Quindici foto senz’altro degne di Mark Aurelio Zuckerberg

Ho visto il reportage fotografico del recente viaggio di Mr Facebook e signora in tre paesi del Terzo mondo (Italia, Kenya e Nigeria) e non ho resistito

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

zuckerberg-renzi-facebook

Pubblichiamo la rubrica di Pier Giacomo Ghirardini contenuta nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Volevo scrivervi altre cose. Ma ho visto il reportage fotografico del recente viaggio di Mark Zuckerberg e signora in tre paesi del Terzo mondo (Italia, Kenya e Nigeria) e non ho resistito. Quindici scatti in un bianco e nero da far impallidire quelli di Jfk e Jacqueline: cazzarola, questa sì che è vita! Voi che siete dei fenomeni con Internet andate a guardarveli.

1: Zuckerberg e signora (Priscilla Chan, mica Priscilla Esposito o Fumagalli, genio, pediatra e filantropa, altro che pizza e fichi) danno udienza al Papa.

2: Zuckerberg sta per rimontare su un democratico transit, sulle cui lamiere e vetri fumé si riflette la sua augusta immagine, volgendosi indietro al dignitario vaticano con lo stesso porgere della mano e la stessa testa riccia di Marco Aurelio. 3: Colosseo (fatto erigere dai Flavii, suoi predecessori).

4 e 5: convenevoli con l’attuale presidente del Consiglio italiano pro tempore.

6: Mark, in maglietta, fa il fenomeno alla Luiss, non so se predicherà «state affamati!», come l’altro defunto fenomeno, ma farà donazioni elettromagnetiche alla Croce rossa italiana.

7: in elicottero sul Lake Naivasha in Kenya, da lui scoperto.

8: a Lagos, su un tetto di uno dei suoi “centri di sviluppo”, con ascari locali che indicano tutti l’orizzonte, oltre le case sgarrupate, come ad Arzano.

9: strette di mano presidenziali bianche e nere in bianco e nero a Nairobi – un effetto brividino che neanche alla Leopolda.

10 e 11: sempre più democratico, in riunione sulla strada per l’aeroporto e, massimo assoluto come “uomo alla mano”, a pranzo a Nairobi con il segretario del ministero dell’Informazione, in mensa con i Fantozzi qualsiasi – trattengo a stento la lacrimuccia da vetero-fordista nostalgico del capitalismo societario.

12: Zuckerberg predica a una folla di sviluppatori a Lagos – stessa maglietta che aveva alla Luiss (deve essere la maglietta per le prediche) – e sicuramente non ha detto loro «state affamati» come l’altro defunto fenomeno, dato che in Africa non sta bene e poi ti rispondono «già fatto».

13: sorridente per le strade di Lagos, asfalto sgarrupato e pozzanghere come il lago di Massaciuccoli.

14: di nuovo sul Lake Naivasha, in posa sulla jeep assieme a ieratica bellezza locale con smartphone, sfondo Wuthering Heights versione safari.

15: foto di gruppo con gli ingegneri di Lagos, ne conto una sessantina – come dire, vi dice niente la Industrielle Reservearmee di un certo Carletto Marx? Ecco, occhio e gamba ragazzi, rigare dritto che ne ho altri 60 nel cellophane!

Se penso a quello sfigato di Ramesse II che di sé non sapeva dire (e far scolpire) altro che lui era User Maat Ra Setep n Ra: Potente Sapienza di Ra, Prescelto di Ra. Com’è che direste voi milanesi? User Maat, va a ciapà i ratt!

Foto Zuckerberg-Renzi da Facebook

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •