Garcia vola negli Usa da Pallotta: ora anche la Roma ha un allenatore

L’ex-tecnico del Lille ha incontrato il presidente della Roma a New York. Domani torneranno in Italia e giovedì ci sarà la presentazione. E per la difesa c’è già il primo colpo: Benatia dall’Udinese.

Roma-Garcia, siamo ai dettagli. È vero, è stato detto tante volte in questi giorni: i giallorossi ufficializzeranno il loro allenatore nelle prossime ore. Stavolta però sembra che davvero si sia ad un passo dall’accordo tra la dirigenza americana del club capitolino e l’allenatore uscente del Lille, volato a New York per incontrare James Pallotta. Con lui c’è anche il consigliere Baldissoni, l’ad Zanzi e il ds Sabatini: verranno stabiliti i particolari dell’accordo, dopodiché il neo-allenatore firmerà il contratto. Giovedì, se tutto fila liscio (cosa tutt’altro che scontata in questa Roma), la comitiva farà ritorno in Italia, dove verrà annunciato ufficialmente l’accordo.

PRIMO ACQUISTO: BENATIA. Da qualche giorno ormai Rudi Garcia era stato accostato alla panchina giallorossa, e le voci avevano assunto sempre più insistenza dopo che il Lille, club dove ha allenato negli ultimi 5 anni vincendo pure il titolo francese, aveva di fatto liberato il tecnico. Mancava soltanto il passo decisivo, che ora si può dire esserci stato con questo viaggio negli Stati Uniti alla corte di Pallotta. Per Garcia è pronto un biennale da 1,5 milioni di euro a stagione, cifra ormai concordata con l’allenatore stesso, che diventa così il quarto manager dell’era Usa-Roma, dopo Luis Enrique, Zdenek Zeman e Aurelio Andreazzoli. Per lui già pronto un grande acquisto in difesa: è Mehdi Benatia, prelevato dall’Udinese per 7 milioni di euro più due giocatori a scelta tra Romagnoli, Viviani, Nico Lopez e Verre.

Seguici su Tempi Sport