Schiaffeggiato e abusato dai jihadisti, ma vivo. Un video offre una (timida) speranza su padre Tom Uzhunnalil

Il religioso indiano è stato rapito il 4 marzo scorso ad Aden, in Yemen, durante l’attacco che è costato la vita a quattro Missionarie della Carità. Non si sa quando è stato girato il video

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tom-Uzhunnalil-yemen

Un filmato diffuso nelle ultime ore dimostrerebbe che padre Tom Uzhunnalil è vivo. La notizia sarebbe molto positiva anche se non si conosce a quando risale il video e, di conseguenza, la sua reale attendibilità. Ad AsiaNews, monsignor Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale, ha dichiarato: «Non ci sono certezze. Il video non costituisce nulla di nuovo, se non che il sacerdote era vivo nel momento in cui è stato girato il video».

RAPIMENTO E VIDEO. Il religioso indiano è stato rapito il 4 marzo scorso ad Aden, in Yemen, durante l’attacco che è costato la vita a quattro Missionarie della Carità. Da mesi non si sapeva nulla della sua sorte. Il video è stato diffuso dal giornale indiano Mathrubhumi News, che pretende di averlo ricevuto dalla famiglia, e mostra il sacerdote con gli occhi bendati che subisce abusi e viene schiaffeggiato dai jihadisti.

«APPELLO ALLA PREGHIERA». Monsignor Hinder sostiene che i rapitori abbiano accesso alla pagina Facebook di padre Tom e ne facciano «uso e abuso», dal momento che vi hanno pubblicato una foto (in alto) del sacerdote. Nella speranza che venga rilasciato, ha rinnovato «l’appello alla preghiera per lui e per quanti continuano a restare nello Yemen».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •