Se quest’uomo merita il premio come miglior «diffusore dell’islam», siamo a posto

Il predicatore indiano Zakir Naik è stato premiato ieri dall’Arabia Saudita. Seguitissimo, favorevole alla pena di morte per gli apostati, ha accusato Bush di aver «organizzato l’11 settembre. Io sono con Bin Laden»

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

zakir-naik-islam-predicatore«Anche un pazzo capirebbe che l’attacco dell’11 settembre è stato progettato da George W. Bush in persona». Chi l’ha detto? Il vincitore dell’importante Premio internazionale re Faisal, assegnato ogni anno dall’Arabia Saudita. Ieri, il predicatore indiano Zakir Naik ha ricevuto dalle mani dell’attuale re saudita, Salman, il premio per «il servizio reso alla diffusione dell’islam».

ISLAM E PACE. Naik è un predicatore molto famoso, fondatore del canale Peace Tv, seguito da oltre 100 milioni di persone in lingua inglese. «L’islam è la sola religione in grado di portare pace all’intera umanità», ha detto alla cerimonia. Eppure Naik è conosciuto per essere un personaggio molto controverso e per essere stato bandito dal Regno Unito.

«MORTE AGLI APOSTATI». Oltre alle tesi sull’11 settembre esposte nel 2008, insieme a quella secondo cui «Bush è il terrorista numero uno al mondo», Naik si è più volte espresso a favore della sharia, così come della pena di morte per gli apostati. Durante una lezione tenuta nel 2010 nella capitale delle Maldive, ha risposto a un uomo che confessava di aver rinunciato all’islam, mentre il pubblico in sala chiedeva di decapitarlo sul posto: «La pena di morte nell’islam non dovrebbe essere evocata necessariamente per chiunque lasci l’islam, ma solo per coloro che diffondono anche una fede non islamica e parlano male dell’islam».

«STO CON BIN LADEN». Insieme ad ambigue dichiarazioni sul terrorismo, «i musulmani non dovrebbero terrorizzare nessun essere umano innocente», lasciando aperta la questione se si possa terrorizzare persone non innocenti, Naik ha sempre sostenuto che è giusto proibire la costruzione di chiese nelle terre dell’islam, così come è apprezzabile che i musulmani possano costruire moschee nelle terre cristiane. «Come possiamo permettere la costruzione di una chiesa quando la loro religione è sbagliata?». Il rifiuto da parte del predicatore di criticare Osama bin Laden nel 2010 è uno dei motivi per cui è stato bandito dalla Gran Bretagna: «Non critico Bin Laden perché non lo conosco personalmente. Se lui combatte i nemici dell’islam, io sono con lui. L’America è il più grande terrorista e se lui terrorizza i terroristi, allora segue l’islam». Per l’Arabia Saudita, è questo il miglior propagatore della religione islamica.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •