Papa Francesco: «La vita va sempre difesa, dal grembo materno fino alla vecchiaia. No alla cultura dello scarto»

Il Pontefice parla di tutela della vita nel messaggio inviato ai cattolici brasiliani in occasione della Settimana nazionale della famiglia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tratto da un articolo di Sergio Centofanti per Radio Vaticana – La vita umana deve essere sempre difesa, sin dal concepimento: è quanto afferma Papa Francesco in un Messaggio in occasione della Settimana nazionale della famiglia, che si è aperta ieri in Brasile. L’evento è promosso della Conferenza episcopale locale, sul tema “Trasmissione ed educazione delle fede cristiana nella famiglia”. I vescovi, brasiliani, richiamando il documento di Aparecida, ricordano in una nota che la famiglia «è uno dei tesori più importanti dell’America Latina ed è patrimonio dell’umanità intera».

I FIGLI E LA FEDE. «Care famiglie brasiliane»: così comincia il Messaggio di Papa Francesco che sottolinea come conservi ancora «vive nel cuore le gioie ricevute» durante il suo viaggio in Brasile per la Gmg. Il Papa incoraggia i genitori nella «missione nobile ed esigente di essere i primi collaboratori di Dio nell’orientamento fondamentale dell’esistenza e nella garanzia di un buon futuro. Per questo – spiega – è importante che “i genitori coltivino pratiche comuni di fede nella famiglia, che accompagnino la maturazione della fede dei figli”. (Lumen Fidei, 53)».

SIN DAL GREMBO MATERNO. I genitori – prosegue il Messaggio – «sono chiamati a trasmettere con le parole e soprattutto con le loro opere, le verità fondamentali sulla vita e l’amore umano, che ricevono una nuova luce dalla Rivelazione di Dio». «In particolare, di fronte alla cultura dello scarto, che relativizza il valore della vita umana – sottolinea Papa Francesco – i genitori sono chiamati a trasmettere ai loro figli la consapevolezza che essa deve essere sempre difesa, sin dal grembo materno, riconoscendovi un dono di Dio e garanzia del futuro dell’umanità, ma anche nella cura degli anziani, specialmente dei nonni, che sono la memoria viva di un popolo e trasmettono la saggezza della vita». Infine, invocando l’intercessione di Nostra Signora di Aparecida, il Papa auspica che le famiglie possano essere «le più convincenti testimoni della bellezza dell’amore sostenuto e alimentato dalla fede».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •