Ora però vai a lavorare, Erri

L’assoluzione dello scrittore che invitò a «sabotare» il cantiere del Tav è una buona notizia per due ragioni

No Tav, «violenza comprovata»

Nella sentenza di condanna di 47 antagonisti si smonta la linea difensiva che aveva tentato di dare una patente etica alla lotta antagonista