Se la stessa foto di Toscani è pro gay e anti gay, cosa accadrà quando ci sarà il reato di omofobia?

In una campagna contro l’adozione per gli omosessuali, Fratelli d’Italia hanno usato un’immagine del celebre fotografo, che si è arrabbiato: «Quello scatto era a favore delle famiglie monoparentali»

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

toscani-fdi-omofobiaAccade questo: dopo la decisione del Tribunale per i Minorenni di Roma di riconoscere l’adozione di una bimba che vive in una coppia di lesbiche, Fratelli d’Italia diffonde su internet una fotografia di due coppie omosessuali con la scritta: «Un bambino non è un capriccio». Di lì a poco, però, si scopre che l’immagine utilizzata è del famoso fotografo Oliviero Toscani. Il quale, di lì a poco, pubblica su twitter le parole che vedete anche a lato: «Ma cosa salta in testa a @FratellidItalia di usare una mia fotografia per una cosa del genere? Verranno denunciati». Poi al Corriere della sera ribadisce: «Sono degli ignoranti, li querelo, quello scatto era a favore delle famiglie monoparentali, non contro».
Il partito di destra, accortosi dell’errore, ha cercato di scusarsi: «Gentile Oliviero Toscani, la foto in questione è stata presa dal web da una nostra realtà locale ma non è un’iniziativa ufficiale. Abbiamo dato indicazione di sostituirla».

FAMIGLIE SOLARI O CUPE? Raccontando ieri della polemica, il Corriere della Sera ha notato che la vicenda non si è chiusa lì. Alcuni utenti hanno infatti notato che «la foto di Toscani è stata scelta da Fratelli d’Italia perché dipinge le famiglie gay come brutte e cattive». Lo sfondo grigio, i tatuaggi, i piercing e il volto triste del piccolo («quasi crocifisso») danno un’idea cupa delle cosiddette famiglie arcobaleno. «Di cinguettio in cinguettio – ha scritto il Corriere – dal dibattito sulle famiglie gay si passa dunque alla rappresentazione (e alla percezione) di esse. Meglio dipingerle come solari e serene?».

INTERPRETAZIONI OPPOSTE. La deputata Ncd Eugenia Roccella, commentando su Facebook la questione, ha colto un aspetto non banale di questa pure banale vicenda: «Quanto al manifesto di Toscani, il fatto che sul web sia stato tacciato di omofobia fa capire con chiarezza l’estrema ambiguità del concetto di omofobia. La stessa immagine si presta a interpretazioni opposte: se si sa che l’autore è Toscani è raffinata e pro gay, se invece viene attribuita a Fratelli d’Italia è volgare e omofoba. Cosa succederebbe se già ci fosse il reato di omofobia? Per la stessa foto sarebbe condannata la Meloni e osannato Toscani?».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •