elargiscono piadine per un pasto rapido, pullulano i ristoranti tipici e di alta qualità. Tutta l’Italia viena a tavola al Meeting. A partire dal ristorante Napoletano con i tavolini disposti tra le gigantografie del Rione Sanità e di via S. Gregorio Armeno nel cuore di Napoli, per poi risalire verso nord-est fino all’Abruzzese “Luntane chiù luntane” che introdurrà le sagne e i ceci in bianco accompagnati da un Montepulciano dop. Riconfermata l’Osteria Romagnola per tutti coloro che non riescono a rinunciare alla vera piada romagnola, ai salumi, ai formaggi e alle tagliatelle. Saranno quattro i menù proposti, per ogni grado di golosità, a prezzo contenuto. Ce n’è per tutti, anche per la famiglie. Al ristorante “Il Chicco e il Grano” nella zona dedicata al Villaggio Ragazzi, accogliente, tranquillo e a un costo contenuto, è aperto anche nell’ora della merenda. Dopo il successo dell’anno scorso sarà presente anche il ristorante Sardo. La scelta è sempre tra piatti di terra o di mare come la tradizione isolana impone. Durante l’aperitivo poi, oltre a gustare vini e stuzzichini della tradizione sarda, si potrà assistere alla spiegazione su come preparare alcuni prodotti tipici per esempio il torrone, ma anche a esibizioni di gruppi folkloristici che canteranno e balleranno tra i clienti del locale.