My-Reputation, scopri cosa pensa di te la Rete (e come farle cambiare idea)

La nostra identità digitale è sempre più importante. Un sito ci permette di tenerla sotto controllo, migliorarla e aumentare le opinioni positive sul nostro Io virtuale.

La Rete racconta qualcosa di ognuno di noi. È sufficiente digitare il nostro nome su Google per farci un’idea di ciò che circola sul nostro conto. Per quanto timidi e riservati possiamo essere, qualcosa su di noi salterà sempre fuori. Una foto, un curriculum, un intervento su un forum, un’offerta di lavoro, un video divertente che abbiamo fatto in un noioso giorno di pioggia, un blog aperto e poi abbandonato qualche mese dopo. La Rete parla di noi, di tutti noi, e sta diventando il nostro migliore (o peggiore) biglietto da visita.

IO DIGITALE. Sull’onda di questa convinzione è nato il sito My-Reputation che, archiviando le informazioni disponibili sul web, disegna il profilo digitale di ciascun utente. Iscrivendosi al sito si puo accedere gratuitamente alla versione base del servizio, attraverso la quale è possibile conoscere la nostra reputazione digitale e migliorarla con delle accortezze che ci verranno suggerite, allo scopo di rendere il nostro Io internettiano più simile al nostro Io reale, anzi forse anche meglio.

SCORE. Tre sono le funzioni per tenere sotto controllo la nostra reputazione digitale. L'”Identità” controlla i contenuti online che ci riguardano, il “Profilo” consente di creare una pagina personale sul sito My-Reputation, che compare nelle ricerche e contribuisce a migliorare la nostra reputazione. L’ultima è la funzione “Social”, attraverso la quale è possibile scoprire la social influence del nostro profilo ed eventualmente correggerla e migliorarla. Gli indici di gradimento ottenuti nelle tre diverse aree danno vita al nostro My-Reputation Score, una sorta di punteggio finale. Sul sito di My-Reputation, ancora in fase beta, è possibile sbirciare nelle reputazioni online di alcuni politici italiani. E scoprire, con un po’ di sorpresa, che il politico con la migliore reputazione  digitale è Pierluigi Bersani, seguito da Beppe Grillo e Matteo Renzi. Fanalini di coda Mario Monti, Silvio Berlusconi e Umberto Bossi.