Papa Giovanni Paolo II protagonista straordinario di Icone, stasera su Rai5

Andrà in onda stasera alle 22.10 su Rai5 una nuova puntata di Icone, corpi che parlano, condotta da Marco Ferrante. Protagonista assoluto papa Giovanni Paolo II, uomo dalla fisicità straordinaria e dall’innata capacità comunicativa. In studio, tra gli altri, il direttore di Tempi, Luigi Amicone, Bruno Vespa e il giornalista polacco Jas Gawronski

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Icone, corpi che parlano, il programma condotto dal giornalista Marco Ferrante ogni mercoledi su Rai5, questa settimana dedica la puntata a Giovanni Paolo II. «Papa Wojtyla è un papa che sin dalla sua prima apparizione si mostra come diverso. Un uomo dalla straordinaria fisicità, che attraverso il suo corpo si pose davanti al mondo come nessun predecessore aveva mai fatto», racconta Ferrante. La puntata, che andrà in onda stasera a partire dalle 22 e 10, si concentrerà su alcuni aspetti di Giovanni Paolo II: «innanzitutto la sua dimensione fisica e l’atto di desacralizzazione del corpo messo in atto dal Papa, che per la prima volta si mostra come “uno di noi”, eliminando l’aspetto diafano, principesco e molto distante dei suoi predecessori, sempre lontani dal popolo, insistendo invece sulla sua “condizione di uomo”, che ha vissuto l’adolescenza, i suoi turbamenti, ha praticato lo sport con passione, si è innamorato e ha vissuto come qualsiasi altro uomo sulla terra». 

 

Un terzo aspetto sarà indagato da Ferrante e dai suoi ospiti in studio: «la capacità di Giovanni Paolo II di essere un uomo molto mediatico, e qui ritorna l’importanza del suo aspetto fisico. Il corpo del papa si risacralizzerà a partire dall’attentato e della malattia in un processo quasi cristologico». Il conduttore sarà affiancato in studio dal direttore di Tempi, Luigi Amicone, che racconterà la sua esperienza di giovane ciellino e dell’impatto che l’avvento del papa ebbe su Comunione e Liberazione, da Bruno Vespa, che racconterà la straordinaria  telefonata di papa Wojtyla a Porta a Porta, e da Jas Gawronski, intellettuale e giornalista polacco che si trovò ad avere a che fare con un connazionale straordinario. Affiancheranno gli ospiti alcuni esperti di comunicazione politica e di linguaggio del corpo che indagheranno “il fenomeno Giovanni Paolo II”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •