Se non sei mormone non sei una star

Sono in costante aumento gli attori di Hollywood che si convertono alla confessione cristiana basata sulle profezie di Mormon. Ma anche i cantanti non scherzano, per non parlare degli scrittori. Ma quanti seguaci del mormonismo ci sono tra i vip?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I mormoni sono tra noi. Filmografia e letteratura spesso li hanno confusi con altre fedi di nicchia, come i mennoniti, gli amish e i quaccheri. Il mormonismo, invece, è una religione che si basa sulle profezie del libro di Mormon e sta dilagando anche tra i personaggi famosi, che però solo in rari casi lo ammettono pubblicamente. È il caso di Ryan Gosling, biondo, bello e super richiesto dai registi sia per interpretare commedie frizzanti, come l’ultima Crazy Stupid Love, sia per impegnativi ruoli drammatici, come Drive. Altri suoi colleghi maschi biondi e mormoni sono Aaron Eckhart, il cattivo Two Face de Il Cavaliere oscuro, Paul Walker, il protagonista spericolato di Fast and Furious e Jon Heder, il dentone di Napoleon Dynamite.

Tra le attrici ci sono Katherine Heigl, la dottoressa Izzie di Grey’s Anatomy, e la dolce Amy Adams. Outsider nella categoria delle scrittrici, la creatrice della saga di Twilight, Stephanie Meyer. Molti anche nell’ambito musicale, come Brandon Flowers, leader dei Killers, Will Butler degli Arcade Fire, e il gruppo indie dei Low. Essere mormoni è alla moda, quindi. Se se ne accorge Madonna potrebbe decidere di cambiare religione per la terza volta nella sua vita.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •