Google+

Siria. Rifarsi una vita a Maloula, il villaggio cristiano trasformato dai terroristi in «città fantasma»

febbraio 18, 2015 Leone Grotti

Il parroco, padre Toufik Eid, racconta in Francia la «tristezza immensa» di vedere la sua Maloula distrutta. A portare un po’ di speranza è un gregge di 32 pecore

maloula-siria-casa-guerra

Padre Toufik Eid è il parroco di Maloula. Dopo essere stato cacciato dai terroristi islamici insieme agli altri siriani a settembre 2013, ha potuto fare ritorno nel suo villaggio solo il 20 aprile e ha trovato «una città fantasma», piena di «rovine: una tristezza immensa». Maloula dista 56 chilometri dalla capitale Damasco ed è stata attaccata dai jihadisti il 4 settembre 2013 per un motivo «puramente ideologico», dichiara il sacerdote a SOS Chrétiens d’Orient. «Maloula non ha un interesse strategico o militare. Gli islamisti hanno chiaramente voluto distruggere questo villaggio simbolo, dove si parla ancora l’aramaico, la lingua di Cristo».

siria-maloula-gregge«300 CASE DISTRUTTE». Il villaggio cristiano unico al mondo è stato liberato dopo sette mesi di occupazione, il 15 aprile 2014. Padre Toufik si è appena recato per una settimana in Francia, invitato da un membro del Front National, per raccontare le difficoltà di Maloula, i cui abitanti stanno faticosamente cercando di rifarsi una vita. «Più di 300 case sono state distrutte, bruciate. Alcune persone si sono già reinsediate negli edifici abitabili e ora è anche ricominciato il culto, anche se abbiamo dovuto aspettare molti giorni».

«NON CAPISCO LA FRANCIA». Come tanti siriani, anche il parroco di Maloula è deluso dall’atteggiamento dell’Occidente, che dall’inizio della guerra appoggia i ribelli: «Io non capisco la politica della Francia. È paradossale: in Mali, lottate contro gli islamisti, a casa nostra invece li armate. I siriani sono profondamente delusi ma ora vedo che iniziate a pagarne le conseguenze anche a casa vostra».

GREGGE DELLA SPERANZA. A inizio febbraio, gli abitanti di Maloula hanno ricevuto però un piccolo regalo. Il Coordinamento nazionale per la pace in Siria (che ha realizzato le foto pubblicate in questo articolo), grazie alle donazioni raccolte in Italia e in altri paesi, ha consegnato agli abitanti attraverso l’associazione Mar Sarkis 32 pecore (qui l’articolo). Per una popolazione locale che si sosteneva soprattutto con il lavoro nei campi, l’allevamento e la produzione di formaggio e yogurt, non è poco. L’associazione a cui è stato affidato il gregge distribuirà ricavati e benefici a tutti gli abitanti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.