Programma del Meeting

È dura. Sfoglio e risfoglio il programma del prossimo Meeting per l’Amicizia fra i popoli per cercare una chiave

È dura. Sfoglio e risfoglio il programma del prossimo Meeting per l’Amicizia fra i popoli per cercare una chiave che lo possa efficacemente sintetizzare per voi, e non ci riesco. Giuro, non esagero. Si svolgerà a Rimini come tutti gli anni (18-24 agosto) e questa sarà la 23esima volta. Titolo: Il sentimento delle cose, la contemplazione della bellezza. Per forza non si riesce a sintetizzare il programma: in un titolo così ci sta dentro tutto il mondo. E tutta la vita. Non che per altro l’intenzione di chi lo organizza, lo guida, lo segue, lo alleva e lo cura come un figlio sia poi molto diversa… Ma siccome non ci si può sottrarre ai compiti, pizzico il programma. Giusto per stuzzicare tanti e variegati palati. Silvio Berlusconi e Romani Prodi a confronto con il popolo. Poi Dante; L’alba dell’uomo; il nuovo libro di Socci; Thomas Howard sul grande Jrrt; Josemaria Escrivà de Balaguer, prossimissimo santo; le case di accoglienza nel mondo; T. S. Eliot; Il cammino dell’Occidente cristiano; l’informazione; lo sport; la musica; Non solo no-global: dall’Ong all’impresa sociale; gli Stati Uniti; l’islam; e Il mondo in fiamme. E poi “il Cesana”. Se il presidente del Senato Marcello Pera apre i lavori assieme a Vittadini, nei giorni seguenti tengono banco la pace (non il pacifismo) e la sicurezza: incontri con Sari Nusseibeh sul Medioriente, poi l’Angola, quindi Mario Mori (presidente Sisde) e infine le Twin Towers. Più la scuola nell’era Moratti. Su tutto, mille e un modi per dire (e capire), con Dostoevskji, che (e se) «la bellezza salverà il mondo». Cicli d’incontri della CdO a iosa: Desiderio, opere e politica; Dal cuore al lavoro: check up sull’economia italiana; Tutto per uno, uno per tutto: opere nel mondo; e Un po’ artista, un po’ mercante: come nasce un imprenditore. Il regista Krzystof Zanussi, l’editore Leonardo Mondadori, ministri, prelati, artisti, scienziati, imprenditori, gente comune. Ho finito lo spazio. Non se la prendano i tralasciati: non sono dimenticati. L’ultimo pensiero prima che mi taglino il box: venite a vedere, venite a viverlo il Meeting.