Google+

Rocher e la voglia di qualcosa di… bono

ottobre 6, 1999 Addis Piero

Ufficio Reclame

In attesa di sciogliere il dilemma di fine millennio – e cioè se ai lettori di Tempi piacciano più i palloni di Perrone Uber Alles o i pallini di Addis degli Spot (tu sport, io spot: a volte lo spazio si gioca in una battuta) – occupiamoci questa volta della pubblicità di un cioccolatino. Uno dei più buoni, uno dei più venduti: Ferrero Rocher.

Messa in naftalina la ricca e capricciosa protagonista e i suoi tailleurini gialli, i maitres chocolatier della Ferrero hanno deciso di puntare tutto su un pezzo da novanta del cinema hollywoodiano: Richard Gere (le aziende italiane non stanno badando a spese, in fatto di testimonial: investimenti così coraggiosi non si ricordano dai tempi di Paul Newman per Barilla o Kim Basinger per Golden Lady, con tutti i rischi che comporta il coinvolgimento di personaggi praticamente di pubblico dominio).

La storia, come sempre, oltre ad essere breve, è molto semplice. Questa volta anche un po’ banale. E per di più copiata da una scena di Pretty Woman, (con Julia Roberts e Richard Gere, appunto) al teatro dell’opera; una sosia della Roberts mangia un Rocher dietro l’altro, che le vengono offerti da un personaggio non identificato, complice la semi-oscurità del palco. Solo alla fine del commercial la macchina da presa svela l’identità dell’uomo misterioso, sia alla protagonista che al telespettatore: “Ma tu sei…” dice la sciocchina ingorda, trattenendo il respiro.

“Ambrogio!”, risponde Richard Gere fra lo stupore generale e chiude il film con il sorriso che lo ha reso celebre come sex symbol.

Insomma: cambiano gli attori, ma la comunicazione di Rocher rimane ancorata allo stereotipo della sorpresa finale, come nella vecchia serie, dove il vecchio Ambrogio metteva cioccolatini ovunque (una volta persino nell’ombrello) per deliziare la padrona e la sua insaziabile “voglia di qualcosa di buono”. Chissà dove glieli metterà il nuovo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.