Obama per il matrimonio gay e Romney lo scavalca nei sondaggi

Il repubblicano è passato in vantaggio per la prima volta dall’inizio della campagna. Il presidente vede calare i consensi fra le donne e gli indipendenti.

Per la prima volta dall’inizio della campagna presidenziale, Mitt Romney, lo sfidante repubblicano di Barack Obama, lo ha sorpassato nei sondaggi. Le ultime previsioni dell’Istituto Rasmussen Reports vedono Romney in vantaggio di 7 punti sul presidente. Il primo gode del favore del 50 per cento dei cittadini americani il secondo del 43. Il sondaggio sottolinea  che il 65 per cento degli elettori disapprova le politiche federali.
La batosta arriva dopo le dichiarazioni di sostegno di Obama al matrimonio gay; parole necessarie necessarie a rimpinguare  le tasche di una campagna dura, in cui i finanziamenti sono quanto mai necessari. La società americana, sebbene sempre più confusa sul tema, pare per la maggior parte in disaccordo con l’equiparazione dei matrimoni omosessuali con quelli naturali: secondo il sondaggio di Cbs News/New York Times il 25 per cento di coloro che volevano votare Obama sono meno convinti di farlo per via della sua ultima posizione sulla famiglia. La maggioranza degli americani, secondo i sondaggi degli ultimi mesi, è favorevole al riconoscimento di qualche diritto per le coppie dello stesso sesso, ma sulla legalizzazione del matrimonio gay solo il 42 per cento si è detto favorevole, mentre il 51 per cento contrario.

Non solo, anche la campagna di Obama a favore delle donne single, della contraccezione e dell’aborto, in cui il presidente ha attaccato le posizioni pro-life di Romney, si sta rivelando un autogol. Il sondaggio più recente sull’indice di gradimento delle donne americane è stato un’ulteriore sorpresa per lo staff democratico. I numeri del Cbs News/New York Times segnalano che il supporto delle donne al presidente è calato del 5 per cento in due mesi, passando dal 49 al 44 per cento. Mentre il repubblicano ha visto salire il loro consenso di tre punti, dal 43 per cento al 46.

Infine, se si guarda ai numeri più aggiornati del voto indipendente si scopre un’altra novità: fra questi elettori un sondaggio dell’istituto New Politico della George Washington University mostra che Mitt Romney è in vantaggio di dieci punti su Barack Obama.