Roccella: «Monti candida direttore del sito Gay.it. I cattolici ora capiscano»

Nota del deputato pidiellino che scrive che «Monti non ha nessuna intenzione di essere alternativo alla sinistra, e prefigura un’alleanza con Bersani, il cui prezzo saranno proprio i principi non negoziabili»

In una nota diffusa sulle agenzie, Eugenia Roccella, deputata del Pdl, scrive: «Mentre il presidente Berlusconi chiarisce, come del resto alcuni esponenti del Pdl avevano anticipato, che la linea del partito su coppie di fatto e matrimonio gay resta quella di sempre (limitata cioè al riconoscimento dei diritti individuali), Monti candida il direttore del sito Gay.it. Il nuovo candidato giustamente sottolinea come la propria presenza in lista sopperisca all’assenza di esplicite indicazioni sul tema nel programma di Monti, ed esprime una posizione chiara. Spero che adesso quei cattolici che, in buona fede, avevano creduto in Monti, si rendano conto che lo schieramento centrista non ha nessuna intenzione di essere alternativo alla sinistra, e prefigura un’alleanza con Bersani, il cui prezzo saranno proprio i principi non negoziabili».